06.09.2016

TU E IL 2016-17 COSA VUOI SAPERE?

Autore: Elena Lasagna

06/09/2016

 

Il  tuo  2016-17  fatto  con  il  cuore

 

tu e il2016-17 cosa vuoi sapere 51

Sono  Donatella nata trentotto anni fa sotto il segno dei Pesci con ascendente Capricorno. Da qualche mese mio figlio di otto anni quasi ogni giorno mi parla di quella visione che ha avuto una sera davanti alla finestra prima di addormentarsi.  Dice di avere visto un grande splendore e una figura di donna con un abito bianco  e blu e un velo bianco.  Io allora gli ho mostrato molte immagini e mi ha segnato l’immagine della Madonna di Lourdes.  Mi piacerebbe tanto dirlo al parroco,  vorrei dirlo a tutti ma non vorrei che poi venisse deriso dai suoi compagni di scuola,  lui è sereno e sa trattenere l’entusiasmo,  sono io che invece non sto più nella pelle.  Cosa dovrei fare?  Grazie!

 

Donatella,  quello che mi stai proponendo è una grande responsabilità;  io non voglio rivelarti quello  che devi fare ma ti dirò quello che farei se fossi al posto tuo.  Dopo tutto quello che si è sentito io non direi mai a nessuno una cosa così grande,  non per paura che tuo figlio venga deriso,  ma per quello che dovrà subire in futuro.  Anni fa,  quando veniva rivelata una cosa del genere,  bambini e adulti venivano sottoposti a  lunghi interrogatori e a lunghe pressioni psicologiche,  come fossero delle torture.  Potrebbe andare incontro a episodi simili, che non si limitano  alla compiacenza del parroco della parrocchia,  ma addirittura potrebbe essere messo a dura prova per vedere se dice la verità o se è pura immaginazione.  Comunque ci sono modi e modi di trattare le persone;   io lascerei  che  attraversi la sua infanzia e adolescenza cercando di ascoltare il suo profondo perché possa vivere quell’emozione in magnifica sicurezza. Sai? Tempo fa certe persone sono state confinate in un manicomio,  per poi scoprire dopo una vita che dicevano la verità.  Col passare del tempo potrebbero proseguire mutazioni spirituali profonde;  potrebbe diventare la sua strada per cambiare direzione verso un’impresa straordinaria.  In quanto a te cerca di rafforzare le basi del tuo IO e vedrai che troverai pace e serenità;  quella serenità che non solo sa vedere ma sa anche tacere.  Vi mando gli auguri più belli!

Elena  Lasagna

 

08/09/2016

 

Sono Antonella nata quarantanove anni fa sotto il segno della Vergine con ascendente Acquario.  Le mie coetanee portano tutte la minigonna,  mio marito e i miei figli sono contrari, dicono che le donne della mia età dovrebbero coprirsi di più,  sei d’accordo?

 

Voglio raccontarti un episodio di poco tempo fa,  in un centro commerciale mi sono trovata davanti a me due ragazzi giovani, credo che fossero maggiorenni, davanti a loro c’era una signora in minigonna: dal retro si vedeva una figura longilinea e gradevole,  si vedevano le artocolazioni un po’ stagionate, ma loro, i ragazzi continuavano a fare commenti positivi.  Quando però la signora si girò e mostrò il volto i ragazzi mutarono la loro espressione gioiosa in una smorfia deludente quasi  sconvolgente, Poi capirai il perché di questo mio aneddoto.

Perché ti serve l’approvazione di qualcuno per portare la minigonna?  Forse non ti senti abbastanza sicura? Se ti senti disinvolta non dovresti ascoltare nessuno e fare di testa tua.  E poi non si giudica una persona dall’abito che indossa! Ci sono donne dello spettacolo bellissimee non più giovani (anche di settanta ottant’anni ) che la indossano molto bene,  sono armoniose nelle forme  con il resto del corpo e  del viso, sono molto gradevoli. Certo se ti vesti da ragazzina con la pelle che cade giù dalle ginocchia o hai la pelle del  viso  che va a finire sul decoltè, allora meglio lasciare perdere;  non  devi indossare la minigonna solo perché non hai altro da mostrare che le gambe o diventerai patetica! Se è vero che l’occhio vuole la sua parte,  il buongusto  vuole di più!  Per indossare certi capi di abbigliamento ci vuole un animo positivo e non troppo superficiale perché la bellezza vera viene da dentro,  la puoi risaltare indossando l’abito che meriti;  non lasciarti condizionare da chi è infantile, egoista e retrò ma cogli l’essenza e cura i dettagli;  buona minigonna! Con i migliori auguri!

 

Elena  Lasagna

 

22/09/2016

Sono Tiziana di trentanove anni,  nata sotto il segno del Cancro con ascendente Toro.  Nella mia famiglia mi sento sospesa tra la gioia e il dolore, mio marito mi dice sempre che con i figli sono troppo apprensiva,  ma dimmi come si fa a non preoccuparsi quando vanno in discoteca?  Sono dei bravi ragazzi ma vivo sempre con questo dubbio,  un dubbio che mi assale e che quando sono fuori non riesco a darmi pace,  è incominciato per me l’inferno! Con le droghe,  l’alcool e altro che girano nelle discoteche,  anche se non le cerchi te le fanno assumere senza che te ne accorga;  molti ragazzi guidano senza neanche sapere che sono stati impasticcati!  È una grande brutta realtà;  è una brutta ” Era”.  Non si potrebbe fare più controlli per salvaguardare la vita dei nostri ragazzi?  Grazie!

 

Tiziana,   quello che mi hai detto corrisponde a verità:  a volte si può cadere nella trappola e poi nel tunnel della droga,  ma un genitore se ne accorge prima.  Ti capisco ma se continui a vivere così morirai prima del tempo. Vivi con gli occhi aperti e metti  un po’ di positività  anche per le discoteche. A volte anche  i ragazzi delle famiglie più unite e per bene quando sono insieme in quei luoghi sfoggiano comportamenti anomali senza per forza che altri li conducano su una brutta via. Con i figli bisognerebbe comunicare sempre,  ma poi dipende dal carattere:  ci sono ragazzi che in famiglia si comportano lealmente,  altri invece fanno sempre il loro dovere e poi quando sono fuori bevono come spugne e altro.  Se i tuoi figli sono ancora adolescenti ti conviene accompagnarli e poi ritornare presto sul luogo a riprenderli, così almeno ti darai pace.  Purtroppo il fenomeno della droga non è di questa Era,  ma esiste da molto tempo e anche tempo fa  con i giovani c’era lo stesso problema;  forse perché non c’era quell’informazione di oggi,  le morti erano più silenziose ma il dolore delle famiglie era lo stesso .  Una volta passato il periodo adolescenziale raggiunta la maggiore età poi è fatta,  i pensieri negativi non saranno più così assidui.  Sono rare le eccezioni di famiglie che non sono dominate dal demone dell’apprensione che a volte annulla anche la mente ma bisogna lottare perché non si possono rifiutare le proprie responsabilità. La lotta giornaliera ti farà conquistare un nuovo modo di essere e vedrai che la forza vitale che assumerai giorno dopo giorno ti porterà su una giusta linea da seguire.  Auguri  per un 2017 più sereno!

