Archive for the 'Le mie previsioni' Category

27.11.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

27/11/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO

 

CON IL CUORE

 

 

 

Sono Alda dell’ Ariete con ascendente Sagittario,  ho ventinove anni e sono disoccupata per colpa della mia migliore amica.  Lei ha raccontato  al mio capo cose non vere perché voleva salire di grado al posto mio,  evidentemente è stata convincente,  ma sono assolutamente solo menzogne.  Come posso riprendermi il posto che mi spetta di diritto,  dal momento che il mio capo è stato soggiogato da lei?  In questo momento non sono in grado di connettere,  perché sono troppo arrabbiata.  Grazie molte.

 

 

L’importante per ora è di riprendere la tua lucidità di sempre,  mandare via la rabbia e concentrarti sul da farsi. Poi anche se la tua amica ha abusato della tua buona fede,  tutto questo verrà risucchiato dalla sua malvagità per ritorcersi contro.  Quello che succederà di bello girerà a tuo favore,  anche perché l’anno prossimo si rivelerà un anno incredibilmente accelerato,  nella vita di società ma specialmente nel lavoro.  Questa volta tutto quello che hai subito si tradurrà in fatti positivi,  con geometrie meravigliose e giuste.  Sarai spinta da un qualcosa di forte, come una corrente che in qualche modo vuole arrivare a te per poterti aiutare a governare la tua asimmetria e farti ritrovare il giusto equilibrio smarrito.  La tua vita sarà un campo vasto, ben quadrato dove tutte le angolature disegnano perfezione,  e acquista più ordine e verità;  avrai più di quello che ti saresti aspettata prima della carognata.  Il mio augurio è:  crescita,  salute e conquiste!  E un brindisi per tutto ciò che di giusto verrà alla luce!  Il 2019 per te sarà un anno eccellente!  Ciao!

 

Elena  Lasagna

 

02/11/2018

 

Quante volte ho pensato di confidarmi con te di questa cosa.  Ho un appartamento sul lago di Garda,  fino a poco tempo fa l’affittavo ai turisti,   ma ora mi sono scoraggiata perché tutto quello che riesco a guadagnare con l’affitto,  poi, non mi basta per rimettere a posto la casa.  Dopo tutta la mia esperienza che ho acquisito in questi anni con la gente che mi chiede in affitto la casa,  mi sono resa conto che gli italiani sono degli zozzoni senza rispetto per se stessi e tanto meno per gli altri,  gli ofri l’appartamento in ordine e loro lo devastano in un mese!  Ora ho deciso di vendere perché non riesco più ad andare avanti così!  Almeno mi faccio una piccola scorta in banca altrimenti mi mangio anche le fondamenta. Oppure dimmi tu cosa mi resta da fare,  perché io sinceramente non lo so!  Grazie mille!

 

 

Io ti dico quello che farei,  ma non prendermi alla lettera perché non voglio colpe.  Io non venderei,  perché questo sarebbe l’unica soluzione per tenere a bada i tuoi risparmi.  In questi anni tenere i soldi in banca non è meglio che affittare la casa a dei disordinati,  perché hai solo spese e niente guadagni;  oppure guadagni qualcosa da una parte e lo si perde dall’altra,  quindi se fossi in te io continuerei ad affittare la casa ai turisti.  Perché  non fai fare delle indagini tramite agenzia,  spenderai qualcosa in più ma mai come se ti devastassero l”appartamento.  Io conosco persone che affittano la loro casa d’estate mentre vanno al mare,  e sono contentissimi,  sono sempre le stesse persone, una famiglia di tedeschi:  due coniugi anziani con figlio,  nuora e due bambini,  quando ritornano trovano tutto a posto e non solo,  la casa è più linda di prima.  Poi passano tutto al vaglio se dovessero aver rotto qualcosa  loro lo pagano oppure lo sostituiscono con uno di altrettanto valore;  il loro rapporto è rimasto integro negli anni.  Sai,  io credo che il tuo punto debole stia nello sperpero delle possibilità come delle energie;  ti tanto in tanto cerca di dimenticare le tue inquietudini  e di essere meno pessimista,  ritemprandoti nelle gioie della vita e cerca di valorizzare di più il contatto con le persone vere.  Una volta ritrovato il buon umore non vedrai più persone squallide ma anche tu ritroverai la voglia di riprendere quel lavoro che ami da sempre!  Ciao!  Buon 2019!  E come si dice qui da noi,  buona fine e buon principio!

