Archive for the 'Nelle storie di tutti i giorni' Category

06.06.2014

NELLE STORIE DI TUTTI I GIORNI SETTE

Author: admin-ele

06/06/2014

 

Che cosa consiglieresti ad un genitore di fronte alla persecuzione di un pedofilo?  E ad una donna che cosa consiglieresti in caso di un presunto  predatore?

Annalisa

Non è certo cosa facile allarmare i figli di continuo, anche perché andranno in paranoia, ma si può benissimo metterli in guardia da vicini, parenti, e sconosciuti. Non accettare mai di allontanarsi con una scusa qualsiasi dal gruppo o da soli con una persona più grande o anche con qualcuno che si conosce: per esempio l’amico di papà, lo zio troppo accondiscendente,  la persona che hai conosciuto per dei lavori fatti in casa, specialmente se a lungo andare diventa un po’ strano. Comunque per ogni cosa sospetta avvisare sempre i genitori. È vero spesso sono persone insospettabili e attaccano la vittima con vigliaccheria, approfittando della buona fede o dell’innocenza dei bambini, poi si comportano come bestie feroci e spesso uccidono e occultano il cadavere. Io credo che quel genere di  umano debba essere smascherato per non perderlo mai di vista! È assetato di potere, esaltato dal senso di possesso,  e credo anche che queste persone non guariranno mai perché non vogliono cambiare. La stessa cosa vale anche per i predatori di donne: non addentrarsi nei parchi da sole o in luoghi isolati; un’altra cosa importante sarebbe quella di frequentare una scuola di arti marziali o di autodifesa, e ovviamente stare sempre in guardia; non cedere mai alle lusinghe di corteggiatori galanti specialmente se hanno famiglia: quelli sono i più pericolosi e maniaci del sesso, e soprattutto cercare di capire chi è, che cosa vuole la persona che ti insospettisce, cerca di saperne di più prima che lui si comporti da stalker.

Elena  Lasagna

 

 

12.04.2014

NELLE STORIE DI TUTTI I GIORNI SEI

Author: admin-ele

12/04/2014

Vorrei raccontarti la mia storia,  Chiamami Gioiasole, è il nome che avrei voluto per la mia prossima figlia, ma poi tutto cambiò, perfino la mia vita.

OLTRE LA  FINESTRA

OLTRE  LA  FINESTRA

Sono stata sposata per molti anni, abbastanza da sentirmi di riprendere in mano la mia vita. Mi sono detta:  ora che i miei figli sono grandi vorrei riprendere il mio amato lavoro. Tutto avrei presagito ma che mio marito avesse preferito la mia morte alla mia decisione, questo mi risuonò alquanto strano, perché ho vissuto vent’anni con uno sconosciuto. Come i detti popolari :  << Non si è mai finito di conoscere qualcuno>>

Siamo stati molto felici insieme, ci siamo anche amati molto; ecco perché per me è stata una grande sorpresa, dopo vent’anni di matrimonio non conoscevo ancora mio marito.

Se penso che mio padre lo amò come un figlio, anche perché essendo figlia unica ero molto coccolata dai miei genitori, pensa che mio padre mi chiamava ” Principessa ”  e io ripetevo ” Pincipeccia “è una parola comune a molti genitori che vorrebbero il meglio per i loro figli, un altro modo per manifestare il loro amore. Se avesse saputo quello che mi capitò si sarebbe spento di  dolore.

Un giorno credendo di fare una sorpresa a mio marito gli dissi che avevo avuto un incontro con il notaio del paese per un impiego ; uomo di stile capace di metterti a proprio agio un uomo d’altri tempi, il quale mi disse che capitavo proprio nel momento opportuno per una serie di ragioni che ora non vorrei prolungarmi troppo. Per me fu una frase magica, non stavo più nelle ossa, non era più un sogno caratterizzato come nella mia fantasia un mix di irresistibile follia. Ricordo la mia felicità! Era follia vera dettata dalla gioia.

Quando tornai a casa incominciai a fare progetti per la mia casa i miei figli e anche per me , dovevo rifarmi il guardaroba, ero fuori di me dalla smania; non vedevo l’ora che tornasse a casa per dargli la notizia, tant’è vero che preparai una cenetta coi fiocchi.  Chi l’avrebbe mai immaginato che quando cercai di raccontarglielo avesse sfoggiato un comportamento così disumano e mi disse di tutto: mi disse che invece dell’avvocato avrei dovuto fare la donna di strada! E che una persona seria con una famiglia non si sarebbe mai sognata di lavorare per gli altri,  fuori  di casa. Dire che rimasi allibita è poco, sentii un vuoto incolmabile anche se subito dopo mi chiese scusa, ma erano false le sue parole! Lui sapeva solo amare o odiare! Io che negli ultimi vent’anni non avevo mai guardato un altro uomo, non mi aveva mai nemmeno sfiorato l’idea di… Mi disse anche che ero dominata dal demonio ed ero una visionaria romantica, che al posto della testa tenevo i piedi.

Sapevo che lui veniva da una famiglia patriarcale, ma non avrei mai immaginato che fossero complici e che pur di dettare legge sulla mia vita avrebbero fatto qualsiasi cosa illecita. Ora che aveva raggiunto la meta nel senso che aveva avuto da me tutto quello che aveva desiderato, si è sentito l’amaro sulla lingua io ero una sua proprietà che si stava dileguando quindi combattuto tra la delusione cocente e un desiderio di riavere una cosa di sua proprietà. Dopo alcuni giorni lo sentii parlare con suo fratello, fu allora che qualcuno mi diede l’opportunità di vivere per sempre. Sentendomi in grave pericolo cercai aiuto dal  medico di famiglia il quale mi consigliò una persona di sua fiducia: un investigatore privato, seguii per filo e per segno tutto ciò che mi suggerì,  ci accordammo, mi diede un telefonino dicendomi di stare in guardia  e di chiamarlo in qualsiasi ora del giorno e della notte. Ho vissuto mesi terribili, fingere che andasse tutto come voleva lui, dopo alcuni mesi di tortura, nel senso che avevano escogitato di farmi impazzire, sì di farmi perdere il lume della ragione; cercava di litigare, spostava gli oggetti e mi rimproverava per la mia  distrazione o disordine, in realtà era lui, arrivavano i suoi famigliari così all’improvviso dicendomi che mi aveva avvisata due giorni prima. Capii che era un complotto di famiglia.  Così un bel giorno credendo di esserci riuscito mi disse che sarebbero venuti i suoi parenti perché avevo bisogno di essere seguita e di cambiare aria che sicuramente mi avrebbe giovato alla salute, era solo questione di una settimana o due. Naturalmente io preparai le valigie e dopo avere avvisato la persona che mi stava proteggendo aspettai che arrivassero i parenti e lui, l’investigatore, che mostrò tutte le volte quando spostò gli oggetti e tutte le altre angherie e parole forti a mio danno, era tutto registrato. Fu un periodo infernale ma poi riuscìi ad allontanarmi per sempre,  a  rifarmi una vita senza abbandonare i miei figli, ed ora ho incontrato la persona giusta, diciamo pure a voce alta che mi sono rifatta una vita! Grazie al ” fato” che mi ha dato l’opportunità di ascoltare quella conversazione e di avere trovato una persona speciale che mi salvò la vita e  mi ha donato la sua, dico così perché con lui  è tutto diverso posso guardare oltre la soglia e la finestra di casalinga; sono veramente felice!