 

Elena  Lasagna

03.09.2016

RISPOSTE AI LETTORI CENTOVENTISEI

Autore: Elena Lasagna

03/08/2016

Molte persone si chiedono da dove viene tutti gli anni in questo periodo l’infestazione di bruchi.  Ebbene,  i bruchi nascono dalle uova che depongono le farfalle;  certe tipologie di piante attirano le farfalle più di altre come ad esempio il gelso,  il platano ecc.  Sono piante che ornano i nostri viali,  i comuni fanno sempre la disinfestazione,  ma non succede in certe case private che hanno piante di questo tipo e non hanno nessuna cura,  lasciano che gli alberi formino quelle ragnatele,  di conseguenza vengono privati delle loro foglie mangiate da questi bruchi, che sono numerosissimi.  Quando finiscono il cibo che hanno a disposizione allora partono e vanno in cerca di altre dimore come arrampicarsi sopra i muri delle case,   arrivano nei nostri giardini, ovunque.  L’appello va a queste persone che tengono questi alberi enormi,  senza dare loro mai nessuna cura,  danno un senso di desolazione;  incuranti o compiaciuti dei danni che arrecano alle famiglie vicine;  se gliene parli ti rispondono:  ma io che debba spendere dei soldi per far piacere agli altri?  La risposta si commenta da sé.  Ogni anno è la stessa storia,  chi se ne frega del prossimo dovrebbe abitare sille rive del Po o nei boschi. Lo stesso vale per chi brucia le siepi  degli altri con i diserbanti o altre cose distruttive,  gente così  sarebbe meglio che non esistesse! Quando certe persone si mettono idee in testa e non vogliono vedere la realtà, allora  in quella testa c’è qualcosa di molto serio che non va;  come se io un bel mattino mi svegliassi e dicessi che la Fontana di Trevi è mia, o che il comune l’ha disegnata per me!    Gli psichiatri hanno più lavoro adesso che non molto tempo fa!

 

Se io fossi in te lascerei  la siepe secca davanti ai loro occhi per far sì che ogni volta che la guardano vedano la loro imbecillità!

 

Dai tuoi amici

 

Elena  Lasagna

 

05/09/2016

 

Vi racconto cosa mi hanno detto Gloria e Mario ieri sera,  i nomi sono fittizi,  abitiamo nello stesso comune,  sono persone tolleranti e intelligenti ma ultimamente hanno subito alcuni dispetti gratuiti.

Non riesco nemmeno a raccontare quello che ho trovato due giorni fa davanti alla porta di casa dice Gloria.  Si  fa presto a dire denunciate,  denunciate!  Ma a chi denunciamo?  Dall’amico dello stolto?  Dall’amante della sgualdrina?  O dall’amico  della madre ocona?

 

 Mi dispiace sentirti dire queste cose, perché la maggior parte di loro sono persone meravigliose.  Non vi dovete sentire in colpa,  ci sono persone  infelici,  malate,  che fanno dispetti come questi, un soggetto intelligente,  sano di mente non lo farebbe mai! Troviamoci domani sera alle 21:30 a casa del dott. Robert e Linda,  ci sarà anche Giovanni.

 

Elena  Lasagna

 

06/09/2016

 

Avete visto  e sentito che non esiste nessun fantasma e nessun demone,  ma  a commettere questi reati sono persone vive e vegete malate di odio e invidiose ?  Ora sapete chi sono!  Il perseverare significa che dietro a tutto questo c’è qualcuno che … una persona rifiutata che non è riuscita nel suo intento malato!

Elena  Lasagna

 

07/09/2016

 

C’è un proverbio che cambieresti?

Dott. Robert

 

I proverbi italiani sono davvero giusti,  ma uno in particolare lo finirei in maniera diversa,  ed è:  “sbagliare è lecito ma perseverare è diabolico”.  Ecco nella seconda parte io metterei: “perseverare è da stolti” !  Credo che le persone che subiscono violenze ripetutamente siano daccordo con me,  prova ad interpretare la differenza delle due parole. L’intelligenza,  la giustizia,  sanno combattere il diabolico e costui verrà a poco a poco sconfitto,  ma la stoltezza no,  come ti appelli a costoro?

Elena  Lasagna

 

08/09/2016

 

Piacerebbe anche a me scrivere poesie,  è il mio sogno,  ma sono troppo impegnata si fa presto a dire ce la puoi fare! Ma quando la sera torno a casa devo preparare la cena, devo badare ai bambini, dove mi resta il tempo?  Dimmelo tu, come dovrei fare?

Maurizia

 

Io credo che se una persona ha talento non abbia bisogno di trovare il tempo per mettere sul foglio di carta i suoi pensieri,  quando la cosa ti prende devi accoglierla:  di giorno,  di notte,  in qualsiasi  luogo e in qualsiasi  momento.  Anche la mente più costruttiva dalle pareti resistenti,  occupata dalla routine,  cela la voglia di aprire le porte e mettere le ali per congiungersi con attimi intensi di poesia!  Se non c’è non c’è e basta,  avrai  pure altre aspirazioni? O no?

Elena  Lasagna

 

11/09/2016

 

So di avere sbagliato con te,  abbiamo parlato bene per poi mettere male i piedi. Scusaci!

 

G, F, T, A, M, S, G, L, U, J, C…

 

 Diciamo pure che avete messo male le mani e la testa! Ormai non ha più importanza,  gli stolti siete voi che prendete le cose degli altri perché non vi piacciono le vostre !  Non preoccuparti la vita prima o poi ti presenta il conto!  Voi fate parte di quella categoria di gente che non ha il coraggio di dire in faccia ciò che pensa e lo scrive anonimamente o lo fa fare per altri;  tanto l’ho sempre saputo di che pasta siete fatti!  Parlate parlate, riportate cose non vere solo perché in voi c ‘è solo odio e non vi accorgete che odiate anche voi stessi! Siete di quelli che per sentirvi  furbi mentite e rubate,  si vede che venite dal basso,  in realtà siete solo dei vigliacchi altro che grandi! Una persona grande non si vede da quello che possiede in denaro,  ma da quello che  fa e da quello che ha dentro,  esattamente da quello che è!

