Archive for aprile, 2017

28.04.2017

RISPOSTE AI LETTORI NOVANTADUE TRENTOTTESIMA PARTE

Author: Elena Lasagna

28/04/2017

 

Da dove viene il “colera”  come ci  si contagia?

Annamaria

 

Il colera è una malattia contagiosa nell’uomo dovuta all’agente  “Vibriocomma” lo si incontra in alcuni paesi asiatici  in India.  Dopo il periodo di incubazione da 1 a 3 giorni,  il colera incomincia a manifestarsi con:  nausea,  vomito, diarrea,  febbre di grado variabile,  dolori addominali dovuti all’effetto del virus sull’ileo.  Con l’aggravarsi della diarrea e del vomito si ha un’eliminazione  fino a venti litri di liquido simile ad acqua e riso,  portando grande disidratazione dei tessuti arrecando sete intensa,  oliguria debolezza e crampi muscolari fino ad acidosi e perdita dei cloruri.  La fase più avanzata è caratterizzata da collasso cardio circolatorio con cianosi, ipotermia e  soppressione completa della funzione renale e delirio.

Nella  patologia di questa grave perdita di liquidi e di sali è responsabile della gravità dell’infezione,  è causata dall’azione di una enterotossina (colerageno) a livello delle cellule intestinali.  Essa determina un accumulo di AMP-ciclico attraverso l’attivazione dell’adenilciclasi.  Ne consegue un’attiva secrezione di acqua e di elettroliti nel lume intestinale.  La mucosa intestinale appare morfologicamente integra dato che il danno è di tipo funzionale.  La profilassi del colera consiste in norme medicamentose (vaccinazione anticolerosa effettuata in due tempi con somministrazione sottocutanea del vaccino anticoleroso;  assunzione di disinfettanti intestinali per il periodo di esposizione al contagio) e igieniche personali.  Per quanto riguarda la nutrizione,  oltre a consumare acqua bollita e protetta da inquinamento,  sono consigliabili solo cibi cotti sul momento.  La profilassi del colera consiste nella diagnosi precoce della malattia e nell’accurato isolamento del paziente e del convalescente,  e in tutte le misure igieniche attuabili per stroncare la diffusione dell’infezione, unitamente alla denuncia di ogni caso di colera.

N.B.  Si può incontrare il colera anche mangiando frutti di mare ed alimenti contaminati se mangiati crudi (ricci di mare,  ostriche ecc.)

30/04/2017

 

Perché dopo quattro o cinque ore di digiuno molte persone hanno lo stomaco che borbotta?  È il colon irritabile o colite?

Angela

 

Significa che lo stomaco è vuoto e si contrae.  Il colon irritabile è un’altra cosa,  in quanto alla colite ci sono molte varietà di colite compreso il colon irritabile.   Il colon irritabile è la colite spastica in gergo.  È caratterizzato da disturbi addominali vaghi,  dolori lungo il decorso del colon,  stipsi alternata a diarrea,  borboritmi,  meteorismo.  Può essere anche di origine psicosomatica,  ma si  guarisce.

 

03/05/2017

 

 Come ci si ammala di miocardosi?  Una persona affetta da miocardosi può guarire o sono solo false speranze?

Maria

 

Maria,  a tutto c’è rimedio,  solo dalla morte non si può ritornare indietro quasi mai!  La miocardosi è una condizione patologica caratterizzata da processi  degenerativi del miocardio dovuta a malattie infettive o tossiche a decorso acuto.   Ci sono  alcune varietà di miocardosi,  le più importanti sono:  La miocardosi albuminoidea,  nella quale le fibre miocardiche risultano rigonfiate e contengono nel loro citoplasma fini granulazioni proteiche;  la miocardosi adiposa nella quale,  gruppi di cellule muscolari si presentano infarcite da goccioline di grasso.  Sul piano clinico  queste alterazioni si traducono in una diminuzione dell’efficienza miocardiaca.  Lo stesso termine viene usato per affezioni miocardiche prive di un evidente substrato anatomopatologico.

 

04/05/2017

 

Rispondo alla domanda che mi ha fatto ieri sera Paola.  Come ci si contagia di Trichomonas vaginalis e Candida vaginalis?  E cos’è?

Il Trichomonas vaginalis è un’insieme di protozoi mastifori dell’ordine tricomonadidi, che comprende numerose specie dal corpo piriforme con quattro flagelli liberi in posizione anteriore e un quinto deposto lungo il margine esterno della membrana ondulante.  Tutte le specie di Trichomonas sono parassite e tre di esse si rinvengono nell’organismo umano:  Trichomonas Hominis,  di forma assai mutevole,  vive come commensale nell’intestino:  Trichomonas elongata,  di aspetto assai simile,  frequenta come posto per nutrirsi il cavo orale;  infine Trichomonas vaginalis,  piriforme e fusiforme,  è causa di vaginiti nella donna e di uretriti nell’uomo.

Come ci si contagia?  Il Trichomonas vaginalis si trasmette anche  attraverso i rapporti sessuali;  per scarsa igiene intima,  o per meglio dire per un’igiene intima non appropriata:  ad esempio nell’igiene intima ci sono regole da rispettare:  1)  usare sempre acqua corrente e non lavarsi in senso contrario;  2) cambiare ogni volta l’asciughino che deve essere sterilizzato;  3)  non usare quasi mai detergenti schiumogeni ma a PH acido;  4)  attenzione ai WC pubblici o nei posti di lavoro;  5)  le stesse regole dovrebbero essere seguite anche dai partner.

In quanto alla Candida vaginalis  sono funghi  il genere Monilia  Oidium, funghi deuteromiceti appartenenti alla famiglia delle Ctyptococcacee,  costituiti da cellule ovali o rotonde  con presenza di germogli;  possono formare miceli filamentosi.  S i riproducono soprattutto per gemmazione multilaterale e raramente per fissione.  Tra le numerose specie di Candida abbiamo la Candida tropicalis,  Candida Krusei,  Candida Stellatoidea,  ma solo la candida albicans è patogena per l’uomo  POssono manifestarsi infezioni acute e croniche prevalentemente a carico della cute,  unghie,  membrane mucose;  lesioni a carico dell’apparato respiratorio, sistema nervoso centrale e visceri.  Viene isolata raramente dalla cute di soggetti sani,  mentre è presente sulle loro membrane mucose quali ( bocca,  vagina)  e nelle feci. Come prevenire l’infezione vale lo stesso discorso cioè  rispettare le stesse regole  adottate per il Trichomonas.

 

08/05/2017

 

Si guarisce dalla colibacillosi?

Antonia

 

Sì,  dalla colibacillosi si guarisce.  Questa infezione dovuta al colibacillo e ,  in genere ai batteri aerobi gramnegativi presenti abitualmente nell’intestino degli umani.  Sono due le forme cliniche che la colibacillosi può assumere:  La forma localizzata con il quadro sintomatologico proprio della sede dell’infezione  (intestino,  vie primarie,  apparato genitale, vie biliari);  la forma generalizzata,  piuttosto rara rappresentata da da una vera setticemia colibacillare.  La diagnosi di quest’ultima è affidata agli esami di laboratorio,  mentre la forma localizzata deve essere sospettata se il processo ha evoluzione a carattere suppurativo con pus ecc. ecc. ecc.

 

11/05/2017

 

Che cosa insegna la “Frenologia”?

Federica

 

La Frenologia è una dottrina,  allora di grande interesse, oggi è del tutto superata, dalle moderne acquisizioni automatiche;  al suo ideatore restava tuttavia il merito di aver anticipato,  sia pure su basi errate,  la teoria delle localizzazioni cerebrali neurologiche  (riguardanti cioè i movimenti, la sensibilità, i sensi,  le funzioni della vita vegetativa) e dell’antropologia patologica. Questa teoria neuropsicosomatica,  ideata e sostenuta da F.  G.  Galli verso la fine del secolo XIX,  che localizzava le varie facoltà psichiche dell’uomo in precise zone della corteccia cerebrale.  Lo sviluppo evolutivo di tali centri,  proporzionale a quello delle singole facoltà veniva valutato dalla conformazione di corrispondenti zone della teca cranica.  Di conseguenza l’esame  dei particolari morfologici del capo ( linee,  depressioni,  bozze) permetteva di risalire alla determinazione delle qualità della psiche e della personalità dell’individuo.

 

12/05/2017

 

 Perché ci si ammala di blefarite? Si può curare la blefarite?

Ugo

 

Le blefariti  hanno , un’evoluzione subacuta o cronica,  con resistenza ai trattamenti terapeutici e straordinaria tendenza alle recidive.  È quell’ infiammazione del margine palpebrale che può estendersi alla cute, alla congiuntiva,  ai follicoli,  alle ghiandole ciliari e a quelle di Meibonio.  Possono essere provocate da fattori costituzionali,  allergici, endocrini,  ambientali (polvere,fumo, calore),  da avitaminosi,  dispepsie,  autointossicazioni alimentari,  diabete o da infezione batterica,  generalmente stafilococcica.