 

Elena  Lasagna

 

06/12/2018

 

Sono G.   del Capricorno con ascendente Pesci.  Sono in una fase che dire di essere arrivati al bivio per la pazienza che ho avuto fino ad ora con mia moglie sarebbe poco;  dice che io la tradisco,  perché i nostri rapporti sono cambiati.  Sai cosa significa essere accusati di una cosa che non ho fatto?  Non ne posso più!  Questa sua gelosia ha contribuito a sfasciare il nostro matrimonio. Io sono cosciente di non avere mai corteggiato un’altra donna all’infuori di lei,  ma lei dice che non dico la verità,  non so come convincerla,  dice anche che io sono uno da lasciare perché non ho radici e poi dice che il mio fascino ha un forte ascendente sulle donne e non vuole più saperne di me!  Vorrei sapere cosa c’è sotto a tutto questo,  non sarà mica lei che ha un altro?  Grazie!

 

Signor G,  io penso che tua moglie abbia una rotella fuori posto,  scusami per la franchezza. Non può scaricare le sue debolezze e la sua inaffettività nei tuoi confronti con delle banali e ridicole scuse che non hanno alcun fondamento.  Tuttavia,  certe persone quando sono accecate dalla gelosia si comportano attaccando l’altro anche se innocente.  E così si sprigiona un odio che  al pensiero che tu possa solo guardare un’altra donna vanno in tilt!  Di questa cosa ne sono più affetti gli uomini,  ma ho già incontrato anche molti casi in cui le più pericolose sono donne.  In una coppia i miglori rapporti si stabiliscono non solo con il sesso,  ma soprattutto a livello di coerenza,  di idee, discussioni,  dialoghi,  progetti,  ecc.  Certo che questo cambiamento in lei denota un amore poco ardente,  ma se almeno ci fosse grande affetto,  questo legame non ti farebbe soffrire.  Lei ha un sistema nervoso dominante che la rende volubile e instabile,  non c’è modo di farla ragionare,  di farle capire un ritmo che non corrisponde al suo modo di pensare,  perché ti sta sottovalutando e la sua è una fissazione irremovibile.  La cosa che farei io è cercare di portarla da un medico,  poi  se continua sulla difensiva fai il possibile per aiutarla ma non impazzire!  Il mondo è pieno di opportunità!  Auguri vivissimi!

 

Elena Lasagna

 

11/12/2018

 

Sono Laura di settantasette anni,  oggi sono triste perché la mia più cara amica mi ha dato una settimana di preavviso e poi ci lascia per sempre:  ritorna al suo paese del sud.  Sono così in pensiero perché oltre ad essere la mia collaboratrice domestica è da molto tempo la mia migliore amica.  Io la conosco bene,  non è da lei andarsene così,  se avesse avuto intenzione di lasciarci me lo avrebbe comunicato un anno prima,  trovo strana questa sua decisione improvvisa. Spero solo che non mi nasconda qualcosa di brutto perché non vuole darmi sofferenza,  conoscendola bene non riesco ad immaginarmi niente altro,  anche perché in questi anni mi ha dimostrato in più di un’ occasione la sua amicizia e devozione. A questo punto chiedo il tuo aiuto perché non riesco nemmeno a dormire,  è sempre stata perfetta,   anzi insostituibile e onesta,  io l’ho trattata come una di famiglia,  mi ha sempre fatto desiderare che fosse mia sorella.  Vorrei sapere la verità,  a costo di andare al suo paese.  Grazie!