Elena  Lasagna

 

Chi ha ucciso la professoressa Gianna secondo te? L’incappucciato?

 

Dott.  Robert

 

L’incappucciato ammesso che esista potrebbe essere un caprio espiatorio per l’assassino.  Io non credo che un uomo entri in casa della gente quando il marito sta innaffiando il giardino.  Poi c’è da dire che nella litigata tra i due coniugi si sentiva una voce che parlava il dialetto bergamasco e il marito è di origini meridionali;  questo non potrebbe avere nessuna importanza,  anch’io conosco certi dialetti meridionali e non sono meridionale.  Si dice che le ferite inferte sulla povera signora abbiano dato origine ad uno spargimento di sangue notevole, ci si domanda perché il marito ne sia uscito pulito;  e se avesse indossato una tuta con il cappuccio e i guanti? E  prima di sporgere denuncia abbia fatto sparire il tutto compresa l’arma del delitto  rimettendosi gli stessi abiti che aveva a cena con la famiglia?  Poi mi fa pensare molto facebook tutte quelle frasi d’amore che la povera signora scriveva al marito,  perché non si esprimeva a voce con lui?  Non viveva in Australia!  Doveva farsi perdonare qualcosa gridando il suo amore  così forte perché giungesse a lui tramite il mondo intero ?  Oppure erano solo voci di malelingue?  Insomma per chi non l’avesse capito io credo che sia stato il marito. Il movente?  Potrebbere essersi stancato di  certi sospetti, poi credendo di essere stato tradito abbia dato un taglio netto prima che  la cosa diventasse di dominio pubblico; o peggio ancora è stato per  una questione di denaro?  E se non avesse agito da solo? Sai Robert,  mano a mano che il tempo passa il mio pensiero   si nutre di forti impressioni che portano sulla strada vera,   ma se così fosse non esisterebbe più niente di umano né di sacro e si rivelerebbe uno dei  delitti peggiori di tutti i tempi.

Elena  Lasagna

 

15/09/2016

 

Esiste secondo te l’elisir di lunga vita?

Un gruppo di amici

 

Secondo me esiste,  ed è sempre esistito,  bisogna solo crederci;   bisognerebbe anche  trovare la chiave e non importa se molti non ci credono o pensano che sia il contrario io invece  l’ho potuto constatare da alcune persone che ho conosciuto tempo fa.  La chiave per aprire le porte all’elisir di lunga vita è ascoltare la coscienza,  e continuare sulla strada del bene,  ripulirsi da tutte quelle menzogne,  e infamità  ecc. che non sono altro che il fango dello spirito che fa ammalare il corpo e distrugge  la mente.

 

Elena  Lasagna

 

 

03.09.2016

I MIEI PROVERBI E MODI DI DIRE NOVE

Autore: Elena Lasagna

03/09/2016

 

Se  guardi intorno  a te scoprirai la verità!

 

O non vuoi vederla?

 

C’è  già un proverbio che dice:

 

non esiste cieco più cieco di chi non

 

vuol vedere!

 

04/09/2016

 

Gli stolti si conprenderanno tra di loro?

 

E chi lo sa?

 

09/09/2016

 

Chi pensa solo a se stesso non potrà mai

 

capire in che cosa consiste la bellezza

 

vera di un paese!

 

10/09/2016

 

Ignoranti si nasce?

 

Sì,  con un certo tipo di ignoranza si

 

nasce e si muore!  E  costoro si amalgamano

 

 bene tra  di loro!

 

11/09/2016

 

Se qualcuno si comporta in modo sleale con te

 

ha qualcosa di molto grave da nascondere!

 

12/09/2016

 

Se quando commetti qualche reato ti senti

 

sicuro che nessuno potrà vederti,  ti stai sbagliando

 

di grosso! C’è sempre qualcuno che sente e vede

 

con la sua vista interiore;  ti garantisco che queste

 

persone esistono davvero!  Arriverà il giorno che

 

pagherai tutto,  interessi compresi!

 

14/09/2016

 

Quando si arriva al punto che non si sa

 

distinguere o comprendere il bene dal male

 

indipendentemente dall’età di una persona

 

significa che  si è completamente fusi!

 

Specialmente se si commettono cose

 

perverse e poi per cattiveria s’incolpano

 

persone innocenti!

 

17/09/2016

 

Un vecchio proverbio cinese dice:  per aiutare

 

gli altri devi prima concentrarti su di te

 

una volta raccolta l’energia  impara a distaccarti

 

dal superfluo  e sarai in grado di concentrarti

 

anche su di loro;  meno superfluo hai

 

più forte sarai!

 

18/09/2016

 

Quando l’anima è pulita,  tutto ciò che è

 

pulito ti sorride!

 

19/09/2016

 

Prima di puntare il dito pensa a ciò che sei!

 

21/09/2016

 

Non ci si ripulisce di tutto in un giorno solo!

 

Sempre che tu  riesca!  Mettere la testa nella

 

sabbia  serve  solo a complicare le cose.

 

22/09/2016

 

 Da superficialità,  menzogna e  indifferenza

 

nasce la stoltezza!

 

25/09/2016

Una testa che funziona vale più di mille averi!

 

26/09/2016

 

Nessuno mai deve riparare agli errori fatti

 

da altri!

 

27/09/2016

 

Se hai il sole dentro, lo vedi  fuori anche quando

 non c’è.

 

29/09/2016

 

Non si può confondere il brigante per  una

 

persona brillante!

 

02/10/2016

 

L’amicizia vera è  come respirare aria pura

 

una mano forte che arriva da lontano

 

è gioia grande!

 

04/10/2016

 

Non puoi mettere gli uni contro gli altri solo

 

perché non sei capace di fare il tuo lavoro!

 

Accetti notizie da persone che non riportano

 

la verità!

 

 

31/08/2016

Io  so  che  insieme  ce la faremo

 

Questa  atmosfera ormai  si è fatta  gelida

 tiene imprigionata una possibilità che si chiama “vita”

 

Non ci sarà nessuna estate a riscaldarla

ogni giorno ci prende il cuore e l’anima senza

preavviso,  non si può fingere,  ormai non 

 ha più senso!