  1.  La blefarite angolare: è una forma ulcerosa che colpisce la  commisura mediale palpebrale.

  2. Blefarite ciliare:  è la più frequente,  appare in soggetti linfatici o con disfunzioni endocrine;  colpisce i follicoli,  e le ghiandole che secernono un essudato giallastro ed è caratterizza da da arrossamento della mucosa e della cute.

  3. Blefarite eritematosa:  è  caratterizzata da un lieve edema del bordo palpebrale e iperemia del bordo ciliare.

  4.  (  Blefarite seborroica, o blefarite squamosa:  può essere di natura allergica o concomitante con seborrea del cuoio capelluto e dermatite seborroica del viso. È caratterizzata da squame bianche furfuracee o giallastre e molli, facilmente staccabili dalle palpebre.

  5.  Blefarite ulcerosa:  provocata da infezione stafilococcica e caratterizzata da croste aderenti ai bordi palpebrali.  ( Gli attacchi ripetuti di blefarite ulcerosa  ripetuti possono provocare ulcerazioni della cornea.  Le terapie di tutte queste affezioni sono di natura medica, che siano locali o generali,  in rapporto alla loro eziologia e varia di caso in caso.

24.04.2017

LE RICETTE DI CASA MIA DUECENTOVENTESIMA PARTE

Author: Elena Lasagna

24/04/2017

 

IN  CUCINA  CON  AMORE  E  CON

 

 FEDERICA

 

Federica   Ieri ho cucinato gli gnocchi di semolino con il gorgonzola;  una delle tue ricette,  erano di una bontà,  e poi sono ricchi di salute.  Oggi cosa ci presenti?

 

Elena   Oggi per voi ho un altro risotto di casa mia,  poi l’arista di maiale con prugne.  Ci sono sapori nuovi tutti da assaggiare.

 

IL  RISOTTO  DI  CASA  MIA

 

 

Ingredienti:  riso per risotti q.b.,  timo, petto di pollo a dadini stufato con verdure miste,  spezie miste,  cipollotti, olio extra vergine d’oliva gentile,  parmigiano reggiano,  due cucchiai di formaggio di montagna alla genzianella da fondere,  brodo vegetale,  mezzo bicchiere di prosecco.

 

Esecuzione:  facciamo soffriggere la cipolla fresca con il riso,  poi aggiungeremo il pollo a dadini, le spezie, il timo,  spruzziamo col vino  e incorporiamo il brodo sufficiente per la cottura per ottenere un risotto morbido;  a fine cottura  aggiungiamo il formaggio fuso, infine  mantechiamo con il parmigiano e per ultimare il piatto faremo un giro di olio (un cucchiaio per ogni piatto).

Federica   Bello e buono!

Elena  Sì,  e adesso il secondo piatto,  eccolo!

 

ARISTA DI MAIALE CON PRUGNE

 

 

Ingredienti:  arista senza l’osso,  prugne scure,  aceto balsamico,  aglio,  rosmarino, cerfoglio, piselli stufati con cipolle rosate olio extra vergine d’oliva,  prosecco, brodo di gallina,  pepe in grani e un pizzico di cren.

 

Esecuzione: per prima cosa mettiamo la carne a marinare,  poi la rosoleremo per bene e la sfumiamo col vino.  Aggiungeremo l’aglio,  il rosmarino,  il cerfoglio, il brodo e mettiamo il coperchio alla casseruola,  poi la lasceremo cuocere a puntino  ma a fuoco lento.  Una volta raggiunta la cottura,  lasciamo raffreddare la carne e la metteremo in frigorifero per una notte.  il giorno seguente la taglieremo a fettine,  e aggiungeremo il cren,  il pepe in grani e la inonderemo del suo sugo di cottura.  A parte abbiamo fatto bollire le prugne nel vino rosso,  lasciate ridurre quasi senza succo e abbiamo aggiunto l’aceto balsamico;  il piatto verrà servito con i piselli stufati.

Federica  Che ricette però!  Chissà quali aromi sprigiona la tua cucina!  Qualche volta cucineremo insieme.  E adesso la barze!

Elena  La barze te la racconterò più tardi,  non vedi che è ancora mattina?

 

E adesso più che barzellette sono le osservazioni di Pallino.

 Una mattina Pallino si reca a scuola accompagnato  dalla sorella,  una bellissima ragazza dai capelli biondi e occhi neri,  ha una pelle di pesca e un filo di trucco per accentuare la sua bellezza.  Quel giorno anche Pinco arriva accompagnato da sua sorella,  però è una bellezza tutta all’opposto e cioè molto brutta.  I due bambini si corrono incontro e Pinco dice a Pallino:  ”  Che bella sorella che hai? ”  Ma Pinco non riesce a concludere la frase che sua sorella esclama:  ”  Bella quella?  Per forza è sempre truccata come se dovesse andare in maschera! ”  Allora Pallino un po’ indignato per la menzogna si rivolge alla sorella di Pinco e le dice: ”  Perché  non ti trucchi anche tu ?  Hai paura di diventare bella ?   Hai voglia!  Poi esclama un proverbio:  ”  Mangia poni che diventerai alto!”

Federica   Barzellette o no,  a me le storie di Pallino  piacciono da matti!

Elena   Allora per premiarti ti detto la ricetta di un dolce,  molto semplice e buono.

 

CORNETTI  DI  CRÊPES  AI CANDITI  CON

GELATO

 

 

Ingredienti per quattro cornetti: 110 g di farina, un uovo intero e un tuorlo, tre cucchiai di zucchero, un bicchiere di latte,  100 g di canditi misti agli agrumi,  la scorza di un limone grattugiato,  500 g di gelato ai gusti vari,  un pizzico di lievito per dolci,  liquore all’arancia o alla genzianella.

 

Esecuzione:  prepariamo il gelato ai vari gusti con il solito metodo;  oppure si può anche acquistare già pronto.  In una zuppiera prepariamo la pastella con le uova,  lo zucchero, il latte,  la scorza  grattugiata del limone, la farina,  il liquore:  un cucchiaio per ogni uovo,  i canditi tagliati in piccole parti infine la punta di un cucchiaio di lievito.  Procediamo per le crespelle.  Devono risultare non gommose ma belle morbide,  le lasciamo raffreddare e formiamo dei cornetti dove introdurremo due palline di gelato.

Federica   Bella e buona anche questa ricetta!  Grazie!

26/04/2017

 

Elena  Oggi vorrei completare questo articolo con altre tre ricette.

 

 

TAGLIATELLE  RIPIENE

 

 

 

Ingredienti:  uova,  farina per pasta fresca,  tre etti di cime di rapa, (si pesano già stufate)  tre etti   di  ricotta,  200 g  di parmigiano reggiano,  noce moscata,  besciamella leggera,  latte e spezie, basilico tritato, scalogno tritato, cipollotti, arancia, carciofi,  brodo di carne.

 

Esecuzione:  prepariamo subito le cime di rapa in stufato,  con scalogno tritato,  spezie e latte.  Una volta stufate le cime di rapa le mescoliamo alla ricotta,  100 g di parmigiano reggiano, noce moscata;  abbiamo creato un bell’impasto solido che useremo a fare il ripieno delle tagliatelle.  Faremmo dei cannelli, li mettiamo a cuocere in forno con la besciamella,  un giro di parmigiano, il cipollotto tritato,  il basilico e  un mestolo di brodo.  Si cuoceranno alla perfezione poi,  li taglieremo a strisce come si fa con le tagliatelle;  le serviremo con verdure a piacimento.  Ecco i cannelli nella foto sotto!

 

 

 

Federica   Che meraviglia!

Elena   Sì,  sono  buonissimi!  E adesso ho una ricetta di pesce.

 

PESCATO  DI  MARE  E  DI  LAGO

 

 

 

Ingredienti:  gamberetti,  polpo,  calamari,  triglie e  spigola di lago;  olive,  olio extra vergine d’oliva,  aceto di acero,  prezzemolo tritato,  cerfoglio,  aglio, rosmarino,  salvia,  patate,  limone,  origano fresco.

 

 Esecuzione:  prepariamo il pesce tagliato a pezzetti,  tranne le triglie e la spigola;  lo lasceremo marinare con limone, olio, aglio,  cerfoglio e prezzemolo.  Poi mettiamo le triglie e le spigole alla griglia curandoci di non cuocerle troppo.   Lessiamo il polpo,  i calamari e i crostacei li taglieremo a piccoli pezzi,  li condiremo con:  aceto di acero,  olio, prezzemolo e cerfoglio e ancora un po’ di succo di limone e origano fresco. Faremo i piatti con una triglia,  una spigoletta e il misto di mare in umido;  il contorno di patate al forno con rosmarino e salvia.

 

Federica   un piatto issimo!  Ti ricordi la ricetta del “Pot-pourri”?

Elena   Come no?  Anche perché è molto antica è quella di mia nonna,  anzi una di quelle di mia nonna!

L’ingrediente principale del pot-pourri sono i petali di rose,  si tratta di una preparazione fermentata di fiori,  erbe e spezie.