ELENA    Carissima  Gioiasole, spero di avere raccontato  la tua storia come desideravi tu! Felicità è anche poter fare della propria vita ciò che si desidera. Nessuno dovrebbe prendere in mano la vita di un’altra persona! Nessuno mai!  Ogni volta che vedo  questa storia mi convinco sempre di più : è stato un complotto di famiglia!   LUI, SPECIALMENTE CON IL FRATELLO. Ci sono molti interrogativi che rimangono ancora senza risposta, ma io credo che la risposta sia tutta da cercare in famiglia. Forse lei si era illusa di poter vivere con più di una storia anche perché  sentiva che  il fresco profumo della sua gioventù se ne stava andando, ma quello che non sapeva era che più di qualcuno la stava sorvegliando a tale punto da entrare nella sua vita per mettere una sentenza definitiva.

Elena  Lasagna

09.09.2012

NELLE STORIE DI TUTTI I GIORNI CINQUE

Author: admin-ele

09/09/2012

Se fossi un medico di famiglia, aiuteresti le persone nei loro problemi psicologici? Fin dove ti spingeresti? O cercheresti di alimentare ancora di più i loro disagi famigliari o pubblici?

Robert

Incomincio dall’ultima domanda dichiarando che un medico che alimenta la faida o lotta tra i suoi pazienti, specie se questi sono psicopatici, sarebbe da radiare  dall’albo dell’ordine dei medici! In quanto ad aiutare i pazienti nei loro problemi personali, lí dipende tutto di che cosa soffre l’individuo: per questo gli consiglierei di dialogare con se stesso cercando i modi più idonei per poter cambiare e migliorarsi. Perché la vita, e tutto ciò che essa offre può essere piacevole e gratificante, basta indirizzare il nostro pensiero in una determinata direzione. Desiderare il bene per sé e per gli altri. Però, corpo, mente, anima, e energia formano un sistema vivente, e anche se ogni parte di questo insieme, abbia caratteristiche che gli sono proprie, non può per questo essere considerato come indipendente e a sé stante. Anche perché la malattia non è altro che il risultato di una problematica esistente in una o in alcune di queste componenti. Perciò, il ritorno alla salute può avvenire solo trovando soluzione al conflitto nel profondo, o verrebbe semplicemente rimosso il sintomo e non la causa. Sentirei il parere di un mio collega medico specialista in psicologia e psicoterapia  ecc…

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

11/09/2012

Se ti offrissero un lavoro importante, ben retribuito, ma il capo ti indurrebbe ad andare contro i tuoi principi, esempio: creare ” mobbing ” per selezionare i dipendenti. Oppure ti facesse iscrivere ad un partito diverso dalle tue idee politiche, cosa faresti?

Vittoria, Elisa, Alessio, Giorgio.

Sono quasi sicura che non accetterei mai! Sottolineo  “quasi sicura” perché non mi sopporterei se dicessi che ho la certezza di tutto e su tutto, anche perché quelli che sono sicuri di tutto in realtà non lo sono di nulla. Ma non accetterei nel modo più assoluto! Mi sentirei come una persona che vive a metà. Meglio essere se stessi senza quei soldi, che non qualcun altro con i soldi! Anche perché in quest’ultima versione i soldi non si spenderebbero mai per se stessi, e non si saprà mai per chi!

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

11/09/2012

Esistono ancora i medici senza frontiere o sono solo nelle fiction?

Tommaso e Nadia

È triste rispondere a questa domanda perché mi sembra impossibile che Voi non conosciate la verità. Eppure ogni giorno ci sono notizie che colpiscono le nostre coscienze; un’informazione che costringe a vedere anche in momenti che non saresti pronto né per vedere né per sentire. Fatti di violenze di guerre, di carestie, voci di bimbi massacrati, bimbi infetti dal virus dell’Aids; bambini maltrattati e minacciati dagli stessi genitori. Per non parlare di quelli comprati e poi gettati come oggetti senza più valore, BAMBINI ELIMINATI E VITTIME DEL TRAFFICO DI ORGANI. E Voi davvero non ne sapete niente? Di queste persone meravigliose, straordinarie sparse in molti paesi del mondo: India, Africa, America Latina, Brasile ecc… che fanno il volontariato? Questi “Angeli silenziosi” che sono medici, sacerdoti, religiose e laici , lottano ogni giorno con loro per strapparli alla miseria, al dolore all’umiliazione e non sempre riescono a strapparli  alla morte. Io non voglio caricarvi di coscienza ma sollecitarvi ad una riflessione sulla situazione completa di molte nazioni colpite non solo dalla guerra, ma da tutto il resto. E queste persone senza frontiere sono anche di questi  paesi; solo nel mio paese, nello spazio di venti km circa ne conosco ben quindici di famiglie che hanno fra i loro congiunti,  medici, sacerdoti, suore e laici. Se mi avessero dato uno schiaffo forse l’avrei accettato meglio di tutta questa disinformazione o disinteressamento; anche perché  “volere il bene di tutti i paesi è amare il nostro futuro”!

Tutto ciò che ho scritto  è la pura verità, si potrà verificare!

Elena  Lasagna

………………………………………………………………………………………………………….

16/09/21012

C’è gente che afferma che alcune persone che lavorano molto o quelle che non vanno in vacanza sono degli infelici; così, hanno quella sensazione e niente  e nessuno glielo leva dalla mente. Perché? Secondo te è vero?