 

Ci metteremo tutto il coraggio che c’è per smascherare 

per fermare chi ha il cuore di una bestia:  ci lanceremo contro il ladro

contro l’assassino,  e contro chi  vuole oscurare la vita al mondo!

 

A chi non riesce a considerare che questo mondo non

appartiene solo a loro,  sempre più inquinati dalle scorie dell’egoismo

con quell’idea fissa,  senza luce né speranza

ma che sa accecare la loro mente con la forza 

dell’illusione!

 

Elena  Lasagna 31/08/2016

19.08.2016

I NOSTRI AMICI ANIMALI QUATTRO

Autore: Elena Lasagna

19/08/2016

 

Mi hanno regalato una scimmietta, è molto

 

brava,  non combina guai,  c’è solo un

 

particolare curioso:  quando usciamo

 

in mezzo alla gente,  lei lascia andare

 

delle pacche sulle natiche di tutti!  Come

 

posso fare per farla smettere?

 

Nando

 

Semplice,  quando lo farà di nuovo

 

falle segno che non lo deve fare,

 

intimidiscila e  mettila in punizione

 

ma fallo in maniera dolce.

 

  Se non dovesse  capire allora portala

 

a spasso solo quando sei sicuro che

 

incontrerai la persona o le persone che ti

 

stanno su!  Così vi divertite in due.

 

21/08/2016

 

I miei genitori hanno acquistato due

 

agnellini,  io mi sono affezionato, non

 

posso permettere loro di ucciderli per

 

le loro feste,  non so come fare e ci sto

 

male!

 

Pierino

 

Rinuncia alla paghetta settimanale e

 

comprali!  Non te li possono più togliere.

 

26/08/2016

 

Quanti anni vive uno struzzo?  Io non

 

potrò separarmi mai!

 

Gianni anni otto

 

Gli struzzi non vivono a lungo come

 

le persone,  vedrai che quando avrai

 

molti amici e amiche  riuscirai a fartene

 

una ragione!

30/08/2016

 

Il mio cane non abbaia mai con nessuno,  tranne

 

che con me!

 

Argo

 

Regalalo,  è ovvio che vuole stare con tutti

 

tranne che con te!

 

02/09/2016

 

Vorrei tanto fare il pastore come mio nonno

 

Ma i miei genitori non vogliono

 

Spero tanto che qualcuno faccia loro

 

cambiare idea.

 

Egidio

 

Quando avrai finito le scuole  d’obbligo

 

e quando sarai maggiorenne potrai

 

avventurarti nel mondo della pastorizia

 

fino a quando lo vorrai.

 

05/09/2016

 

C’è molta gente che non sopporta l’abbaiare

 

dei cani,  tu cosa ne pensi?

 

Remo

 

A me personalmente piacciono molto,

 

dei cani non mi può infastidire nulla

 

anche perché loro non hanno colpe.

 

 Quello che può dare fastidio non è l’abbaiare,

 

 

 un cane deve abbaiare o non sarebbe un cane

 

anche perché sta segnalando qualcuno o

 

qualcosa che non va.  Sono i padroni senza

 

scrupolo,  che li lasciano abbaiare per ore

 

senza prestare la minima attenzione per i cani

 

stessi o per le persone.   Un’altra cosa molto

 

grave è quella di lasciarli puzzare,  o lasciare

 

 

i loro escrementi in giro sui confini dei  loro

 

vicini, o fare pipì sui marciapiedi o addirittura

 

davanti ai cancelli e nelle piante.

 

 Con dei padroni così i cani mi fanno molta

 

 pena;  sicuramente sono migliori

 

dei loro umani.

 

17.08.2016

TU E IL 2016-17 COSA VUOI SAPERE?

Autore: Elena Lasagna

17/08/2016

 

Il  tuo  2016-17  fatto con  il cuore

 

 

tu e il2016-17, 50m

Sono dell’Acquario,  con ascendente Vergine,  nata settant’anni fa alle otto del mattino.  Da molto tempo ormai mi sento prigioniera di me stessa,  non riesco a comunicare con mio figlio ma soprattutto con mia nuora.  Non si può pretendere che i figli scelgano le loro compagne che piacciono alle madri,  ma non è  neanche pretenzioso desiderare la loro felicità. Mio figlio non è felice,  l’ho capito in diverse circostanze;  lui vorrebbe che tra me e sua moglie ci fosse un rapporto d’intesa.  Ma come posso dirgli che lei fin dall’inizio mi ha aperto i suoi sentimenti dicendomi che non voleva i suoi parenti tra i piedi,  forse per paura che fossimo invadenti,  ma non credo che sia questo;  la cosa peggiore è che lei non lo ama e di conseguenza noi le diamo fastidio.  Io comunque sono stanca di questa situazione,  desideriamo riallacciare i rapporti con nostro figlio, questo desiderio è più forte di ogni altra cosa,  anche perché la distanza che si separa è molto poca,  quindi non c’è ragione di continuare così.  Vorrei sapere cosa ne pensi.  Grazie!

 

Maria Grazia,  mi stavo appunto domandando di che pasta sia fatto tuo figlio.  Un vero uomo non può opporsi al desiderio di amare la sua prima famiglia.  È succube di quella donna perché anche lui vorrebbe la vostra vicinanza ma qualcosa lo trattiene forse per non contrariare lei.  Questa situazione è diventata pesante anche per lui,  ma prima dovrebbe raggiungere una nuova dimensione di sé  per liberarsi di questo sentimento che lo comprime e lo sta soffocando.  Ci vorrebbe una persona nuova nella sua vita:   per esempio un’amica di molto tempo fa,  che lo aiuti a liberarsi di questa schiavitù.  Qualcuna che lo distolga dalla gabbia o il suo sottosuolo mentale diventerà arido e morirà.  Una persona sincera che lo illumini,  che gli faccia ricordare che i valori della famiglia sono importanti e che non devono essere travolti dalla follia della sua compagna.  Desiderio fatto di privazioni e di odio nei confronti della sua famiglia,  ma spero che ritrovi la linea della speranza senza opporre resistenza a ciò che è chiaro e indissolubile.  Non bisogna mai smettere di lottare specialmente se è per una causa giusta;  e sono certa che presto prenderà la direzione vera,  acquisterà la forza per ritrovare  la connessione che c’era prima tra di voi .  Ti auguro buon proseguimento,  e un bellissimo 2017!  Fammi sapere!