Ingredienti: 600 g di petali di rose profumate,  200 g di fiori di gelsomino,  50 g di aghi di pino freschi,  100 g di maggiorana in fiore e violette selvatiche,  50 g di  fiori di basilico, rosmarino e salvia,  50 g di erba luisa,  50 g di spezie miste in quantità uguali:  cardamomo,  curcuma,  macis.  Una volta essicati in una stanza sterile,  si mette il tutto in un vaso a chiusura ermetica,  si aggiunge un po’ di alcool o brandy e si lascia fermentare per qualche settimana aprendo ogni giorno per mescolare.  Poi una volta fermentato il pot-pourry  si versa in piccole ciotole da arredo e sprigiona un magnifico profumo che dà la sensazione di benessere.

 

Fderica   Mi piacerebbe da matti farlo,  ma  se taglio le rose a mia madre mi correrà incontro con la scopa.  Però ho sentito da te il profumo ed è davvero unico.

Quando lo farò te ne regalerò un po’,  contenta? Al prossimo articolo,  ciao!

 

20.04.2017

TU E IL 2017-18 COSA VUOI SAPERE

Author: Elena Lasagna

20/04/2017

 

IL TUO 2017-18 FATTO CON  IL  CUORE

 

 

Sono Lisa ho vent’anni,  sono nata sotto il segno dei Pesci con ascendente Cancro.  Vorrei tanto che mio padre mi lasciasse in pace,  ogni volta che vado al computer mi controlla tutto.  Lui vorrebbe che lo gettassi via,  addirittura!  Sostiene che il computer faccia rimbecillire le persone,  dici che riuscirà a comprendermi?  Dai,  dammi una mano!  Grazie!  Ciao!

 

Lisa tuo padre ha paura non del computer,  ma teme per te quando navighi in internet. Internet è anche una tentazione forte per persone maldestre e disoneste che mettono le mani su tutto!  Esibizionisti  stupidi,   libertari senza scrupoli che esibiscono atti di bullismo come un santo recita una preghiera.  In quanto a tuo padre è difficile convincere chi non vuole cambiare idea;  ma sono sicura che con la tua bravura e responsabilità  non ti lascerai confinare in un recinto proibito perché  sei perspicace e prudente,  sai badare a te stessa e sai fermarti quando serve. Sono certa che col passare del tempo anche tuo padre se ne renderà conto vedrai,  non dovrai aspettare molto.  Anche perché internet è informazione veloce,  quasi più veloce della luce;  è uno spazio pubblico che appartiene ad una comunità partecipe,  spesso virtuale.  Una specie di utopia un mondo in cui tutto è possibile,  ma è anche un modo di essere, una filosofia dove c’è la condivisione del sapere e della libertà di esprimersi e di essere letti e ascoltati.  Poi,  è conoscenza,  creatività e tanto altro ma è pur vero che è anche lotta;  l’essere umano è anche così.  Ti auguro tutto il bene possibile e una felice convivenza con tuo padre.

Elena  Lasagna

 

23/04/2017

 

Sono Mario nato quarantanove anni fa sotto il segno del Capricorno con ascendente Vergine.  Ho perso il lavoro,  dove lavoravo prima mi avevano assicurato che entro un anno dalla chiusura avrebbero riaperto e tutto il personale sarebbe stato riassunto.  Non è andata così,  perché ne sono già passati due di anni e ancora non si sa niente;  a volte essere fedeli si perde la dignità.  E pensare che ho perso due occasioni d’oro,  quando mai avrò l’occasione di trovare un altro lavoro?  A questo punto mi sono scoraggiato molto,  anzi sono depresso,  anche perché ho il mutuo sulle mie spalle e non posso andare avanti con dei lavoretti saltuari.  Vorrei avere una chance,  tu sei speranzosa?  Grazie!

 

Mario,  le occasioni arrivano sempre quando noi non ci speriamo più,  abbi fede.  Però non capisco perché tu non abbia accettato quei due lavori che ti hanno offerto;  ormai questi non torneranno più,  sei stato troppo fiducioso nei vecchi proprietari,  loro sapevano che non avrebbero riaperto!  Comunque ora ti saprai regolare in merito e non te ne  lascerai scappare più,  ti immergerai senza pensare al dopo al se e al poi,  anche perché hai quasi cinquant’anni  sai com’è ,   ce anche da dire che la ripresa è ancora lenta.  Non posso dirti che si apriranno nuovi orizzonti,  ma bisognerà cercare di vivere alla giornata uscendo da certe idee fisse e ferme,  poi qualcosa si smuoverà, sconvolgendo la tua fedele razionalità.  Tutto sommato non dovresti impedirti di mettere le ali,  ma senza darti angoscia.  La lentezza a volte è espressione di grande solidità,  molti pensano che sia leggerezza  ma al contrario è un qualcosa in più che non ti fa cadere in cose banali,  di poco valore.  Nasceranno nuove situazioni, riprenderai i contatti con persone già conosciute in passato; la tua intelligenza farà sì che questi non resteranno delusi di te.  Auguri per un 2017 e 18  di grande forza e cospicuità!

 

Elena  Lasagna

 

26/04/2017

 

Sono Sabrina di ventidue anni,  sono nata sotto il segno della Vergine con ascendente Acquario.  Sto soffrendo come mai prima d’ora,  in un colpo solo ho perduto il fidanzato e la mia migliore amica:  si sono messi insieme,  e pensare che dovevamo sposarci a settembre.  Com’è possibile che le persone si comportino come gli animali?  Come farò ad uscire da questo tunnel?  Grazie!

 

Sabrina,  non è una grande disgrazia quello che ti è successo.  Capisco bene la tua sofferenza ma è una liberazione di entrambi.  Pensa se avessi continuato ancora con lui fino al matrimonio!  Sarebbe successo comunque,  o con la tua amica o con qualcun’altra;  in quanto alla tua migliore amica mi dispiace ma non hai scelto bene!  Pensa cosa avrebbe potuto combinarti ancora!  È  proprio vero che non tutto il male viene per nuocere.  Comunque,  mai innamorarsi di uomini o donne dei nostri migliori amici o dei nostri cari.  Queste cose non danno felicità a nessuno,  non devono assolutamente esistere!  Il demonio si è impossessato di loro,  a tale punto da annullare la loro mente e il loro cuore! Fra non molto saranno prigionieri di se stessi,  si inabisseranno in una grande solitudine si sentiranno soli anche in mezzo a tanta gente;  tutto questo porterà loro grande infelicità.  La tua dignità merita un premio;  hai fatto bene a non fare scenate.  Tu non ami la scarsa qualità nelle persone,  sei di animo puro!  Non cambiare mai!  Verrà anche per te il tempo dell’amore,  accadrà tutto in modo naturale,  un amore vero che conquisterà un nuovo modo di essere,  proverai sentimenti forti,  perché veri. Sarai più costruttiva,  sia nella vita che nel lavoro senza sentire il bisogno di approvazione da parte di altre persone perché ti sentirai sicura,  brillante come non mai.  Tutto questo accadrà senza fretta,  ma non chiedermi se sarà nel 2017 o nel 2018,   perché non riesco a darti una data precisa ma so che la tua forte personalità ti detterà la linea da seguire e non opporrai resistenza perché sarà quella giusta per te.  Ti meriti tutta la felicità di questo mondo.

Elena  Lasagna

 

27/04/2017

 

Sono Giorgia nata trent’anni fa sotto il segno del Leone con ascendente Sagittario.  Il mio fidanzato è diventato geloso e non ha motivo di esserlo;  mi controlla tutte le telefonate,  i messaggi che mi scambio con le mie amiche e la mia famiglia.  Ho comprato un altro telefonino ma ha scoperto anche questo,  è insopportabile al punto che se mi vede  a parlare con qualcuno che conosco ferma davanti al mio negozio  mi fa scenate di gelosia che non si possono nemmeno raccontare.  Ti giuro che non ho segreti ma un po’ di privacy tra noi donne ci vuole è anche un modo per riscattarsi per sentirsi libere.  Cosa ne pensi di tutto questo?  Grazie!

 

Giorgia,  se mi racconti questo è ovvio che con lui non sei felice o peggio,   non ne puoi più.  Il tuo lui mi fa pensare al tipico uomo padrone,  questo a me non andrebbe giù!  Proprio perché lui non ha motivo di comportarsi di conseguenza;  se lo fa adesso figuriamoci quando sarete sposati!  Ho sempre pensato che gli uomini che adottano questo comportamento non abbiano tutte le rotelle a posto.  Penso che non dovresti lasciarti ingabbiare in questo modo così rigido né ora né mai!  Se si ama davvero non serve imbrigliare la mente e il cuore in ogni momento del giorno e della notte.  L’amore vero respinge la maschera di qualsiasi costrizione,  non si fa accerchiare da nulla.  Esisterebbe un trucco per raggirarlo,  per fargliela pagare,  ma proprio perché tu sei pulita non hai bisogno di trovare giustificazioni, su nulla.  Ricorda che sono rare le eccezioni che i tipi come lui possano cambiare in positivo;  non accantonare la prudenza perché i fatti dicono che sta andando verso la strada della psicopatia,  i sentimenti che prova nei tuoi confronti sono a dir poco inadeguati!  Hai bisogno di restare un po’ da sola per riflettere e fare la scelta giusta,  sempre che te lo permetta!  La vita è tua,  non gettarla via con quello lì!  Se hai voglia di respirare fallo,  e poi mai più uomini gelosi!  Accoglierai un amore più fluttuante senza condizioni alcuna,  ma non so dirti quando.  Auguri sinceri!