Alessandra

Se una persona lavora molto è perché ha i suoi buoni motivi e non perché sia infelice. La stessa cosa vale per chi non va in vacanza. La felicità non centra niente con tutto questo! Io credo che il vero infelice sia chi si permette di fare certe affermazioni.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

18/09/2012

Chi sono i tuoi amici? Voglio dire sono più uomini o donne?

Sandro

Io sono amica di tutti:  bambini, vecchi, uomini o donne; l’importante è che non siano stupidi e bugiardi.

Se potessi trascorrere alcuni mesi di felicità perfetta dove vorresti viverla?

Angela

A casa mia, insieme alla persona con  cui vivo da sempre!

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………….

20/09/2012

Ci sono persone che pensano ancora che coltivare la terra sia un lavoro per persone meno intelligenti, tu cosa ne pensi?

Susi

Cosa ne penso? Vorrei dire davvero quello che penso proprio nel modo più integrale possibile; cercherò di farcela risparmiando certi aggettivi! Io provo compassione per chi ragiona in questa maniera! Anzi, mi indigno al pensiero  che quella generazione abbia tramandato ai loro figli questo modo indegno di pensare. Per me è una violenza alla natura e per chi la  rispetta! Comunque queste bassezze non fanno morire la mia sensibilità nei confronti di chi lavora, studia la terra e ama la natura. Le loro convinzioni sono totalmente senza dignità e dico senza dignità perché hanno il coraggio di andare a fare la spesa dagli agricoltori a km zero, perché la verdura e la frutta è più fresca e più affidabile  per ciò che riguarda l’integrità del contenuto in sali minerali e vitamine. Allora, se io fossi al posto di quei benedetti agricoltori: per tutti quelli con la puzza sotto il naso prezzerei fino a 100 euro un cespo di lattuga!

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

21/09/2012

Secondo te quanto può influire per un anziano l’età percepita? Mia zia dice sempre a mia nonna ( che è sua suocera) taci tu cosa vuoi sapere del mondo dei giovani di oggi! Poi, la ridicolizza  in qualsiasi momento, sul suo modo di pensare e di vestire.

Francesca

Tutto dipende dal carattere e dallo stato di salute di tua nonna. La percezione che una persona ha della sua età potrebbe avere un impatto profondo e potente, quindi, determinantei sul processo di invecchiamento precoce. Bisognerebbe che tua nonna adottasse una strategia di prevenzione, puntando sulla riduzione dell’isolamento sociale, evitando il più possibile di incontrare la persona che esercita queste violenze psicologiche su di lei. Anche se si tratta di sua nuora potrebbe rivolgersi alle autorità competenti come ai centri sull’assistenza degli anziani, o ai carabinieri.

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

01/10/2012

Quello che sto per raccontarti è molto triste, ma è la verità. Mia nuora ha allontanato mio figlio da me e da tutta la famiglia, non posso entrare nei particolari per ragioni di privacy.

Enza

Come posso darti una risposta adeguata se non mi racconti tutto? Potrei anche attribuire a te la colpa di tutto, però, mi sembri disperata, ma so per certo che se l’amore tra te e tuo figlio esiste davvero, allora niente e nessuno mai potrà allontanarvi l’uno dall’altra. Cerca di capire la differenza e agisci di conseguenza.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

02/10/2012

Ora vorrei fartela io una domanda: se qualcuno perseguitasse una persona della tua famiglia, proprio come fai tu e gli altri imbecilli, cosa faresti?

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

04/10/2012

Ti sembra giusto che dopo nemmeno dieci anni dalla costruzione del mio appartamento debba rifare il pavimento a mie spese? Quando l’ho comprato ho scelto la qualità migliore ( di prima cottura ) costava molto. Ora mi ritrovo al punto di partenza perché non verrò risarcita, loro hanno sempre ragione, praticamente sono stata raggirata, come posso fare?

Patrizia

Vedi? A certa gente non si dovrebbe mai avere fretta di pagare. Comunque un buon pavimento di prima categoria dovrebbe durare una vita! Se i danni non sono stati provocati da te a da qualcos’altro sono sicura che dovrai essere risarcita per intero. Riprova con grinta o vai da un avvocato!

 Elena  Lasagna

25.08.2012

NELLE STORIE DI TUTTI I GIORNI QUATTRO

Author: admin-ele

25/08/2012

È vero che le siepi generano moscerini e pippiolini (parassiti)?

Fabrizio

Carissimo Fabrizio, le siepi si possono ammalare come tutte le altre piante; per questo ci sono cure adeguate. In quanto ai moscerini, non sono loro a generarli, ma  le persone maleducate: quelli che sbattono contro le siepi degli altri: tappeti, pedane delle auto, scope piene di lanuggini di polvere, e altro. I moscerini non sono altro che i loro cervellini!  E poi si lamentano che la polvere è causa di tosse e mal di gola! Colpa della siepe!Poveri  e poveri ancora! Compatire i deficienti! (È il mio comandamento)In quanto ai pippiolini: quelli vengono dove esistono  piume o peli di animali mal curati, che possono essere quelli del pollame, quelli degli animali da cortile,  (cani, gatti, ecc.) e anche quelli della gente che si lava poco e se li porta appresso! E quando vedono le siepi dicono:<< Oh che sollievo! Un po’ di clorofilla e profumo di pino anche per noi! Siamo stanchi di stare là sotto! Speriamo che i nostri compagni trovino la strada!  Pip,pip,pip,pip,pip,pip,pip,pip,… Grazie a Te!

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

25/08/2012

È vero che detesti i cani? Ti danno noia se abbaiano?

Claudia

No, io li adoro. Non mi infastidisce sentirli abbaiare, né di giorno, né di notte, vuol dire che qualcuno li fa abbaiare! Ovviamente sempre che siano accuditi dai loro padroni, per avere la certezza che non stiano soffrendo.  M’infastidisce se a volte capita che  i loro escrementi  vengono lasciati in giro lasciando non solo cattivi odori ma per il proliferarsi dei batteri…  niente altro! Non vedo perché certa gente inveisca su giovani che oltre tutto sono migliori di loro, solo perché amano i cani?…

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………….

26/08/2012

Siamo due ragazzi di provincia che per recarci al lavoro usiamo le moto, ma, nonostante le nostre moto siano a norma di legge i nostri vicini non sopportano il rombo del motore; dicono che disturba il loro ultimo sonno del mattino. Cosa dovremmo fare per non sentirci sempre come persone che non rispettano il prossimo? Loro  ci hanno imposto di avviare le moto in fondo al quartiere, che cosa ci consigli?