Elena  Lasagna

 

22/08/2016

 

Sono Rosa nata trent’anni fa sotto il segno del Cancro con ascendente Vergine.  Poco tempo fa la mia migliore amica si è confidata con me,  si è tolta un peso che a dire poco è come un macigno che la stava schiacciando:  mi ha detto che ha capito che il suo primogenito non è nato dal matrimonio con suo marito.  Io sono amica di entrambi e devo dirti che ora mi sento a disagio e non so come fare per aiutarla a svuotare il sacco.  Come posso fare?  Grazie.

 

Rosa,  è necessario mettere da parte il tuo facile sentimentalismo.  Non è possibile che tu abbia pensato ad una cosa del genere!  Capisco il tuo senso della realtà,  la tua (lealtà) ma non si può piombare così all’improvviso nella vita degli altri.  Dovresti essere meno coinvolta,  meno assorbita,  o c’è qualcosa che non vuoi  rivelarmi a proposito del marito della tua migliore amica?  Hai chiesto la mia opinione e ti ringrazio,  ma sta lontana da quella famiglia! Non puoi adagiarti su un fatto sconvolgente di comodo.  Io credo che in questo momento la tua amica abbia bisogno di altro e non di una che vuole a tutti i costi rivelare un segreto di grande importanza come questo!  È ovvio che sta vivendo un momento difficile,   ad un tratto nella sua mente si presenta questa tematica da risolvere,  come è altrettanto ovvio che se non ha ancora rivelato la paternità del bambino non è ancora arrivato il momento.  Ci sono momenti sì e momenti no,  alcuni nodi prima di essere districati devono trovare il giusto equilibrio,  magari quando avrà raggiunto la serenità interiore,  per liberarsi dalle ansie e affrontare la situazione con fermezza e determinazione.  Io penso che se si amano davvero anche se ci sarà una rivoluzione sentimentale, riusciranno poi a vedere un senso raggiungibile per non fare soffrire anche il bambino.  Forse un giorno riusciranno a ritrovare la serenità interiore con emozioni nobili di naturalezza,  equilibrio e di amore.  Auguro felicità a te ma soprattutto ai tuoi amici,  se li lasci in pace ci riusciranno!  Buon 2017!

Elena  Lasagna

 

24/08/2016

 

Sono Samantha, nata trentadue anni fa sotto il segno dell’Ariete con ascendente Gemelli.  Sono preoccupata,  fra meno di un mese dovrò riportare il mio bambino alla scuola materna,  al solo pensiero si agita e mi pianta il  broncio.  È sempre stato un bambino gioioso,  aperto,  che non vedeva l’ora di andare all’asilo per ritrovarsi con i suoi coetanei;  ma ultimamente non lo frequentava volentieri,  non sono ancora riuscita a farlo parlare.  Ho chiesto ad altre madri che frequentano la stessa scuola ma loro non hanno notato nei loro piccoli alcun cambiamento.  Io invece ho il sospetto che il mio sia stato maltrattato o umiliato,  come faccio a denunciare la cosa se sono sola,  e non ho nessuno che mi sostenga? Mi prenderanno per pazza?  Grazie!

 

I sospetti di una madre non vanno sottovalutati.  Forse gli altri bambini non sono stati maltrattati,  o forse hanno rimosso la cosa sostituendola con la positività,  così,  naturalmente.  Anche perché ogni bambino reagisce in maniera diversa,  se fossi in te lo farei interrogare da uno  o da una psicologa,  anch’io credo che abbia subito qualcosa di spiacevole,  i bambini non cambiano carattere da un giorno all’altro.  Prima trovava questo ambiente divertente e luminoso,  mentre se ora gli è diventato noioso e soffocante un motivo ci sarà.  Uno psicologo con tutto il suo sapere derivato anche dall’esperienza riuscirà a mettere a fuoco la verità nel dettaglio,  in modo che nulla resti nell’ombra.  È molto importante a quell’età che il bambino non si chiuda in se stesso,  deve ritrovare quell’atmosfera che gli appartiene,  specialmente per il suo futuro perché nella sua mente non resti nessuna nuvola ad offuscare il periodo della sua infanzia e adolescenza.  Quindi   il procedere si basa sul concreto per arrivare alla verità o per cancellare i fantasmi.  Io credo che tu debba prepararti senza temere che alcuna linea d’azione che conduce a risultati spiacevoli possa in qualche modo  spiazzare qualcuna che conosci e che non sta operando nella maniera più professionale.  Non si può accettare che qualcuno-a possa scaricare le sue frustrazioni maltrattando dei piccoli innocenti! È una delle  più grandi carognate che possa esistere!  Io ti auguro che questa persona venga travolta dal vortice della giustizia!  Con i miei migliori auguri.

Elena  Lasagna

10.08.2016

IL TESSUTO CONNETTIVO TERZA PARTE

Autore: Elena Lasagna

10/08/2016

 

INCONTRO   ALL’ESTATE  CON ARMONIA

 

incontro all'estate con armonia

 

 

Non si può certo dimenticare il pericolo che tutte le cure estetiche vengano vanificate da un eccesso di esposizione ai raggi solari.  I benefici del massaggio non è solo estetico ma  ricordo che operano su vaste superfici corporee; ed è anche vero che il movimento,  la dieta, e un buon massaggio possono dare grandi benefici,  ma non sono mai vere e proprie cure.

Dopo i trattamenti alcune persone anzi,  molte avvertono la scomparsa di dolori,  il massaggio dei loro rifiuti organici,  altri muovendosi con maggiore libertà,  non avvertono più dolori alle articolazioni.  Molte persone credono addirittura che il massaggio abbia sconfitto la loro artrite,  la loro cefalea,  la loro stitichezza ecc.  ,   in realtà il massaggio è una grande cura,  ma la cura più grande è quella che noi ci prefiggiamo con  noi stessi o con lo psicoterapeuta;  prima dobbiamo sconfiggere le nostre paure,  le nostre insicurezze,  le nostre ossessioni ecc.   per poi vedere fino a che punto  il massaggio sia l’arteficie della guarigione,  o se tutti questi disturbi non erano altro che il risultato delle nostre frustazioni.