Elena  Lasagna

 

 

18.04.2017

LE RICETTE DI CASA MIA DUECENTODICIANNOVESIMA PARTE

Author: Elena Lasagna

18/04/2017

 

IN  CUCINA  CON  AMORE  E  CON

 

 FEDERICA

 

Elena   Eccoci di nuovo con le mie ricette.  Oggi presento un piatto di mare e un’altro di terra.

 

Misto di mare

 

Ingredienti: per lo stufato di piselli occorrono piselli freschi,  cipollotti,  sale e pepe q.b., pomodoro fresco o in vasetto, mezzo bicchiere di vino bianco, olio extra vergine d’oliva,  due mestoli di brodo di carne.  Ingredienti per le cozze:  brodo,  un bicchierino di vino bianco secco, aglio,  prezzemolo,  una foglia di alloro, peperoncino,  dado di verdure fatto in casa e congelato,  un pizzico di cerfoglio,  olio extra vergine d’oliva. ingredienti per l’insalata di mare: gamberetti,  polpo,  seppioline prezzemolo, erba di aglio,  limone, aceto di mele, olio extra vergine d’oliva gentile, un cucchiaio di parmigiano reggiano, sale e pepe.

Esecuzione dello stufato di piselli: mettere in casseruola tutti gli ingredienti  tranne l’olio e cuocere a fuoco lento fino alla completa cottura,  una volta intiepidito aggiungere l’olio. Per le cozze:  lavarle e raschiarle bene, risciacquarle ,  sbatterle e poi adagiarle in una casseruola o una pescera aggiungendo quasi tutti gli ingredienti,  portare ad ebollizione a fiamma alta,  lasciare cuocere per cinque minuti,  mettere il parmigiano e servirle calde. Per l’insalata di mare si cuoce il polpo già pronto  tagliato a listerelle,  si aggiungono i gamberetti e le seppioline pulite alla perfezione, poi si condisce l’insalata con gli ingredienti sopra elencati ed ecco il piatto pronto da servire!  E adesso presento l’altro piatto,  i carciofi ripieni e vestiti.

 

CARCIOFI  RIPIENI E  VESTITI

 

 

Ingredienti per tre carciofi:  tre carciofi romani,  spalla cotta alla brace,  pangrattato fine e parmigiano reggiano, erba di aglio,  prezzemolo,  erba cipollina, brodo di carne leggero,  olio extra vergine d’oliva,  un uovo,  farina senza glutine,  radicchio rosso,  aceto di acero,  e ceto di mele.

Esecuzione:  puliamo bene i carciofi li svuotiamo, poi li mettiamo a cuocere sulla vaporiera per qualche minuto.  dopo di che li togliamo e li riempiremo con un impasto fatto di spalla cotta tagliata a coltello,  pangrattato e parmigiano, e le erbe sminuzzate.  Poi,  li passiamo prima nella farina poi nell’uovo sbattuto infine nel pangrattato,  spruzziamo con un po’ di olio in maniera uniforme e li mettiamo a cuocere in forno in un mestolo di brodo (mezzo bicchiere circa).  I carciofi si presenteranno ben cotti  nel cuore, saporiti e croccanti all’esterno.

 

Federica   Che belle ricette! Che cos’hai da raccontarci in barzelletta?

 

Elena  Bhe,   di barzellette ne so moltissime ma non sono autorizzata a scriverle,  non sono mie e dei miei amici;  poi di cose ce ne sono a volontà,  ma vivi e lascia vivere purché non si tocchi la libertà altrui;  altrimenti non sto a guardare con le mani in mano!

 

Ho una bellissima frase divertente detta da un bambino di cinque anni al suo papà,  ma il modo in cui  l’ha pronunciata è davvero unico!   Il papà riceve un amico che non vedeva da circa tre anni, Pallino  accanto al padre,  in piedi sul divano  ascolta tutto senza disturbare esplora le due teste quella di suo padre è piena di capelli,  mentre quella dell’amico sul centro li ha perduti;  quando i due stanno per salutarsi si rivolge al padre dicendo: ” Papà,  papà  guarda che il tuo amico ha un buco in testa,  non lasciarlo andare così!

 

Federica   Quel Pallino è meraviglioso !

Elena  Sì,  alla prossima!

19/04/2017

 

Elena   Ecco la torta di Pasqua: si tratta di una delizia al cioccolato,  torrone e crema Chantilly.

 

TORTA NUOVA  DI  PASQUA

 

 

 

Ingredienti: un soffice pan di Spagna,  cacao amaro q.b.  200 g di crema chantilly,   200 g di crema di riso,  50 g di crema di nocciole, liquore ai fiori d’arancio,   200 g di cioccolato fondente dolce, 150 g di torrone alle mandorle.  Per la decorazione:  panna montata q.b.,  fiori di zucchero e coloranti naturali commestibili.

Esecuzione:   tagliamo il pan di Spagna in quattro parti uguali,  lo bagneremo con il liquore ai fiori d’arancio, poi mettiamo il primo strato di cioccolato fondente sciolto nel latte:  deve risultare cremoso ma non troppo denso. Il secondo strato lo faremo con la crema di riso mescolata al torrone sbriciolato e la crema di nocciole; nel terzo strato mettiamo la crema chantilly,  copriamo e facciamo l’ultimo strato di cioccolato con sopra una spolverata di cacao amaro. Poi la decoriamo con panna montata e i fiori commestibili.

 

Federica   Immagino già i sapori e la cremosità,   e poi non è una torta grassa,  è deliziosa davvero!

Elena   Grazie!  E adesso presento gli gnocchi nuovi,  dico nuovi perché con questi sapori insieme non li avevo mai fatti prima.

 

GNOCCHI  NUOVI

 

 

 

Ingredienti:  zucca (deve essere ben soda),   farina di semola di grano duro, cime di rapa,  parmigiano reggiano,  ricotta,  pomodoro fresco,  erba luisa,  cipollotti,  olio extra vergine d’oliva, timo,  pepe, un pizzico di peperoncino.

 

Esecuzione:  cuocere la zucca a vapore o al forno,  aggiungere la ricotta (33 %), le cime di rapa stufate e tritate poi  fare un panetto aggiungendo  la semola q.b. e il peperoncino. Fare un impasto sodo ma non troppa semola.  Tagliamo gli gnocchi, li scottiamo nel brodo vegetale magro,  poi,  li mantechiamo delicatamente nel ragù fatto con pomodoro,  erba luisa,  timo, pepe, e olio.  Per finire il piatto mettiamo il parmigiano e li serviremo caldi.

 

Federica  Li farò al più presto,  mi sento l’acqualina in bocca!

 

21/04/2017

 

Elena  Ciao,  oggi presento un piatto gustoso e salutare:  le melanzane in terrina di casa mia.

 

TERRINA  DI  MELANZANE

 

 

Ingredienti: melanzane tonde,  parmigiano reggiano,  besciamella leggera,  ragù al pomodoro e arista macinata, olio extra vergine d’oliva,  due scalogni, basilico,  peperoncino, vino rosato, una foglia di alloro,  un pizzico di spezie miste,  stufato di carciofi.

 

Esecuzione: tagliamo le melanzane a fette sottili,  le saliamo e le lasceremo riposare per un quarto d’ora.  Nel frattempo prepareremo il ragù e la besciamella leggera,  poi prendiamo le melanzane,  le pennelliamo con l’olio,  le passeremo in padella antiaderente,  facciamo gli strati  ( besciamella, ragù e melanzane) fino ad esaurimento degli ingredienti.  Mettiamo in forno a 170° per trenta minuti,  ed eccole nella foto sopra;  le serviremo con i carciofi stufati.

Federica   Anche questo è un bellissimo piatto.

 

21 /04/2017

 

Elena   Ho un’altra ricetta da presentare oggi,  l’ultima di questo articolo,  si tratta di pasta e borlotti,  anche questa è una ricetta nuova.

 

PASTA  E  BORLOTTI

 

 

 

Ingredienti:  fagioli borlotti,  pasta di semola fatta in casa,  vino rosato,  brodo vegetale, cerfoglio,  timo,  spezie, peperoncino,  carote,  cipolle,  sedano,  prezzemolo,  basilico, un pezzetto di gambuccio di prosciutto,  parmigiano reggiano due cucchiai di pomodoro fresco.