A. G.

La buona educazione ci suggerisce di non disturbare il prossimo, o il meno possibile, ma se le moto rientrano davvero nella norma ( se non sono truccate) allora Voi  potreste denunciare loro per calunnia perché non vi lasciano vivere la vostra vita nelle regole, perciò le potete avviare liberamente lì dove avete le vostre abitazioni. Vi potevate allontanare solo se non fossero state critiche arroganti e insensibili!

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

26/08/2012

Certi delinquenti cercano di disgregare le famiglie per appropriarsi delle loro abitazioni a basso costo.

Adele e Daniele

Sì, è vero , ma se le famiglie o le coppie di sposi sono ben salde, quelli fanno in tempo ad usufruire gratis delle camere della galera.

Vedi? Purtroppo c’è gente di basso rango che cerca di disonorare le persone, le cose, e le case dove abitano perché vengano svalutate del loro valore. Ma si da il giusto valore a tutto! Io ho avuto dei costruttori professionalmente validi e onesti. Mi hanno consegnato la casa funzionante e costruita rispettando tutte le regole e anche di più. Ho fatto rivedere più volte  le nostre fognature e sono risultate idonee e non solo, ma come ho già detto sono state ultimate alla perfezione. Abbiamo ricevuto  lamentele  inutilmente perché  le prove  hanno dato esito negativo, quindi  non eravamo e non siamo noi la causa di disguidi fognari (abbiamo anche le prove) Non intendo più ricevere accuse ingiuste, pertanto, invito tutti coloro che sentono accuse a nostro carico di  riferirci cortesemente il contenuto per procedere legalmente. Perché penso che ogni persona che si rispetti debba sapersi prendere le proprie responsabilità!  Grazie alle persone di valore!

P.S.   Nessuno e dico nessuno dovrà permettersi  mai di  decidere della vita altrui,  specialmente non dovrà mai cercare di appropriarsi delle  abitazioni di altri  con sotterfugi da strapazzo e mezzucci di falso potere , sia che le coppie siano unite o che siano singol, o guai a loro e  a  tutte le persone  coinvolte! Delinquenti! 

Elena  Lasagna

………………………………………………………………………………………………………….

27/08/2012

Credi anche tu che le persone obese siano tutte malate di mente?

Robert

Io credo che oltre alla battuta infelice ci sia qualcosa di molto costruttivo per chi l’ha pronunciata o meglio dire, per chi l’ha premeditata. Le malattie mentali colpiscono sia le persone obese sia quelle magre o  quelle con il peso che rientra nella norma.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

31/08/2012

Sono Vanessa, stiamo costruendo la casa, mio padre mi ha incaricata di andare dai fornitori per fare gli ordini di tutto quello che occorre per finire la casa. Però io non mi sento sicura perché anche se so scegliere le cose giuste, poi, temo che non mi arrivi quello che ho ordinato: sto parlando di scale in marmo, pavimenti, rivestimenti, e serramenti. Così facendo io dovrò fare ritornare  l’ordine e ci sarà una dispersione di denaro che noi non potremo permetterci. Cosa posso fare perché anch’io possa terminare senza morire d’inedia?  Parlo così perché sono appena uscita dal tunnel dell’anoressia, ci mancherebbe che dovessi incontrare altri problemi per ricaderci di nuovo!Ti ringrazio.

Cara Vanessa, esiste un modo per non farti incastrare, nel senso che non ti rifilino le cose di seconda o terza fattura al posto di quello che hai pagato. Ci vuole un testimone. Quando ti recherai dai rifornitori porta con Te una persona di fiducia, (che non sia un congiunto) in modo che quando ti porteranno il materiale tu possa difenderti senza andare incontro a danni materiali e , sì, perché no, anche morali.

Dopo aver sentito per intero la tua situazione ho tratto le mie conclusioni. Questo è il mio consiglio pensato con il cuore, mi sono detta: perché non commissiona la realizzazione completa della Sua casa al proprio geometra, dato che è la persona di cui nutri di più stima e fiducia? Penserà lui a trovare i materiali, gli artigiani e altri professionisti seri. Che ne dici?

Elena  Lasagna

05.05.2012

NELLE STORIE DI TUTTI I GIORNI TRE

Author: admin-ele

07/05/2012

Sapessi quante volte avevo pensato di raccontarti la mia storia, una parte triste della mia vita. Avevo paura, pensavo di non essere apprezzata e non pensavo che abbandonarsi a qualcuno con fiducia, in qualche modo potesse aiutarmi a chiudere per sempre questa mia ferita. Quasi sempre rimpiangevo di non averlo fatto. Quello che mi fa più rabbia è che la persona che tempo fa mi molestava, la incontro quasi tutti i giorni quando vado a prendere mia figlia all’uscita di scuola. Sembra che mi stia aspettando e poi sogghigna! Vorrei tanto dire a tutto il paese che razza di uomo è ed è stato, sotto quell’aspetto di gentiluomo che non è ( se c’è una cosa che mi rabbrividisce sono proprio queste persone false, che vogliono apparire ciò che non sono, e sotto c’è un letame che bolle!) ma il problema è che suo figlio e mia figlia sono ottimi amici, ed è un bambino delizioso e ben educato. Un altro cappio al collo per me!Tempo fa io e questo individuo eravamo vicini di casa, lui ha dieci anni  più di me circa, una specie di pedofilo. Tant’è vero che, siccome mi ribellavo sempre alle sue “avance”, lui mi disse che un giorno in qualche modo me l’avrebbe fatta pagare. Con la sua aria di brava persona fece credere a molti che io gli avrei rubato il portafogli, lo venni a sapere solo qualche anno fa. Non dissi mai niente alla mia famiglia per non darle ulteriori dispiaceri, ora, però, mi rendo conto che sbagliavo, perché se fosse stato fermato allora, forse oggi non avrei  ancora questo problema, non avrebbe continuato la sua caccia, anche se in maniera diversa. Oggi sono disposta a tutto, però c’è un problema che sono i bambini. Vorrei chiederti se c’è un modo per fargliela pagare senza che i nostri figli ne vengano coinvolti!