 

L’ EFFICACIA DEL MASSAGGIO CONNETTIVALE SU UN SOGGETTO SANO

 

La pelle atonica e anelastica è un problema metabolico costituito da una insufficienza della consumazione di ossigeno,  o della riduzione degli apporti nutritivi  e ormonali, o del malassorbimento.  Nel caso specifico di rilassamento cutaneo, su un soggetto sano   il massoterapista o estetista utilizzano la tecnica del massaggio connettivale che con particolari e specifiche manipolazioni provoca un richiamo sanguigno che inonda la cute e il sotto-cute provocando effetti nutritivi e effetti sulla ossidoriduzione.  L’afflusso del sangue che può essere controllato attraverso l’elevarsi della temperatura locale,  si ripercuote sulla nutrizione poiché  con il sangue nuovo arrivano principi nutritivi e corpi di diversa natura: ormoni ecc. che regolano il metabolismo.  È a questa azione che vanno attribuiti gli effetti  trofici del massaggio sull’atomia;  come dobbiamo le modifiche plastiche del viso come tessuto,  turgore ecc.  che vengono successivamente evidenziati.  L’afflusso di sangue nuovo,  l’irrorazione,  stimola le ossidazioni,  ed è a queste azioni che si deve il rialzarsi della temperatura,  perché le combustioni cellulari vengono attivate a livello del tessuto adiposo.  La cute rilassata è anche iporeattiva,  il massaggio connettivale provoca un risveglio di essa dal punto di vista circolatorio e nervoso;  questa manipolazione digitale è capace di risvegliare e di rianimarla.   Questo particolare massaggio può essere trofico come può essere anche l’uno e l’altro iniziando dalla stimolazione.  Il connettivo è un passaggio obbligato degli scambi nutritivi cellulari e sede di ristagno di liquidi e tossine.

Quando per vari motivi appaiono alterazioni sanguigne con impedimento ad una buona circolazione c’è un disquilibrio fra la pressione osmatica delle proteine e la pressione idrostatica con l’aumento dei liquidi e tessutali.  Nella pelle atonica il ricambio dei liquidi è compromesso e vi è accumulo di tossine endogene,  dunque se si  aumentano gli apporti si devono anche aiutare i drenaggi dei liquidi in eccesso.  Il massaggio si può definire soprattutto circolatorio e in questo caso specifico (atonia ) rivolta alla microcircolazione della cute e del sottocutaneo.

In caso di malassorbimento invece,  prima di procedere con il massaggio connettivale sarà estremamente utile curare  questa patologia.  Perché è una vera patologia in quanto  è caratterizzata  dal deficit di trasporto di uno o più principi nutritivi attraverso la mucosa intestinale.  Osso si manifesta con disturbi complessi e caratteristici,  dovuti sia alla mancata assimilazione dei principi nutritivi degli alimenti,  sia all’accumulo di materiali ingeriti nel lume dell’intestino. All’origine di questa patologia vi possono essere fattori molteplici di natura intestinale come malformazioni congenite,  deficit enzimatico dell’epitelio della mucosa,  infezioni,  stati infiammatori, esenzione estesa dell’intestino ecc.  oppure di natura extra intestinale come malattie del fegato e delle vie biliari,  malattie del pancreas,  alterazioni locali del circolo ematico o linfatico,  scompenso cardiaco ecc.

 

L’IMPORTANZA DELLA MEMBRANA CELLULARE

16/08/2016

 

 Tutti sappiamo l’importanza della membrana cellulare in rapporto all’attività funzionale della cellula.  Infatti è proprio sulla membrana che avviene attaverso i recettori specifici per l’effetto di ionizzazione,  il richiamo di quelle sostanze che,  grazie all’azione degli enzimi la cui presenza è assai notevole,  circa l’80% del patrimonio enzimatico cellulare,  subiscono una prima trasformazione e danno il via al lavoro intracellulare.  L’attività metabolica cellulare quindi parte dalla sua membrana;  inoltre ha una risposta di tipo immunitario riconoscendo materiale non self e per quanto riguarda solo le cellule di tipo nervoso e muscolare la conduzione degli impulsi.  L’espletamento di tutte queste funzioni sono possibili  grazie alla loro struttura e alle sostanze  che le costituiscono e al loro stato fisico.  Le pareti cellulari sono tridimensionali disposte a tenda che sale e scende in modo che le sostanze che arrivano dall’esterno sono costrette ad un movimento ondulatorio sia nella fase anabolica che catabolica facilitandone il metabolismo.

Le sostanze che le costituiscono sono i fosfolipidi,  formati da grassi insaturi,  proteine, e colesterolo quanto basta per renderle permeabili.  Questi hanno una parte idrofila polare,  la testa di segno negativo,  ed una idrofoba a due code,  apolare di segno positivo.  Questa differenza di potenziale permette loro di tenersi unite formando così un doppio strato di grasso.  I fosfolipidi inoltre permettono alla membrana cellulare di sopportare temperature superiori ai 50-60° C senza che il loro stato fisico subisca variazioni è questo è possibile per la presenza di acidi grassi saturi combinati.  la semipermeabilità è in rapporto a un corretto equilibrio di fosfolipidi e colesterolo ,  un eccesso di questi in deposito soffocherebbe la cellula chiudendone i passaggi proteici.  Le prostaglandine derivate dagli acidi grassi,  sono responsabili della giusta quantità di questo deposito,  le quali presiedono  all’equilibrio del colesterolo sulla membrana portandone via se in eccesso rimettendolo nel torrente circolatorio.  Alle proteine invece spetta il compito di far passare sostanze che,  non avendo affinità con i grassi,  da sole verrebbero respinte.

Sono di due tipi:  di tipo A e tipo B.  Al tipo  A  è legato il passaggio dei soluti ( zuccheri,  elementi che trasportano acqua come i sali,  sodio,  potassio, ecc)  Queste passano da parte a parte il doppio sterato grasso portando gli elementi necessari per la vita della cellula direttamente nel citoplasma.

Il tipo B,  si immergono meno profondamente e fanno da intermediarie tra le sostanze che arrivano dall’esterno( ormoni, neurotrasmettitori,  farmaci ecc) e la membrana,  permettendone le prime trasformazioni per l’azione dei recettori e degli enzimi.

La funzionalità  e il benessere di ogni cellula sta nel suo corretto metabolismo e quindi alla ionizzazione delle sostanze  che potrà essere possibile solo se tutti gli elementi che compongono la sua mambrana sono in equilibrio e in perfetto stato fisico.  La membrana cellulare in rapporto all’ortodermia,  dovendo intervenire per la cura di un’anomalia distrettuale,  dove le funzioni cellulari sono rallentate o alterate,  bisognerà ristabilire il metabolismo cellulare per far sì che questa esplichi in pieno le sue funzioni,  in relazione anche ai prodotti per cui è preposta.  Sapendo che oggi ci sono sostanze adatte  con elementi che possono interagire per ristabilire attraverso scissioni e combinazioni un metabolismo equilibrato si potrà intervenire proprio su quel tipo di cellula.