 

Esecuzione:  mettiamo tutto in casseruola a freddo,  il brodo,  le verdure tritate,  le erbe,  il gambuccio di prosciutto,  il vino,  (il sale lo metteremo quando la minestra sarà cotta a puntino) Lasciamo bollire i fagioli nelle verdure fino a cottura al dente,  poi incorporiamo la pasta, lasciamo cuocere per un minuto  infine metteremo il parmigiano e il peperoncino.  Ecco la minestra nella foto in alto.

Federica   Li conosco questi sapori di casa tua!   Ciao,  a presto!

 

 

13.04.2017

GIARDINAGGIO

Author: Elena Lasagna

13/04/2017

 

GIARDINAGGIO

 

 

Perché le mie rose dopo un giorno di fioritura sono già appassite,  cadono tutti  petali? Grazie!

Rossana

 

Quando si acquistano i rosai  bisognerebbe sempre comprarli in fioritura per avere l’opportunità di fare la palpazione al bocciolo:  se i boccioli sono molto rigidi al tatto e non si schiacciano allora le rose resteranno fiorite per un bel po’ di tempo.  Se invece i boccioli al tatto si schiacciano facilmente e cioè sono mollicci,  allora sono come le tue rose.

 

Perché quando acquisto i tageti in fiore hanno un bel fiore grande e dopo poco tempo che li metto a dimora i fiori rimpiccioliscono e appassiscono?  Grazie!

 

Forse li metti troppo vicini,  il tagete a differenza di alcune piante da fiore se messi troppo vicini non crescono in libertà,  deve formare il suo ceppo con altri fiori;  in quando ai capolini secchi,  o non li innaffi a sufficienza o li innaffi troppo e li disidrati.

Elena  Lasagna

 

14/04/2017

 

Ciao, perché le mie petunie non fanno i fiori in ordine?  Sono quasi sempre sfiorite,  sono più ricche di fogliame che non di fiori.

Gaia

 

È probabile che non prendano abbastanza sole,  forse troppo concime?

Elena  Lasagna

 

15/04/2017

 

I miei pomodori marciscono nel fondo ancora prima di maturare,  perché?  Grazie!

Rosa

 

I pomodori hanno bisogno di molto sole,  e non troppa acqua,  il terriccio deve essere completo delle sostanze di cui sono formati: non troppo ricco e nemmeno troppo povero;  poi la pianta deve essere  potata non dalle foglie ma da altri rami che crescono lungo l’albero maestro (La pianta madre) formando altre piante.

Elena  Lasagna

 

I miei cetrioli fanno poche foglie e pochi frutti perché?

 

Rosa

 

Ai cetrioli al contrario dei pomodori bisogna potare l’albero maestro (togliere quella specie di fiocchetto che la pianta mostra all’estremità) e lasciare crescere i nuovi germogli, allora la pianta diventerà ricca di frutti e di foglie.

 

Elena  Lasagna

 

15/04/2017

 

Quali sono secondo te le rose da acquistare per avere belle fioriture estive con arbusti robusti?

Elia

 

Di rose belle ce ne sono molte,  ne citerò alcune: La tea ibrida è una rosa doppia,  ben formata e robusta ed è una delle rose più coltivate al giorno d’oggi.  I rosai di tea ibrida portano fiori doppi con petali satinati e vellutati; i colori includono varie sfumature di bianco,  giallo, arancio,  rosa,  rosso,  lavanda,  amaranto ecc.  e hanno i boccioli duri e cioè doppi.

 

 Lo stesso vale per la rosa Perfecta,  ha i boccioli a forma di urna che si aprono a corolle doppie di color rosa intenso misto al giallo;  forma un cespuglio vigoroso e compatto ed è molto rifiorente.

 

La rosa Peace,  i suoi boccioli si aprono lentamente a fiori doppi di color giallo oro alla base con orlo rosa e un forte profumo dalla pianta forte e vigorosa.

 

La rosa Magia Nera, anch’essa è doppia dai petali sodi di colore rosso scuro vellutati di nero intenso.

 

La rosa Mala Rubistain  di color salmone,  rifiorente sopra una pianta vigorosa dal profumo intenso con abbondanti fiori.

 

La rosa Giovanni XXIII è una rosa di color bianco madreperlato, rifiorente per tutta l’estate fino ad inizio autunno,  dal profumo delicato.

17/04/201

 

La rosa Ambassador,  elegante rosa color albicocca illuminata di giallo che arriva fino a trentacinque petali. Ha un’abbondante fioritura,  cespuglio vigoroso arriva ad un metro di altezza.

 

La rosa  Aenne Burda, introdotta nel 1976 dalla Germania,  è di color rosso sangue dal profumo delicato, con  circa quaranta petali, e il suo portamento è vigoroso.

 

La rosa Dainty Bess,  è uno dei migliori rosai  tea ibrido con fiori semplici produce una profusione di fiori a cinque petali di color rosa chiaro con orlo scarlatto, delicato profumo e fusto vigoroso.

 

La rosa Maria Callas, un colore particolare da va dalle sfumature del rosa al rosso,  dal delicato profumo, si tratta di una pianta molto rifiorente con cespuglio vigoroso.

 

La rosa  White Wings,  ha fiori semplici, di colore bianco dal profumo moderato compare a grandi mazzi.

 

Le rose Floribunda,  fioriscono in continuità,   fino ai primi geli, ad eccezione del periodo dormiente invernale.  Quasi tutte le varietà Floribunda hanno fiori eleganti,  con boccioli lunghi,  affusolati,  somiglianti a quelli delle tea  ibride;  i fiori sono doppi arrivano fino a sessanta petali ma ve ne sono anche di semplici.

 

la rosa Ice White,  ha i fiori doppi di colore bianco impeccabile, sboccia a profusione ed ha un profumo moderato.

 

la rosa Garnette, Ha i fiori doppi piccoli,  di colore rosso granata,  e giallo alla base, arriva fino a cinquanta petali,  dal profumo tenue adatta per piccole composizioni.

 

La rosa Iceberg,  dai fiori bianchi doppi  che si aprono rivelando un accenno di rosa al centro.  Il suo profumo è molto intenso.

 Le rose che ho descritto le ho avute tutte, man mano che mi verranno alla mente  descriverò altre varietà,  sono molto numerose,  anzi direi infinite.

 

Da quando coltivi la  passione di giardinaggio orto e botanica?

 

Dott.  Robert e Linda

 

Come ho già detto in altri articoli,  questa passione ce l’ho fin da piccola,  e non è diminuita,  anzi in questi anni è sbocciata ancora di più; noi abbiamo sempre avuto giardino e orto,  ho sempre imparato da tutto specialmente dagli errori.

22/04/2017

 

La rosa White k Night,  detta anche “Rose Message”.  Ha i boccioli affusolati,  che si aprono a fiori doppi bianchi,   dopo alcuni giorni dalla fioritura i petali si arricciano lievemente all’indietro, fusti eretti e folto fogliame una bellissima rosa da taglio.

 

La rosa Piccadilly,  ha i boccioli di colore rosso scarlatto che si aprono con sfumature colore giallo pallido sul rovescio;  una rosa molto resistente e molto rifiorente,  resiste alle intemperie ideale per i paesi nordici.

 

La rosa Yellow Pages,  una rosa giallo oro,  i suoi fiori si aprono con sfumature rosa chiaro profumati, anche questa ha i  cespugli vigorosi e resistenti ai climi freddi.

 

La rosa Cyrano,  l’ho acquistata l’anno scorso,  una rosa rampicante dal fogliame verde intenso,  i suoi bccioli  semidoppi sono di colore giallo chiaro dal profumo delicato,  dal fusto eretto e resistente al freddo.

 

26/04/2017

 

La rosa  Crested  Moss  detta anche ” Chapeau de Napoleon”  Ha i fiori doppi ben formati, i petali sono di colore rosa,  in genere riuniti in mazzi.  Il suo profumo è moderato e la sua pianta è molto resistente.

 

La rosa  Maréchal  Niel,  ha grandi fiori doppi di colore giallo intenso,  sbocciano a profusione,  i suoi petali hanno un forte profumo.  Il suo arbusto è forte dal fogliame di un verde brillante;  è una rosa antica,  introdotta a metà del 1800.

 

27/04/2017

La rosa Don Juan,  ha i fiori doppi, colore rosso vellutato dal profumo intenso,  a fioritura continua con un fusto robusto dalle foglie verde brillante.

 

La rosa  Clair Matin,  ha grandi fiori semidoppi, di colore rosa  fioriscono di continuo formando mazzi rotondi.

 

La rosa Chevy Chase,  ha i fiori doppi di color cremisi scuro,  fiorisce in primavera a mazzi su corti steli,  il suo profumo è moderato ma molto gradevole;  le sue foglie sono verde chiaro un po’ rugoso ma non coriaceo.

 

La rosa Climbing Queen Elisabeth,  è una ibrida di tea e floribunda rampicante.  Ha i fiori doppi di colore rosa intenso e rosa pallido,  fiorisce a primavera e in autunno,  il suo profumo è moderato e raffinato;  le  foglie sono verde scuro lucido su un arbusto molto resistente.