——

Sei una persona di grande sensibilità, e devi aver sopportato molto. Comunque un modo ci sarebbe senza fare troppo chiasso:  fare in modo che lui ritiri pubblicamente quello che ha  detto e perché. Dovrai convocarlo da un giudice di pace, e farlo confessare. Lo devi a te stessa e a tua figlia, non si sa mai! Potrebbe cercare una rivincita su di lei. Quelle persone sono malate, io credo che non cambieranno mai! Comunque abbandonati con fiducia a te stessa, e alla tua onestà. Sentirai a poco a poco crescere in te una grande forza che ti porterà dritta alla risoluzione del tuo problema, la giustizia trionferà anche per Te! DEDICHIAMOGLI  TANTA ACQUA  PER   PURIFICARSI! COME TUTTE QUELLE  PERSONE SPORCHE DENTRO E FUORI! AI BUGIARDI CHE ODIANO LE DONNE CERCANDO DI DISONORARLE !

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………….

Questo è il seguito dell’articolo n°35 seconda parte. Faccio appello a quegli imbecilli che ANCHE SOTTO GLI OCCHI DEI LORO FIGLI strappano fiori e piante nelle aiuole pubbliche e davanti alle case degli altri. CHE BASSEZZA!

Elena Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

Ti piacerebbe avere il BLASONE?

Alessandra

Il mio stemma gentilizio è quello della” nettezza” interiore ed esteriore, dell’ambiente in cui vivo, questo è il mio blasone e mi basta.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

Un’altra cosa che mi fa schifo è la cattiveria: spesso va a pari passo con la stoltezza! Da  “Le mie riflessioni”.

Elena  Lasagna

………………………………………………………………………………………………………….

……………………………………………………………………………………………………………

C’è gente che prova avversione per  fiori e  piante nelle case altrui. Prima d’ora non avevo mai sentito una cosa del genere! Ma che cosa sarà mai?

Patrizia

Potrebbe essere che qualcuno soffra di allergie: ma una persona intelligente non si pronuncerebbe mai con frasi del genere! Invece io credo fermamente e dico purtroppo che si tratti di stupidità umana, quindi,  più che curare l’allergia consiglierei loro di farsi fare una visita psichiatrica. Ma attenzione! Se le piante oltre che sovrastare le regole dei confini oltrepassano le proprietà altrui e i proprietari non capiscono che sono in frode e non vogliono sentir ragioni cercando di raggirare, allora,  sono proprio questi  ad avere bisogno dello psichiatra.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………….

E cosa mi dici se ti racconto che esistono ancora donnette gelose del marito e se la prendono con le altre vicine di casa perchè esistono? Ti sembra giusto che ad una certa ora quando ritorna il marito la cosiddetta vittima dovrebbe ritirarsi dagli spazi liberi esterni di casa sua troppo esposti e chiudersi in casa perché il marito possa esporsi senza essere torturato dalla poveretta?

Angela

Di solito chi si comporta in questa maniera è scarsa di risorse, specialmente d’intelligenza: perchè l’invidia nasce proprio dalla mancanza di personalità, di fantasia e dal buio mentale.  Ma quando sarà che queste si risveglieranno? Mi sembrano gufi ammalati! Non credo sia giusto far pagare agli altri gli isterismi provocati dalle proprie carenze intellettive! Anche in questo caso è consigliabile una visita presso uno specialista o si imbarcherà da sola verso l’internamento ( in un ospedale psichiatrico ).

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

Non hai mai pensato a chi è allergico alle api? Forse sarà per questo che certe persone provano avversione per fiori e piante, non credi?

Giacomo

Come puoi pensare che si possano accusare le api perché qualcuno soffre di disagi o manie? Le api sono fonte di vita e bellezza non solo per i fiori ma per tutta l’umanità.

Che cos’è la bellezza?

….. É un giardino sempre in fiore e

una schiera d’angeli sempre in volo.

kahlil  Gibran

……………………………………………………………………………………………………………

Se le api cesseranno di vivere, allora, sarà l’inizio della fine.

…………………………………………………………………………………………………………….

Ci sono ragazzi maleducati.

Rosa

Io credo che i loro genitori e la famiglia siano peggio.

…………………………………………………………………………………………………………….

Quante persone cercano di approppriarsi di cose che non li appartengono!

Giulio

” … In questo mondo di ladri, la-la-la-la-lala…..

Antonello  Venditti

…………………………………………………………………………………………………………

Esistono secondo te” fiori del bene e fiori del male”?

Robert

No, i fiori per me sono e saranno solo del bene, sarà perché li amo. Ma esistono ” persone del bene e persone del male”, gente che ama, piena d’amore per ogni cosa . Come persone che odiano sempre, hanno dentro le radici del cattivo, gioiscono per le disgrazie altrui e con le loro menzogne non sanno spargere altro che male. Non pensavo che persone così potessero esistere.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

Chi deve mettere le siepi di confine? Ovviamente non le dovrà mettere il comune, ma tra confinanti, sempre se le persone sono ragionevoli e giuste. Ma se dicono che a loro non interessa è semplicemente una bugia, una scusa per non pagare,  anche perché le siepi hanno bisogno di manutenzione per le potature e per le rispettive cure come concimi e solfati ecc. In questo mondo c’è di tutto, c’è chi è anche capace di dettare legge per come la devi tenere, e c’è chi vuole usufruirne per la privacy, così, gratis sulle spalle altrui, gli manderemo anche il cappone a Natale.  L’importante è rispettare le regole: il rapporto distanza- altezza e vai per la tua strada.

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

Di che cosa sei più grata alla tua famiglia?

Alessandra

Alla mia famiglia devo molto: non solo la vita ma per i valori che mi ha lasciato. Non solo alla famiglia dei miei genitori e nonni materni, ma anche alla famiglia dove ho vissuto fino alla mia adolescenza.

Elena  Lasagna

………………………………………………………………………………………………………..

Perché certa gente continua a mentire consapevolmente e poi, va in chiesa come se niente fosse?

Sara 10 anni

Io credo che quelle persone se non si vergognano del Signore, resteranno così per sempre: nel senso che si convinceranno che la menzogna è verità; o fanno parte di quegli esseri che hanno il cattivo dentro? Speriamo che il parroco riesca a farle confessare, a dire la verità liberando così non solo se stessi  ma restituendo agli innocenti la propria immagine. E dove vuoi che vadano se non in un luogo “Santo” per coprire  le vergogne?Anche per tenere in fresco la loro coda di paglia che brucia sempre!