 

La membrana cellulare deve essere nella situazione ottimale per poter accettare sostanze fisiologiche o indotte,  quindi un discorso ortodermico di prevenzione: bisognerà  evitare accumuli e depositi o situazioni extra- cellulari anomale,  perché queste situazioni  non facilitano l’apporto e gli scambi di sostanze,  rallentando così il metabolismo.  Quindi nel caso di anomalia bisogna prima ristabilire una situazione ottimale per la membrana cellulare e poi,  attraverso questa,  sfruttandone le attività e le proprietà,  riportare in equilibrio il metabolismo cellulare essendo questo il responsabile della vita e funzionalità della cellula.

 

08.08.2016

MALARIA

Autore: Elena Lasagna

08/08/2016

MALARIA

 

Quali sono le cause della malaria? Che cosa c’è da sapere sulla malaria?

Alessandra

 

La malaria è una malattia causata da parassiti del genere Plasmodium,  trasmessi all’uomo per inoculazione da zanzare del genere Anopheles. La malaria ha decorso più o meno acuto,  spesso cronico;  se ne distinguono due forme diverse.  La malaria maligna inizia con una sintomatologia di brividi intensi e dopo un’incubazione di 10-15 giorni la febbre si eleva rapidamente e si mantiene sui 40-4i °C per oltre 8-10 ore, dopo scende  ai valori normali con grande sudorazione.  Ma la cosa non finisce qui,  perché dopo un giorno di benessere apparente si ha un nuovo accesso febbrile ed è più duratura della prima fase,  con un diagramma termico meno regolare,  spesso atipico e con febbre subcontinua.  Già dopo i primi accessi si riscontra splenomegalia,  che aumenta nel tempo e nelle forme croniche diviene irriducibile.  Anche se curata la malattia tende a recidivare per parecchio tempo dopo l’infezione primitiva fino a quando si esaurisce,  ciò che di solito avviene entro due anni.

 

La malaria benigna da plasmodium ovale, si manifesta con gli stessi sintomi  di quella maligna,  a eccezione di una maggiore regolarità della durata  degli eccessi febbrili e del suo diagramma termico; sono possibili recidive  per quattro anni.

La malaria quartana  da Plasmodium malaria  si differenzia dalle precedenti per un inizio sì con brivido molto più intenso dopo un’incubazione di 27-30-32 giorni;  dopo l’intervallo di apiressia fra un eccesso febbrile e il successivo è di due giorni.  Essa tende a ricidivare più della terzana, per un periodo che va dai 5-10 anni.

 

Delle malarie sovrapposte e malarie miste,  le prime sono terzane o quartane, con la sovrapposizione  di due o più cicli parassitari ( terzana doppia,  quartana doppia e anche tripla),  per cui gli accessi febbrili avvengono quotidianamente,  quelle miste invece sono sostenute da due o più specie parassitarie contemporanee.

Nella malaria perniciosa  (da plasmodium falciparum in quantità elevatissima)  le emazie infestate dai parassiti si addensano nei capillari di vari organi interni,  dando luogo a forme cerebrali,  cardiache,  surrenali,  ecc.  gli accessi febbrili assumono un aspetto molto grave con stato setticemico,  torpore,  come,  paresi e spesso morte in poche ore.  La malaria cronica rappresenta l’esito di ripetute infezioni e reinfezioni in zone malariche.  Ha quasi sempre un andamento irregolare;  si riscontra un aumento di volume della milza e del fegato,  anemia spiccata,  astenia,  fequenti nevralgie e nevriti.  Nei casi più gravi  la malattia esita in cachessia malarica,  con edemi,  acsite,  colorito terreo della cute,  spiccata astenia,  ittero,  diatesi emorragica.

Attualmente tutte le forma di malaria si curano con farmaci sintetici,  per distruggere i parassiti nel sangue.  La diagnosi viene formulata sulle basi delle indagini cliniche .

02.08.2016

RISPOSTE AI LETTORI CENTOVENTICINQUE

Autore: Elena Lasagna

02/08/2016

 

Cosa pensi dell’Islam?

Dott.  Robert

 

A parte quei gruppi radicali  folli che sanno uccidere e distruggere in nome di Dio,  tutto il resto sono essere umani come tanti,  buoni,  cattivi,  ladri,  ipocriti,  coraggiosi e onesti.

Elena  Lasagna

03/08/2016

Qual è l’ultimo libro che hai ultimato e corretto?

Federica

 

È  ” La luce della riviera”  ed ho appena iniziato ” Gli avvoltoi del ventunesimo secolo”;  poi,  ne  ho scritto  altri secondo me più importanti. Resteranno inediti come tutti gli altri,  comprese le poesie.

Elena  Lasagna

 

05/08/2016

Cosa pensi del delitto di Serena Mollicone?

Dott.  Robert

 

Sono stati tutti sconvolgenti,  ma questo è uno di quelli che lascia pensare ancora di più per le modalità in cui è avvenuto ma soprattutto  per chi l’ha eseguito.

Elena  Lasagna

 

10/08/2016

 

Si ritroveranno mai ancora in vita,  certe persone scomparse molto tempo fa?

 

Dott.  Robert

 

Forse una,  ma per il resto  secondo me ci sono ben poche speranze. Alcune di loro sono state sciolte nell’acido, e poi fatte sparire come fossero immondizia,  altre sono state sepolte nei boschi e altre ancora sotto il cemento.  Che il cielo  aiuti gli assassini!

Elena  Lasagna

 

11/08/2016

 

I comunisti di oggi hanno un odio irrompente che i fascisti di oggi non hanno!  I primi sono capaci di cose peggiori.

Giancarlo e Annalisa

 

Secondo me quando una persona è delinquente e cioè scarsa, debole,  non esiste partito né religione che tenga!

 

Elena  Lasagna

 

13/08/2016

 

Cosa pensi dell’omosessualità?  Hai mai ricevuto proposte in quel senso?

 

dott.  Robert

 

Il mio motto è “vivi e lascia vivere”,  ne ho visto e  sentito di tutti i colori,  mi sa che si stia esagerando. In quanto alle proposte omosessuali al solo pensiero mi si rivolta lo stomaco  forse perché omosessuali si nasce,  ed io non lo nacqui!

Elena  Lasagna

 

13/08/2016

 

Che cos’è che più  ti  ripugna a questo mondo?