 

La rosa Gold Bunny, dalla varietà  “Meigronurisar” è un rosaio rampicante,  mi è stato regalato da mio marito,  con questa rosa ha anticipato il mio compleanno.  È un rampicante molto vigoroso, rifiorente,  i suoi fiori sono doppi di colore giallo pastello,  dal profumo delicato e persistente.  Le foglie sono folte, di un verde classico brillante,  il suo fusto resiste ai climi freddi.

 

Poi un’altra rosa che io adoro è la rosa Climbing Shot Silk, è una Tea ibrida rampicante con fiori doppi di color rosa che scolora in giallo e arancio alla base;  sbocciano su forti rami in primavera  e nel primo autunno.  Profumo intenso,  foglie verde spento leggermente lucide,  anche questo rampicante è resistente al clima freddo del nord Italia.

 

04/05/2017

 

La rosa rugosa Alba  detta anche ” White Japanese Rose”  ha i fiori semplici bianchi dal profumo moderato con bacche arancione il suo arbusto è molto cespuglioso;  fiorisce in primavera e all’inizio dell’autunno.

 

La rosa Sarah Van Fleet ;  fiorisce in mazzi, dai fiori semidoppi color rosa pastello medio, ha un profumo intenso maraviglioso;  il suo cespuglio ha le foglie coriacee di colore scuro,  ma fiorisce in continuazione.  Al Prossimo articolo,  ciao!

 

 

13.04.2017

RISPOSTE AI LETTORI CENTOTRENTAQUATTRO

Author: Elena Lasagna

13/04/2017

 

In questi paesi non sento mai un vero povero lamentarsi,  che si lamenta sempre sono quelli che hanno soldi e roba,  perché?

Graziella

 

Di queste persone non va colto solo ciò che appare,  spesso il lamentarsi di quelli,  è un modo per compiacersi di ciò che hanno,  quando le persone non sono sincere si lamentano perché  stanno nascondendo il loro stato d’animo migliore;  possono ingannare solo gli ingenui.

Elena  Lasagna

 

13/04/2017

 

Il mio ragazzo ride di me con la gente,  si vergogna perché sono già tre volte che vado  all’esame  di guida e sono bocciata.  È grave secondo te?  Bada che lui però non è riuscito nemmeno a studiare le tabelline;  alle elementari era un asinaccio mentre io mi sono laureata.

È ovvio che lui cerca di sminuirti perché non è alla tua altezza,  e da quello che capisco non lo sarà mai!  Quel vergognarsi di te con la gente per una cosa così banale ( ci sono persone molto intelligenti che non riescono a guidare,  non preoccuparti!  Quando la tensione si sarà trasformata in sicurezza ci riuscirai anche tu)   in realtà è la sua di vergogna che gli passa per la testa e con il pretesto del mancato esame di guida cerca di farla pesare a te capovolgendo le cose,  ma  l’asinaccio è lui!  Vedi che subdolo?

Elena  Lasagna

14/04/2017

 

Cosa ne pensi di quei paesi in guerra? E di tutta quella gente che muore?

 D. Franco

 

Io penso che le guerre non ci dovrebbero essere,  nessuno ha il diritto di togliere la vita agli innocenti!  Tutti dovrebbero avere un posto su questa terra,  mentre per mano di pazzi ci sono ogni giorno migliaia di persone che muoiono e altri che non sanno dove vivere sono rimasti senza casa, senza terra senza niente! C’è chi combatte per questa libertà ma come dice un vecchio proverbio ” La violenza genera violenza”! Proprio perché ci sono dei pazzi che se non venissero spazzati via continuerebbero a seminare  morti inutili.

Elena  Lasagna

 

18/04/2017

 

Ieri ho rivisto  quella donna che ha distrutto alcune piante della tua siepe :  razza bianca,  ha dai venticinque ai ventisette anni circa,  capelli scuri lisci, corporatura esile,  statura medio bassa,  segni particolari bocca molto accentuata in larghezza;  credo che mi abbia riconosciuto perché è stata molto cordiale con me,  ma non, le risparmierò nulla!   La gente così meglio che crepi all’inferno!

 

F.

 

Grazie!

Elena  Lasagna

 

19/04/2017

 

Perché secondo te mia figlia mi mette sempre in cattiva luce davanti al suo ragazzo?  Se è per gelosia io non ne vedo il motivo:  prima di tutto è il “suo ragazzo”,  secondo potrebbe essere mio figlio ed io non guardo i ragazzini,  e neanche gli altri uomini.

Alessandra

 

Ci sono madri  come te  che per i figli spaccherebbero il mondo in due e loro non lo capiscono,  ti ripagano con ingiurie,  ipocrisie e infamità!  Come ho già scritto in un altro articolo e lo ribadisco: a volte da genitori santi possono nascere  anche figli meschini.

Elena  Lasagna

 

20/04/2017

 

Come può una donna giovane che ha già passato sei ragazzi calunniare altre donne delle quali non sa nulla del loro passato?

Giuliana

 

I disonesti si giustificano  sempre  colpendo alle spalle gli innocenti!

Elena  Lasagna

 

20/04/2017

 

Come si può fermare tutti questi femminicidi?

Giuliana

I pazzi bisognerebbe curarli prima,  cercando di capirli in tempo,   ci sono molti accorgimenti che lasciano i segni della loro pazzia!

Elena  Lasagna

 

20/04/2017

 

È vero che le mafie sono fatte anche di gente di cultura ?

Alessandra

 

Le mafie sono chiunque!  Anche i criminali sanno leggere.  E poi mafiosi o no se sono criminali che differenza fa?  Ne conosco di bravi bambini e bambine adulti che davanti alla società vorrebbero sembrare delle persone modello ma dietro a questa facciata si nascondono i più disonesti che si possa mai immaginare!

Elena  Lasagna

21/04/2017

 

Che altro ti fa schifo di questa società?

Dott.  Robert

 

L’ignoranza e la maleducazione.

Elena  Lasagna

 

22/04/2017

 

Riusciranno a farcela Rosa Bazzi e Olindo Romano ?

 

Dott.  Robert

 

Se si vuole sì ce la faranno,  ma è una bella matassa da sgarbugliare;  loro non si aiutano per niente.

Elena  Lasagna

 

23/04/2017

 

Amici miei non preoccupatevi,  non mi lascerò certo  giudicare o spaventare da chi  i libri  glieli scrivono gli altri né tanto meno da chi non sa scrivere ancora una lettera di suo pugno senza pensarci per un’ora o andare a cercarla in internet! Laurea felice cari miei!

Elena  Lasagna

 

30/04/2017

 

Spesso mi chiedo come si fa ad uccidere delle persone così,  a sangue freddo mentre quando io sento che muore qualcuno   che lo conosca a no,   mi viene sempre la pelle d’oca e rimango stranito per tutto il giorno.

Giuseppe

 

Purtroppo le guerre sono così,  c’è chi vuole conquistare il potere a tutti i costi,  per vincere deve spazzare via tutto e tutti. Anche chi ammazza qualcuno per niente è già in guerra;  molti individui senza scrupoli cercano potere e autorità mettendo da parte gli altri,  questo è il semplice fondamento di una società senza scrupoli,  che diventa sempre più complessa,  nelle idee,  nei bisogni e nel volere primeggiare su tutto;  questo porta alla distruzione  prima di tutto di  se stesso ,  tutto per un niente,  in questo modo si diventa più zombi che non i morti che lascia sulla sua via!  Tutto questa lotta per sentirsi liberi mentre  la vera libertà è quella di lasciare vivere gli altri!

Lasagna  Elena

 

03/05/2017

 

Ho sentito una discussione dentro un gruppo di persone che dicevano sì alla dittatura.  Pensano che si risolverebbero tutti i problemi del caos,  del disordine e sporcizia nelle strade  di tutti i paesi, solo così la gente rispetterebbe le regole imposte dalla costituzione.  A questo punto cosa ne pensi?

 

Io penso che tutte le dittature non dovrebbero esistere.  Le persone non sono tutte uguali proprio per questo non si deve far pagare a chi le regole le rispetta e le ha sempre rispettate.  Ma anche gli asini possono imparare con le maniere adeguate.  Ci sono alternative migliori e civili per far rispettare le regole:  e sono le contravvenzioni salate,  chi non potrà pagare dovrà scontare la pena con lavori  stabiliti dalla legge. Applicare le leggi con tocchi democratici ma gesti decisi  si otterranno più risultati che non con la dittatura. Basta osservare i paesi con quel regime e sarebbe come vivere in una prigione sempre.  Per me la dittatura è come  morte.  La dittatura per me è negligenza e cattiveria,  perché l’intelligenza ha sempre un’alternativa al male!

Elena  Lasagna

 

05/05/2017

 

Che cosa disapprovi nell’abbigliamento femminile?

Annamaria

 

Ovviamente l’abbigliamento sconcio è mancanza di rispetto verso i tuoi superiori e la società stessa,  poi se uno se ne frega,  allora non  può farmi male.  Ad esempio io non porterei mai le guaine contenitive, è inutile essere di una taglia in più per poi nasconderla,  se una donna non si piace farebbe prima a dimagrire così non dovrà nascondere nulla.  Tutto sommato meglio piacersi o dimagrire!