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

Voglio chiarire…

Nella domanda che mi ha fatto Robert: se esistono “fiori del bene e fiori del male”, ebbene, nella mia risposta ho dovuto sostituire la parola ” Male” con la parola “Cattivo”, perché alcune persone ne hanno travisato il significato. Forse certa gente non dovrebbe nemmeno leggere! Ovviamente, con la parola “Radici del male” intendevo la cattiveria, intesa come tutto ciò che è ingiusto, cattivo, disonesto ecc. Mai e dico mai avrei voluto questo doppio senso! E guai a me se solo pensassi che una persona che soffre o ha sofferto per grave malattia incurabile fosse una persona cattiva! Anzi, spesso è il contrario! Molte persone buone si ammalano perché soffrono per le ingiustizie nel mondo del lavoro, nella società in cui vivono, e per le barbarie che esistono ancora nel mondo! Spesso si infliggono pene a chi uccide il corpo e mai a chi uccide l’anima!

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

Ho sempre pensato che: chi preferisce gli animali alle persone abbia qualcosa che non va; ma oggi credo anche che ci siano animali migliori di certe persone!

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

Credi all’angelo della luce?

Giulia

Io credo in una sola religione: la religione “Cattolica”, nessuno mi convincerà mai del contrario! Per questo credo nelle apparizioni del bene e sarà  per sempre! Combatto il male in tutte le sue forme e manifastazioni, ovviamente sto parlando del male inteso come la cattiveria!

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

……………………………………………………………………………………………………………..

Chi inversa e riversa le immondizie nelle proprietà altrui non è un animale ma una bestia! Ecco la vera aggressività dell’infelice!

Robert, Giulia, Annalisa, Patrizia, Giacomo, Alberto, Elisa, Giovanni, Federica, Alessandro, Roberto, Franca, Giancarlo, Annalisa, Domenico.

……………………………………………………………………………………………………………

Preferisci le persone palestrate o quelle grasse?

Claudia

Io preferisco le persone intelligenti, poi, che siano grasse, magre  o palestrate sono affari loro! Certo che se una persona dedica tutto il suo tempo libero ai muscoli e non è mai riuscita a farsi un filo di cultura perché è vuota, sai di quelle pesone che mettono in mostra i pettorali come se in un uomo fossero l’unica risorsa ? Manca solo il gesto dei pugni  sullo stomaco come fanno le scimmie della giungla; per carità, alla larga!

Elena  Lasagna

12.03.2012

NELLE STORIE DI TUTTI I GIORNI DUE

Author: admin-ele

12/03/2012

Com’è possibile che in questa epoca, nella cultura occidentale ci siano ancora conflitti religiosi tra persone della stessa razza e civiltá?

Annalisa  e Roberto

Fin dai tempi più remoti i motivi scatenanti le guerre erano stati anche religiosi. La religione vera, è una forza parallela al mondo esistente che innalza tra  gli uomini da preconcetti, meschinità, e offre la pace tra i popoli, di qualsiasi razza o religione essi appartengano.

Ho cercato di capire, di afferrare quel fenomeno strano che loro chiamano religione, analizzando ogni dettaglio, cercando di dare una spiegazione con tutta la volontá e il resto di me stessa, a quella dimensione cosí bassa e sconosciuta alla vera religione. Ma le contraddizioni sono molte, non si riesce a trovare una risposta. L’intelligenza umana non dovrebbe accanirsi contro coloro che hanno avuto la gioia, il privilegio, oppure con la sofferenza hanno raggiunto quella dimensione del” vedere”, d Anteprima modifiche

 Pubblicato Modifica

Visibilità: Pubblico Modifica del “sentire” ciò che esiste al di lá, nell’infinito: cose cosí grandi che possono solo portare il bene a tutta l’umanità. E non prenderlo come un fraintendimento distruttivo il volere affermare che si tratta del maligno! No, non ci sto! Farebbe comodo a delinquenti e assassini. A volte misurare certe distanze mi atterrisce, e rivolgo altrove i miei pensieri: alla mia ” Fede”, che è quella di sempre, e lo resterà fino a quando Il” Supremo”  non mi dimostrerà che è stato solo una scherzo della natura, perché tutto questo esprime una grandezza che nessun essere umano sarà in grado di esprimere mai!

Elena  lasagna

…………………………………………………………………………………………………………

14/03/2012

Nella poesia che hai dedicato alle vittime

dell’ OLOCAUSTO

perché non hai messo la fotografia del luogo in cui è avvenuto lo sterminio?

Chiara e Giulia

Perché non ho voluto aggravare il dolore dell’anima del personaggio che mi ha inspirata. Anche perché Lui vorrebbe dimenticare, in un posto nuovo, dare fine a quegli orribili ricordi, vivere in pace nell’altra dimensione. Questo vale anche per chi è ancora in questa vita terrena; non credo che vorrebbero vivere vicino a quei luoghi dell’inferno sulla terra. Se ci soffermiamo un attimo a pensare quale dolore si portano dentro; quella spietata luce che ardeva sotto ai loro occhi, intona ancora una sinfonia di morte, nella loro mente e nel cuore, per sempre!

Elena  Lasagna

………………………………………………………………………………………………………….

Passeresti una notte in un posto infestato da fantasmi?

Maurizia e Doriana

Sì, i fantasmi non mi fanno paura,  forse bisognerebbe avere paura dei vivi!

…………………………………………………………………………………………………………..

19/03/2012

C’è gente che continua a dire menzogne, commettendo ingiustizie a spese altrui, e vorrebbero avere la faccia pulita senza prendersi le loro responsabilità. Vergogna!

Roberto

Anche nelle cose meno importanti come in quelle di una certa rilevanza, dove corrono omicidi e stragi, ci sono vittime di mentitori e venduti. Per soldi o per miserabili favori, sono appoggiati da persone che esercitano un certo potere, che vorrebbero entrare nella tua vita! Come se la tua vita appartenesse a loro!  Lo si comprende benissimo, anzi, molti sono in grado di comprenderlo.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

19/03/2012

Cosa ne pensi del delitto di Melania ? Sei ancora del solito parere?

Roberto e Alessandro

Sì, la mia opinione è sempre la stessa; se  l’esecutore materiale non è stato il marito, allora lui, sa chi è stato,  per me la sostanza non cambia, poi, ci sono cose importanti che portano direttamente a lui.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

Cosa pensi dei tradimenti che avvengono nella copia?