 

Dott.  Robert

 

I ladri,  chi occulta,  chi limita, chi storpia e distrugge le cose altrui.  Quelle persone non riesco a guardarle. Per non parlare poi di altre che vogliono dimostrare ciò che non sono e cioè delle persone per bene!  A parte le cose fantasiose positive, in un individuo mi fa schifo tutto ciò che è falso!

 

Elena  Lasagna

 

18/08/2016

 

Mio marito vuole avere sempre ragione anche quando non ce l’ha!  Cosa posso fare per non impazzire?

Rosy

 

Non è sempre negativa la cosa sai? Potrebbe essere uno stimolo per esaltare sempre di più la tua acutezza!  Ma se invece capisci che la sua non è intelligenza ma imbecillità allora dagli sempre ragione come si fa con i matti!  Vedrai si stancherà prima lui.

Elena  Lasagna

 

19/08/2016

 

Come si fa a scoperchiare la maschera dei falsi e dei corrotti? Cercano sempre di farla franca a mie spese!

Eleonora

 

Si fa e basta!  Usa gli strumenti dell’astuzia e della diplomazia. Il coraggio  ha una grande energia e non teme mai di trovarsi sbilanciato!

 

Elena  Lasagna

23/08/2016

 

Che cosa pensi del degrado ambientale?  Nonostante non ci sia lavoro per tutti nessuno si degna di tenere pulita la città in cui vive!  Specialmente gli extra comunitari che percepiscono un tot. dallo stato, invece di mantenere l’ordine insultano l’ambiente con tutte le loro immondizie:  le spargono ovunque! Per non parlare poi delle case in cui vivono oltre al fetore che si sente quando si entra,  intorno a loro non c’è altro che degrado!

Domenico

 

Mi dispiace contraddirti Domenico,  ma il degrado non è da imputare solo agli extra comunitari,  ma bensì ad un certo tipo di gente,  con una certa ideologia e cultura.  Ci sono anche qui nel nostro paese persone che non amano la giustizia,  né l’ordine tanto meno la bellezza di una città pulita,  accogliente e prosperosa.   Non hanno la dignità,  né la voglia di sbloccare la stasi,  piuttosto che rimboccarsi le maniche vivono nell’inerzia più profonda cadendo sempre più in basso abbandonando i ruoli che la  vita quotidiana richiede per il rispetto di se stessi e del prossimo.

Elena  Lasagna

 

25/08/2016

 

F. ,  so che sei stato tu a fare fallire quella famiglia che ti ha dato il lavoro per molti anni,  e insieme a quei delinquenti vi siete divisi il bottino.  Con noi avete cercato di fare la stessa cosa cinque anni fa:  la vostra trovata al mare come fosse un incontro casuale,  quei discorsi fuori luogo e fuori tempo.  Tu e la tua megera avete cercato di convincerci a farci  togliere la recinzione perché qualcuno potesse usufruire della nostra proprietà e magari per togliere il valore alla casa,  in caso qualcuno fosse riuscito a farcela vendere!  Con tutta quella smania di esserci  amici!  Poveri illusi! Non sapete con chi avete a che fare!

Elena  Lasagna

 

27/08/2016

 

Qual è il colmo dei colmi per una persona con la testa grossa che si da delle arie?

Dott.  Robert e Linda

 

Non avere dentro niente se non ragnatele e cacca!

Elena  Lasagna

28/08/2016

 

Com’è possibile che certi figli contestino l’eredità dei loro genitori?  Esistono i figli prediletti?

Dott. Robert

 

Ci sono figli con grande talento che si sono fatti una posizione conducendo una vita piena di responsabilità, impegno costante e rinunce. Questi sono i figli che ogni genitore vorrebbe avere,  mentre altri,  sia uomini che donne, quelli che  hanno concluso poco nella loro vita,  hanno fatto una vita da gaudenti,  vivendo alla giornata e pensando solo a se stessi.  Questi ultimi sono i prediletti,  e sono quelli sempre colmati da qualcosa in più degli altri,   le asimmetrie sono sempre a loro vantaggio, proprio come il “figliol prodigo”,  continueranno a non tradire la loro natura e al momento dell’eredità sono loro a contestarla perché non vorrebbero che venisse diviso nulla ma bensì andasse tutto a loro.  A questi non si apre mai uno spiraglio di luce per comprendere la verità, e la giustizia,  ma spesso attaccano chi si è guadagnato da vivere sempre e  a questi  tocca difendersi trasmettendo una forza generosa per eliminare torpori,  incertezze che deturperebbero per sempre i loro rapporti.  Questi sono i figli sì ma non i prediletti!  Il prediletto resta sempre l’eterno bamboccione incapace di vivere con le proprie forze!

Elena  Lasagna

 

 

29/08/2016

 

Credi ancora in questo mondo?

Doriana ed Emma

 

Quando sento e vedo tutto quello che succede ogni giorno,  non vedo altro che un muro che si sgretola sempre di più.  Nonostante tutto spesso riesco a pensare ancora positivo,  anche se ci sono idioti che si aggregano per generare disagi e distruzione,  ma c’è anche gente di valore che lotta insieme non solo per se stessa ma per il bene del mondo intero.

Elena  Lasagna

30/08/2016

 

Perché secondo te le liti tra vicini di casa si fanno sempre più frequenti?

Rosamunda

 

Succede spesso quando tra loro c’e gente  poco intelligente, invidiosa  e disonesta che si mangia la parola data, che cerca di sovrastare il bello del vicino e nasconde la sua sporcizia,  che vuole sempre e non sa dare nulla mai se non dispetti  e degrado che va a finire sulle proprietà altrui; ” i classici morti di fame” che alla fine se non rubano qualcosa stanno male!

Elena  Lasagna

 

01/09/2016

 

Riusciresti a riconoscere una voce camuffata anche dopo quindici anni?

 

Dott.  Robert

 

Sì,  mi è capitato di riconoscere delle voci che ho conosciuto durante la mia infanzia e che poi non avevo più rivisto fino a poco tempo fa.  Quella di due sere fa era  una voce camuffata da un accento dell’est di quell’uomo conosciuto all’inizio di settembre in un ufficio pubblico quindici anni fa. Ecco perché ripeto:  via le mele marce dalle istituzioni!

 

Elena  Lasagna

 

01/09/2016

 

Grazie Giovanni per quello che trasmetti e per quello che fai!  ( Alla cozza ci penso io).

Elena  Lasagna

 

 

 

 

 

01.08.2016

MAGNIFICENZA E SPLENDORE

Autore: Elena Lasagna

01/08/2016

MAGNIFICENZA  E  SPLENDORE

 

 

Per l’album  ”  Cielo stellato”