Elena  Lasagna

 

06/05/2017

 

Ieri ho incontrato una signora e mi ha detto che ti conosce,  ti ha riconosciuto guardando  le foto sul  tuo sito.  Mi ha detto che tempo fa eri assistente in un ambulatorio di un medico, le piaceva quando la ricevevi,  perché dice che eri molto gentile,  te l’ho detto perché queste cose fanno sempre molto piacere;  è vero che lavoravi in un ambulatorio medico?

 

Federica e Alessandro

 

Grazie Fede per avermelo raccontato,  è vero essere ricordati per la gentilezza è molto gratificante.  Non saprei dirti chi possa essere perché con le persone mi sono sempre comportata in maniera imparziale,  quindi,  spero  di aver lasciato a tutti questo bellissimo ricordo.  In quell’ambulatorio lavoravo circa dalle quattro alle cinque ore al giorno, solo di pomeriggio,  al mattino invece lavoravo in sartoria.  Quello che ho imparato e quello che ho provato lavorando con una persona così stimata per la sua competenza è davvero impagabile, è indimenticabile!  Non dico altro.

 

Elena  Lasagna

 

07/o5/2017

 

Non molto tempo fa ho dovuto cambiare medico perché non sapeva come curarmi.  Mi mandò da uno specialista e poi mi proibì di fare quelle cure;  me le cambiò,  e stavo male come prima,  allora mi disse di sospenderle del tutto e mi gonfiai al punto che i miei famigliari credevano che non ce l’avrei fatta.  Ma che cos’è questa cosa,  incompetenza o cinismo?

 

M.

 

Io spero che di persone così ce ne siano poche oppure che stiano scomparendo.  Non si può giocare con la vita dei pazienti!  Dire che è incompetenza è poco ma l’incompetenza esiste anche se avesse saputo curarti,  perché  chi usa gli esseri umani come cavie  dovrebbe essere radiato per sempre dall’albo dei medici!

 

Elena  Lasagna

 

09/05/2017

 

Chi è quello che ferisce gratuitamente?

Dott.  Robert

 

È l’ipocrita senza scrupoli,  il denigratore che poi si lamenta per le offese ricevute!

Elena  Lasagna

 

09/05/2017

 

È vero che lavi i muri della casa?  Con che cosa?

Angelo

 

Sì,    è vero, li lavo con acqua e sapone,  mi piace guadagnarmi da vivere da sempre,  per me avere il tempo di  scrivere e studiare è già un grande regalo. Ma non credere che io mi senta inferiore a una persona che si fa mantenere dal padre o dal marito,  perché ti sbagli di grosso,  mi sentirei inferiore se fosse il contrario!

 

Elena  Lasagna

 

09/05/2017

 

Ho una vicina di casa che mi deve sempre dire quando è ora di tagliare l’erba del “mio” prato,  perché dice che l’erba alta o l’ erbaccia  le dà fastidio.

A…..

Se l’erba non va ad intaccare la sua proprietà,  lei non può ordinarti un bel niente!  Se le dà fastidio che la vada a brucare come fanno le capre!

Elena  Lasagna

 

09/05/2017

 

Hai mai dato buca ad un appuntamento?

U…

 

Sì,  perché mi accorsi che  quell’appuntamento era fasullo,  non era  ciò che io credevo nel senso della professionalità, doveva fare delle prove su di me,    così senza nemmeno conoscermi,  perché  sono così loro… credono di poter manipolare tutto e tutti!  Ed avevo ragione,  perché quella buca io la ricevetti da una persona comandata da lui!  Sai il solito imbecille che fa le veci del cretino prepotente,  aderisce al male e mai al bene,  quelli sono della peggior specie.

Elena  Lasagna

 

11/05/2017

 

Come definiresti un insegnante che insegna al contrario perché vede che l’alunno acquisisce molto,  sparla di lei con i suoi colleghi,  sperando che le  venga l’Alzheimer?

Dott.  Robert

 

Io so che hai una definizione scientifica ma io ti dico semplicemente che è un deficiente!   Aspetta, però non farmi vincere !

Elena  Lasagna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

13.04.2017

RISPOSTE AI LETTORI CENTOTRENTAQUATTRO

Author: Elena Lasagna

13/04/2017

 

In questi paesi non sento mai i veri poveri lamentarsi,  che si lamenta sempre sono quelli che hanno soldi e roba,  perché?

 

10/04/2017

BREZZA  DI  PRIMAVERA

 

 

Di cielo e di musica

 

vestita ti sei

 

Un idillio di anime libere

 

s’innalzano,  scendono,  su valli,  monti e città

 

Che pace allegria sospiri dei fiori!

 

Rispecchi il dipinto di ogni ora del giorno,  di sera e di notte

 

Ogni volta m’incanti!  Il trastullar delle onde  gli amanti

 

Come immagini antiche che tornano

 

all’orizzonte scompaiono

 

piano piano lontano

 

Chissà

 

Elena  Lasagna © 2009

 

BRISE  DE PRINTEMPS

 

De ciel et de musique

 

tu t’es hahillée

 

Une idylle d’âmes libres

 

S’élevent descendent sur vallées montagnes et villes

 

Quelle paix  joie quels soupirs des fleurs!

 

Tu  réflètes  la toile de toute heure du jour le soir et la nuit

 

Chaque  fois tu me charmes!  La distraction des vagues les

 

amants

 

Comme des images anciennes qui reviennent

 

à l’ohrizon elles disparaissent

 

tout doucement loin

 

peut-être.

 

07.04.2017

RISPOSTE AI LETTORI NOVANTADUE TRENTASETTESIMA PARTE

Author: Elena Lasagna

07/04/2017

 

 

 

Di che cosa si occupa la scienza costituzionalistica?

 

Angela

 

È la scienza che studia i caratteri fisici,  psichici e morfologici dei singoli individui al fine di giungere alla classificazione di tipi ben definiti   (biotipi o tipi costituzionali).  Nel passato i medici e gli studiosi dell’uomo hanno riconosciuto nella variabilità di una popolazione il ripetersi e l’accentuarsi di somiglianze che trascendono il semplice dato fisionomico e che invece sottolineano caratteri d’insieme che indicano particolari predisposizioni a malattie e particolari tipi di carattere e di comportamento. Ippocrate classificava i “tipi” umani dividendoli in due categorie fondamentali:  a corpo lungo e snello (abito ptisico)  e a corpo breve e massiccio ( abito apoplettico).  Galeno sulla base di una sua teoria degli umori, definì quattro tipi fondamentali che presentano alcune coincidenze coi biotipi moderni (linfatico,  sanguigno, bilioso,  melanconico, o nervoso).  Nel XlX secolo nelle classificazioni dei tipi umani prevalsero quelle costituzionalistiche,  effettuate a scopo sia diagnostico-medico.  Continua domani.

08/04/2017

 

Nel 1922 il Pende, sulla base di studi effettuati sull’attività ormonica e sull’influenza di questa sui singoli individui,  definì la costituzionalistica come scienza che analizza in un tutto unico dati puramente fisici ( o fisiologici)  e modelli di comportamento  (o dati psichici).  Su tali basi il Pende definì quattro biotipi :  longilineo tonico-stenico;  longilineo atonico-astenico;  brevilineo atonico-astenico.  Ciascuno di questi possiede,  secondo lo studioso,  ben definiti caratteri psicologici; inoltre,  varianti di tali tipi caratterizzano in modo categorico le varie “razze”.  Tale posizione deterministica del Pende servì di base per l’elaborazione di teorie razziali sia in Europa che in America.  Negli anni Trenta,  il Viola elaborò una classificazione fondata  su metodi antropometrici,  in base alla quale concluse che tutti gli individui derivano da un biotipo ideale (normotipo) secondo due linee (longilinei microsplancnici e brevilinei macrosplancnici)  con una notevole percentuale di biotipi non differenziati (mixotipi).  Tale classificazione è stata nel 1972 ripresa da vari studiosi,  fra i quali l’italiano Brian che ha proposto un test antropometrografico per applicazioni costituzionalistico-mediche, che ha avuto largo seguito anche all’estero.  In contrasto con questa tendenza, soprattutto nel XX secolo si sono affermate classificazioni di tipo psicosomatico,  basate sul rapporto esistente di ogni individuo fra sviluppo del sistema endocrino e del sistema nervoso a struttura corporea in generale.  La più nota fra queste è quella del tedesco E. Kretschmer che si basa essenzialmente sulla divisione operata da E. Kraepelin degli psicotici nei due grandi gruppi degli schizzofrenici e dei maniaco-depressivi.  Continua domani.