Patrizia

A volte certi tradimenti avvengono senza nemmeno sapere cosa sia realmente  a spingere uno contro l’altra. E poi, credo che chi tradisce, prima di tradire il partner o la propria compagna tradisca se stesso. Forse perché l’essere umano è governato dall’istinto, e fa sì che ” mente” e “corpo” non siano coerenti fra di loro, ma sono mossi da obiettivi diversi e divergenti. Però sono comportamenti apparentemente irrazionali dove è possibile dare  spiegazioni scientifiche. Esseri governati da questo istinto ma con idee molto chiare. Spesso il tradimento è tipico di una vita di copia fatta di monotona routine. In certe copie si trovano così cambiati che non hanno più niente a che fare con la persona che hanno conosciuto tempo fa e hanno sposato.  Ho sentito diverse donne dire che prima del matrimonio sembrava come in una favola: tutto romanticismo, tutta sensibilità, tanto interesse e comprensione, poi, si è rivelato di un cinismo sconcertante. Così ci si accorge che il partner che ha giurato amore e fedeltà si guarda intorno e cerca qualcosa di più forte, un qualcosa che trasmetta sentimenti più profondi o meno; tutto dipende dal rapporto che lascia alle spalle. Per non parlare di chi si sposa per interesse: basta pensare che almeno l’otto- dieci % alleva figli di un altro senza saperlo, i figli non hanno nessuna colpa!. E di quelle che si scelgono il marito ricco perché assicuri loro una vita dal punto di vista economico senza problemi, ricevendo regalini e pacchetti quanti sono le corna che loro restituiscono, per grazia. Io credo che sia una visione subdola e crudele della copia. Meglio rivelare tutto per non vergognarsi quando ci si specchia, o meglio separati e consenzienti  per non ricadere nella solita manovra di stalker e scene di follia che precipitano trasformandosi in omicidio.

Elena  Lasagna

30/03/2012

Quando abitavi in campagna so che avevi l’inceneritore

che cosa bruciavano? Hai mai assistito quando veniva fatto l’incenerimento di qualcosa?

Roberto

Sì, è vero, usavano l’inceneritore per bruciare gli animali morti dell’allevamento. No, non mi piaceva vedere e tanto meno assistere.

Elena  Lasagna

04/04/2012

Che cos’è la menzogna? Perché si mente?

Alessandro e Giancarlo

Secondo me la menzogna è una macchinazione del male. Dove c’è menzogna c’è povertà d’animo e di mente; la persona che contiene menzogna è mediocre perché non solo mente agli altri ma mente a se stessa. Di solito la menzogna avviene per  immaturità o disonestà  o  per invidia. La bugia può sembrare meno grave, tutto dipende se si è in buona fede: per non ferire bambini e persone malate, ma anche in questo caso sono convinta che si debba trovare una soluzione, per dire la verità sempre!

Elena  lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

20/04/2012

Che cosa aggiungeresti ai pedofili, agli assassini e ai ladri?

ROBERT

Ti posso ripetere che è un grande schifo! Non per i pedofili, o per gli assassini e ladri; quelli non dovrebbero esistere. Ma per quelli che condannano gli uni e, o gli altri e loro sono peggio perché in qualche modo ne sono coinvolti. Insomma tutti vogliono delinquere ma nessuno vuole pagare. E non si può fare del cielo tutto una nuvola. Cosa dovrei dire? Non si può condannare una categoria intera perché in mezzo a loro ci sono pedofili, assassini e ladri! Questi stanno ovunque! Allora vorrei che il grido di tutte le vittime colpisse duramente i colpevoli, specialmente  quelli che li proteggono!

Elena  Lasagna

………………………………………………………………………………………………………….

21.02.2012

NELLE STORIE DI TUTTI I GIORNI…

Author: admin-ele

21/02/2012

Turbare il quieto vivere

ne vale la pena?

 E’ palesemente impossibile pensare che qualcuno possa arrivare a certe conclusioni, a sconvolgere la verità, occultando il bene per fare emergere il male dove non c’è, prendersela con gente per bene, sottomettendola a prove che diventano vere istigazioni. Perchè?

ROBERTO  FRANCA  FEDERICA  ALESSANDRO

Nelle storie di tutti i giorni c’è molto peggio. A volte mi rammarica il fatto di non potere fare di più.

Io amo la gente, ma purtroppo ci sono persone con dei problemi che andrebbero aiutate da  professionisti. Sentono la necessità di introiettare la loro cattiveria su altre persone, come fosse una loro fonte di sicurezza. Questo modo soggettivo di vivere la realtà rende difficile l’adattamento. A volte certi volti che esprimono affidabilità, covano rancore verso chi a loro giudizio, non sono quelli che vogliono far credere, anche se in realtà lo ” sono “. Chi si serve di questo meccanismo compensatorio ha bassa stima di sé e scarsa fiducia nei propri mezzi . Dovrebbero allargare le proprie vedute, per non rimanere ancorati a questo modo meschino di rapportarsi con il prossimo, o meglio dire: a questa nevrosi che non porta nulla di buono specialmente a se stessi.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

22/02/2012

C’è qualcuno nella tua vita, presente o passata che non ti ha mai deluso? Se  è sì, e ti offrissero una grossa cifra per cancellare  dalla tua mente questa persona, lo faresti?

FILIPPO E  DONATA

Sì, c’è più di una persona che non mi ha mai deluso e non li cancellerei mai dalla mia mente per nessun motivo e per nessun’altra cosa esistente al mondo! Senza la ricchezza materiale si può vivere bene: ma dell’altra ricchezza non ne potrei fare a meno!

Elena  Lasagna

………………………………………………………………………………………………………….

24/02/2012

DARIO

Che cosa può indurre un giovane a odiare così tanto i vecchi?

Forse perchè è già appassito dentro. Hai mai osservato un albero in frutti? Ce n’è sempre qualcuno che  appassisce prima di maturare.

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

27/02/2012

Pensi che i consigli delle persone anziane abbiano più peso per la loro maggiore esperienza?

ALFREDO

Per la maggior parte dei casi sì. Ci sono vecchi che oltre all’ intelligenza hanno acquisito anche la saggezza; tutto dipende da come hanno vissuto: dalla mentalità. Nel campo della scienza per esempio, ci  sono capacità comuni che  trasformano  idee e concetti acquisiti in strategie  nuove, atte al raggiungimento delle mete.

Elena  lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

28/02/2012

Federica – Non pensavo di avere peso nella vita di un amico comune in cui sono stata in contatto solo poche settimane, dove tra di noi non c’è mai stato niente! Non mi piaceva nemmeno come amico perchè si rivelò bugiardo in diverse circostanze. Ha deluso anche i nostri amici. Ora che Alessandro ed io siamo felici, lui, calunnia me con gente del paese; ecco perchè quando ci vede scappa! A dire il vero non mi è del tutto indifferente provo schifo e pena; non sono mai riuscita a baciarlo per la sua ipocrisia scritta in fronte. Gli starebbe bene una lezione: un pugno tra i denti, nulla di più. Tu che dici?