 

 

Che bella amicizia la vostra!  Mi ha fatto ricordare una bella storia del mio passato.  Laura,  ammesso che scoprissi la verità  della sua improvvisa decisione,  non sarebbe bello sbilanciarsi su presupposti che la farebbero soffrire ulteriormente.  Certo che una donna con molti principi come la tua amica,  andarsene così con poco preavviso deve avere qualcosa che la turba moltissimo;  bisognerebbe affrontarla con garbo per vedere se riesce a rompere quel sospettoso silenzio.  Farò qualcosa per te,  non ti ho mai visto così abbattuta,  sei sempre stata uno spirito forte,  prendevi tutto il negativo con risolutezza che scandiva con rapidità tuttti i tuoi pensieri;  sempre a fronte alta e con grande dignità.  Tutte le persone che hanno avuto a che fare con te ti hanno apprezzato moltissimo,  addirittura la tua vicinanza ha fatto sì che si sentissero più intelligenti e determinate.  Ach’io credo che purtroppo il suo silenzio celi qualcosa di molto triste e non vuole svelare per non farti stare in pena.  Non sforzarti a reprimere i moti di apprensione,  è molto più costruttivo affrontare per valutare se questa sua decisione sia motivata da qualcosa di molto serio.  Speriamo che abbia vinto alla lotteria e che punti al benessere e alla sua armonia interiore,  potrebbe essere una meta a cui sperava di raggiungere da sempre.  In questo caso avrei la persona che fa per te,  una donna molto affidabile e onesta,  la conosco da molti anni,  te la consiglierei come farei con mia madre.  Una di queste sere verrò a trovarti.  Ciao!

 

Elena  Lasagna

 

 

 

31.10.2018

LETTERA AD UN’AMICA

Author: Elena Lasagna

31/10/2018

 

Ti dedico i colori dell’estate che tu presto andrai a vedere.

 

 

 

È bello ed è raro farsi apprezzare dagli altri non solo per ciò che fai o ciò che dici,  ma sai trasmettere intelligenza e voglia di vivere attraverso il tuo self-control.   La tua attitudine mentale è molto brillante,  ti ha portato verso una carriera importante  e impegnativa. Però il tuo nervosismo controllato,  è la causa di turbe psicosomatiche in rapporto con la malnutrizione,  l’assimilazione e l’insonnia non sono certo sintomi e disturbi di trascuratezza.  Questi sono tratti frequenti di chi svolge questa professione alla perfezione come te.  Non è facile osservare in te una certa dose di indifferenza o di stanchezza,  ma questo gioco di destrezza,  a lungo andare potrebbe nuocere molto alla tua salute psicofisica.  Dovresti impartire certi incarichi ai tuoi collaboratori,  ovviamente di fiducia. Troppe esigenze caratteriali potrebbero sfociare in guai seri;  sai a cosa mi sto riferendo,  anche se la complessità della tua natura cerebrale è particolarmente atta  alla realizzazione di progetti a lunga durata.  La tua tensione nervosa così soffocata  può anche non indisporre chi ti sta vicino,  e  quell’energia così scaricata dentro può alterare non poco non solo l’equilibrio,  ma ti aprirà la strada che porta alla depressione.  Sono fattori che arrivati a quel livello si riscontrano in molti esseri umani.  Il consiglio che mi hai chiesto ieri sera è:  parlane col medico di fiducia o prenditi una bella vacanza dove piace a te,  magari dove adesso ci sta il sole dell’estate,  quello che ti hanno rubato quest’anno. CIAO!

A quando ritornerai dalle vacanze!

 

Elena Lasagna

 

08/11/2018

 

       LETTERA PER NADIA

 

 

 

 

VI  DEDICO QUESTI FIORI PERCHÉ LA VOSTRA VITA SIA COLORATA.

 

Io credo che la timidezza di mio figlio sia dovuta al fatto che il padre lo demoralizza sempre:  in ogni sua espressione di realizzazione.  L’aggressività che sempre gli mostra si concentra tanto su di lui che lo soggioga passivamente e spesso lo vedo piangere nella sua cameretta. Ho paura che da sola non riesca a dargli quella solidità di cui ha bisogno.  Ora ha anche molta difficoltà a relazionarsi con i suoi coetanei,  vorrebbe sempre restare da solo perché si sente abbattuto e nei loro confronti esprime un sentimento di inferorità.  Come devo comportarmi con mio figlio?  Grazie.