10/04/2017

 

Kretschmer  osservò che a queste due forme di psicosi corrispondevano rispettivamente dei tipi costituzionali diversi : gli astenici o leptosomici (longilinei) e i picnici (brevilinei); oltre a questi due tipi ne definì un terzo,  l’atletico,  con notevole sviluppo  schelettrico e muscolare e con caratteri psichici affini a quelli del tipo picnico.  Nei soggetti normali Kretschmer  individuò tre temperamenti fondamentali:  schizotimico,  caratterizzato dalla tendenza all’autismo,  con ricca vita interiore,  e difficoltà nei rapporti sociali,  tipico dei leptosomici;  ixotimico,  caratterizzato da rigità intellettiva,  vischiosità affettiva,  equilibrio e tenacia;  ciclotimico caratterizzato  da forte reattività emotiva,  risonanza con l’ambiente, socievolezza,  tendenza ai cambiamenti d’umore,  tipico dei picnici.  Secondo Kretschmer,  non esisterebbe soluzione di continuità tra normalità e psicosi,  temperamenti intermedi tra quelli normali e questi ultimi sarebbero rispettivamente gli schizoidi ei cicloidi.  Partendo dalla tesi di Kretschmer,  negli anni quaranta W.H. Sheldon e S.S. Steven isolarono negli individui alcune componenti primarie del fisico:  prevalenza dei visceri e dell’apparato digestivo (endomorfismi),  del sistema nervoso e dell’apparato tegumentario (ectomorfismo).  Dal differente rapporto fra queste componenti hanno classificato gli individui in tre biotipi fondamentali:  il viscerotonico, contraddistindo da estroversione e amore per le comodità,  il somatotomico, caratterizzato da spirito pratico e aggressività; il cerebrotonico,  caratterizzato da introversione e inibizione.

 

10/04/2017

 

Il mio bambino di sette anni soffre di incontinenza urinaria,  il medico dice che non è niente,  io sono preoccupata,  ho ragione di esserlo?  Grazie  Silvia

 

Il medico sa  che sono diverse le cause dell’incontinenza che si riscontra a questa età,  se lui  ti ha detto così è perché ha capito il disturbo di tuo figlio.  Fra le cause principali c’è malformazione dell’uretra,  fimosi,  calcoli vescicali,  irritabilità vescicale,  ipertrofia tonsillare,  parassitosi intestinale,  epilessia,  ma soprattutto stati ansiosi;  tuo figlio è ansioso?  Comunque  Silvia abbi fiducia nel tuo medico.

 

13/04/2017

 

Che cos’è l’emocromatosi?  Grazie!

Gilda

 

È una malattia chiamata “cirrosi pigmentaria”  detta anche diabete bronzino.  La caratterizza  un’alterazione congenita del ricambio del ferro,  che assorbito in eccesso dall’intestino,  tende a depositarsi sotto forma di emosiderina in vari organi ( cuore,  pancreas,  fegato,  pelle ecc.) Intorno ai depositi tissutali di emosiderina si ha abbondante formazione di tessuto connettivo fibroso che provoca sclerosi diffusa e quindi gravi alterazioni funzionali degli organi interessati (insufficienza epatica,  diabete,  insufficienza cardiaca).

 Caratteristici aspetti di questa malattia sono il notevole ingrossamento del fegato e la deposizione di melanina nella pelle che determina il tipico aspetto color bronzo.

14/04/2017

 

Essere affetti da diverticolosi è grave?  Che cosa sono?

Sara

La diagnosi della diverticolosi si ottiene quasi sempre dagli esami radiologici.  La presenza di diverticoli a carico dell’apparato digerente,  della vescica urinaria e dell’intestino. I diverticoli al colon e del duodeno è un’affezione quasi sempre asintomatica ma che talvolta può essere la causa di importanti emorragie o di altri disturbi legati appunti all’infiammazione dei diverticoli.  i diverticoli sono la dilatazione circoscritta estroflessione cava a fondo cieco che appare come il prolungamento di una cavità di un organo.  I diverticoli possono anche formarsi temporaneamente, durante lo sviluppo embrionale di un organo,  come il diverticolo ipofisario.  In anatomia patologica,  malformazione di origine congenita o acquisita,  dell’apparato digerente o della vescica,  che può dar luogo a un’infiammazione (diverticolite) a causa del ristagno di materiali da espellere (feci o altro). Per esempio c’è il diverticolo di Meckel,  appendice a fondo cieco  annessa all’ultimo tratto dell’ileo:  rappresenta un residuo del canale onfalomesenterico che si riscontra nel 20% degli individui. E come tutte le altre patologie se curate in tempo non diventeranno gravi.

 

19/04/2017

 

Il processo fagocitario avviene solo negli animali o anche nell’uomo?

Gisella

 

Avviene anche nell’uomo,  è un processo biologico attraverso il quale alcuni tipi di cellule  fagociti) inglobano nel loro protoplasma materiali estranei  di diversa natura,  (microorganismi,  materiali organici e inorganici corpuscolati,  cellule morte e senescenti,  residui di cellule in distruzione).  In genere i corpi estranei fagocitati vengono digeriti e distrutti da speciali enzimi endocellulari.  Le particelle di natura inorganica,  non essendo digeribili,  possono depositarsi definitivamente nella cellula sotto forma di inclusioni citoplasmatiche.  Negli organismi unicellulari e nei metazoi inferiori la fagocitosi ha significato essenzialmente nutritivo,  concludendosi con la digestione e l’assimilazione delle sostanze fagocitarie.  Nell’uomo e  in genere negli animali superiori il processo fagocitario ha funzione di difesa  in quanto permette la distruzione intraorganica di materiali estranei corpuscolati e soprattutto dei microrganismi pervenuti nel sangue e nei tessuti.  Alcuni leucociti possiedono una spiccata attività fagocitaria come ad esempio i leucociti ( granulociti neutrofili e monociti)  ed elementi fissi o mobili del sistema reticolo-istiocitario localizzati nella milza,  nel midollo osseo,  nel fegato, nelle ghiandole surrenali e in altri organi) .  Nella prima fase della fagocitosi le particelle estranee penetrate nell’organismo vengono attratte dalla superficie cellulare dei fagociti presenti nella sede di penetrazione oppure giunti lì con la circolazione sanguigna o grazie a movimenti attivi di tipo ameboide del protoplasma.  La cellula fagocitante emette quindi prolungamenti citoplamatici che circondano la particella estranea fino ad inglobarla.  La presenza di particolari proteine e polisaccaridi sulla superficie delle cellule microbiche conferisce loro un’elevata resistenza alla fagocitosi:  tale proprietà può essere ridotta o annullata dalla presenza del sangue di speciali anticorpi detti “osponine” e dall’azione del complemento.   Di norma i germi patogeni fagocitati vengono rapidamente distrutti.  In alcuni casi  come infezioni meningococciche,  streptococciche,  ecc. i microrganismi possono restare vitali per lungo tempo o addirittura moltiplicarsi nei fagociti,  i quali diventano un pericoloso veicolo di diffusione intraorganica del processo infettivo.

 

21/04/2017

 

Che cos’è la malattia di “Gapser” in che cosa consiste?

A.

 

È un morbo,  un complesso morboso il cui sintomo principale è rappresentato dall’apparente perdita di nozioni elementari e da risposte a rovescio,  mentre il soggetto si mostra perfettamente orientato rispetto alla sua situazione attuale.

 

 

04/04/2017

 

PRIMAVERA

 

 

 

 

È così  bello il bosco in questi mesi!

sembra che t’inviti alla sua festa

Come un rifugio senza le pareti,  il silenzio

fa risanar ogni ferita

 

 

Il vento in un mattino dolce

si alza all’improvviso manda i suoi profumi

Le siepi lasciano il pallore dell’inverno,

rivestono i loro grami steli

 

 

Le zone pianeggianti penetran di luce

all’improvviso riprendono i colori

 

Le fontane cantano;  si specchiano in girotondo

i cinguettii, fuggono tra le spine e ortiche

alla mensa del buon Dio,  negli angoli nascosti

senza aver paura.

 

S’alzano in volo sullo sfondo blu,  sugli arazi

delle nuvole,  portando i pensieri verso l’infinito

poi ritornano alla pergola fiorita apron le ali

a suon di banderuola per dire:  la nuova vita è qui

 

 avvolge tutto ciò che il cuore sogna.

 

Elena  Lasagna

 

Dall’album “Nella mente e nel cuore” © stampato nel 2009

 

Printemps

 

Il est si vivant le bois ces mois-là

On dirait qu’il t’invite a sa fête

Comme un refuge sans parois,  le silence

fait guérir toute blessure.

 

Parr un matin doux,  le vent

se lève tout à coup, il envoie ses parfums.

 

Les haies quittent la pâleur de l’hiver

elles rhabillent leurs tiges maigres

Les regions plates pénètrentde lumière

subitement elles reprennent les couleurs

 

Les fontaines chantent;  les gazouillements

réagissent en ronde, ils fuient entre des épines et des orties

à la Sainte Table dans les coins cachès

sans avoir peur

 

Ils s’envolent sur le fond de bleu  sur le tapisseries

des nuages en portant les pensées vers l’infini

puis ils reviennent àla charmille fleurie,  ils ouvrent leurs ailes

au son des girouettes pour dire:  la nouvelle vie est là

 

elle enveloppe tout ce que le cœur rêve.