Elena – Penso che delegherai Alessandro a questo piacere, però secondo me, quando un uomo è arrabbiato come lo potrebbe essere Ale, poi, va a finire che gli potrebbe scappare la mano, e dopo? Ne vale la pena? Hai mai sentito questa frase? La madre degli imbecilli è sempre incinta. Quindi, lascia perdere, verrà il giorno che si pentirà di avere sparlato di Te perchè in realtà è sua moglie che … e lui non lo sa ancora. Vedi? Come stanno veramente le cose?

Se fosse innamorato potrei dire che l’affettività ha un suo linguaggio, è qui che si racchiude il fattore che fa pulsare il cuore verso la vita. In questa chiave una persona può provare sensazioni piacevoli o fantasiose e, quindi il modo in cui gestirà i sentimenti lo spingerà a reagire con emozioni diverse di fronte a tali avvenimenti. E la causa di un comportamento, di una situazione, impone un’azione che deriva da conseguenze a soddisfare un determinato bisogno.

Quando il meccanismo dell’emozione non  funziona come dovrebbe, ecco che nella persona si determina un’esasperazione dell’emozione che darà luogo a condizioni di perturbabilità, di iperemotività oppure il contrario.

…………………………………………………………………………………………………………

29 /02 / 2012

Che cosa servirebbe intraprendere quel difficile viaggio del conoscere se stessi in profondità, se occorre una vita prima di ottenere dei risultati?

ALBERTO

Se vuoi migliorare te stesso ci devi mettere il cuore e l’anima, non è certo un viaggio facile ma non è neanche dimostrato che per ottenere dei risultati ci si impieghi una vita. La cosa certa è che l’uomo non deve aspettare che gli piova dal cielo; anche se non  si può escludere che questo possa avvenire, molti fenomeni accadono spontaneamente, anche se non sono ricercati e spesso non voluti, ma è quello di progredire sempre, sia nell’armonia del proprio corpo,  nella conoscenza e nello spirito. Questo tipo di esperienza non dovrebbe nascere solo per narcisismo o per sentirsi dotati: sarebbe un controsenso, perchè non porterebbe da nessuna parte. Significa intraprendere veramente la strada della conoscenza di sé. Questo non solo ci porta al proprio benessere, ma ci consente di migliorare anche i rapporti verso le altre persone, dato che, tanto più ogni individuo riesce a stare meglio con se stesso, tanto più trasmetterà anche all’esterno questa sua positività al resto del mondo.

Elena  Lasagna

…………………………………………………………………………………………………………..

1/03/2012

Intraprendendo il viaggio verso la “conoscenza” del nostro profondo, saremo in grado di vedere i nostri angeli?

Eugenia e Vittorio

Dirti di sì sarei una presuntuosa, ma lo sono ugualmente perchè non vorrei esserlo. Coltivando la nostra mente si giungerà a percepire prima e a conoscere le leggi della Natura spirituale e fisica di noi stessi, ad entrare  in rapporto con l’invisibile e imparare da loro per avvicinarci alla grande verità. Ascoltare gli insegnamenti dall’alto per intraprendere la strada del bene per saldare i vincoli di fraternità e sconfiggere per sempre la miseria umana: sia dello spirito che quella che troviamo nei problemi sociali, perchè tutti i popoli possano vivere nella volontà della pace. Amare il prossimo e tutte le creature della terra e dell’universo.

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

03/03/2012

Credo di non essere in grado di acquisire, apprendere per sviluppare le mie capacità latenti, soprattutto adesso che sto invecchiando, e la memoria è quella che è.

Mario

Io credo che tu possa riuscirci, è ovvio che non occorre straziare tutte le tue fatiche psicofisiche, quanto a un particolare processo mentale, dove è necessario uno stimolo ripetuto, legato a un’azione fisica o mentale: in questo modo si produce una reazione. Memorizzazione + ripetizione = abitudine. ( Come hai acquisito l’abitudine del fumo…. puoi acquisire benissimo tutto ciò che desideri).

È stato dimostrato che il cervello funziona attraverso stimolazioni elettromagnetiche e produce onde elettromagnetiche di caratteristiche diverse e i due emisferi in cui è diviso abbiano diverse specializzazioni. Organizzato in aree e centri  specializzati, il cervello ha una struttura stratificata, e ogni strato presiede e attiva funzioni diverse. Uno scienziato russo Ivan Pavlov (1849-1936 ) scoprì di alcuni meccanismi mentali che stanno alla base dell’apprendimento e dell’acquisizione delle abitudini: i riflessi automatici o condizionati. Questi riflessi ci consentono di evitare uno speco di energie fisiche e mentali, perchè ci permettono di apprendere e acquisire una qualsiasi abitudine, di tipo sia fisico che mentale.

Elena  Lasagna

……………………………………………………………………………………………………………

05/03/2012

Ti è mai capitato che qualcuno ti mostrasse una croce, all’improvviso? A me è capitato. Che ne pensi?

Roberto e Filippo

Queste persone mi lasciano molto perplessa, molto  più di streghe e vampiri. Ci vorrebbe un manicomio in ogni paese di provincia!

…………………………………………………………………………………………………………

05/0372012

È vero che il nostro cervello si nutre da sé, non ha bisogno di nutrimento?

Patrizia

Come si nutre da sé? Il cervello come qualsiasi altro organo nelle fasi di attività riceve una maggior quantità di sangue durante il lavoro intellettuale; ed è un organo che ha la portata circolatoria più elevata: in ventiquattro ore registra il passaggio di 2160 litri di sangue. Il metabolismo cerebrale è caratterizzato soprattutto da scambi di sostanze come il calcio e il fosforo che hanno una funzione dinamizzante. La carenza di uno o di entrambi questi elementi può provocare serie difficoltà, specialmente a chi è impegnato in un’attività intellettuale.

Altre sostanze utili al nutrimento del cervello sono il magnesio, le vitamine, e ossigeno. Poi, passando dagli elementi a sostanze chimiche più complesse, l’acido” glutammico” anche lui svolge una funzione di rilievo nel metabolismo cerebrale. Esso è anche chiamato “amminoacido dell’intelligenza” Proprio perchè ha proprietà di normalizzare il funzionamento delle cellule cerebrali, facilita l’attenzione e l’apprendimento e, come il magnesio, ha una parte predominante nei processi mnemonici.

Elena  Lasagna