……………………………………………………………………………………

Tuo marito sta ignorando la sensibilità e l’intelligenza di vostro figlio;  se va avanti così lo metterà sulla carreggiata della depressione,  questo glielo devi dire. Non può scaricare le sue tensioni nevrotiche sul bambino.  Il minore ha un bisogno impellente di essere amato e stimato dal padre, dai suoi genitori,  di essere apprezzato per ciò che fa,  per il suo carattere,  per il suo aspetto e per tutto ciò che lo riguarda.  Il padre non gli deve dimostrare sempre la sua contraddizione,  che lo porta al nervosismo,  così gli abbassa la sua autostima,  sai quanto è importante a quell’età?  Io credo che a lungo andare detesterà suo padre.  Tuo figlio necessita di un dialogo più aperto,  ha bisogno di approvazione per ciò che fa,  o perderà ogni interesse,  un giorno non riuscirà a staccarsi dai sogni  e non perverrà che con difficoltà anche nelle cose basali della vita di tutti i giorni e alla sicurezza materiale.  Volete crescere un figlio che risenta della mancanza di una solida base?

 

Elena  Lasagna

 

 

 

 

 

12.10.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

12/10/2018

 

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

CUORE

 

 

Articolo n 84

 

Ciao,  sono Cecilia,  ho ventisette anni e sono nata sotto il segno del Sagittario con ascendente Vergine.  L’inverno è alle porte,  ed io non so ancora se avrò un posto al caldo come le persone normali. Ho paura di perdere il mio equilibrio, sono spinta da sensazioni contrastanti con la mia famiglia,   per questo me ne sono andata di casa un mese fa circa a cercare di prendere una direzione,  quella giusta per me.  Ora però me rendo conto che con il mio misero stipendio non posso trovare un monolocale decente dove passare l’inverno;  ritornare dai miei genitori non potrei perché quando penso a loro il mio animo diventa ancora più inquieto.  Non mi piace sbandierare il motivo per cui me ne sono andata,  ma posso solo dirti che essere incompresi dalla famiglia è la peggior cosa che ci possa capitare.  Vorrei solo sapere da te se conosci qualcuno che mi può aiutare e che non approfitti della situazione.  Grazie mille anche per la sollecitudine che hai sempre avuto nei miei riguardi.

 

Cecilia,  quando so le cose non è fatica per me trattare la gente  che ha bisogno con la sollecitudine dovuta.  I tuoi familiari non sono così ottusi,  solo che non riescono a farsi una ragione per la convivenza col tuo ragazzo andata a monte.  Devi dare loro un po’ di tempo per riprendersi da quello che non sono state le loro aspettative.  Per me hai fatto la cosa giusta,  hai già sofferto molto, e credo che con la tua sensibilità e con quella mente sveglia che hai potrai risolvere in tempo tutte le avversioni che si sono presentate e che sicuramente si presenteranno ancora;  tutto migliora quando le idee sono chiare.  I prossimi mesi saranno un po’ scomodi,  ma se trasformi la sofferenza in azione, con la dovuta rifessione senza andare allo sbaraglio riuscirai a mantenere il tuo equilibrio e la tua emotività rimarrà sempre lucida. Io so che ci riusciremo a trovare qualche piccolo locale che rispecchi le tue esigenze,  ascolta sempre i tuoi impulsi e usa le tue capacità naturali e da quella freddezza che ti trovi ora piano piano troverà nel suo interno un calore nuovo.  Chissà che a Natale i tuoi genitori non avranno il desiderio di riabbracciarti e accettare anche i tuoi errori?  Un augurio sincero!

 

Elena Lasagna

 

15/10/2018

 

Sono Dora di ventiquattro anni,  sono un Gemelli con ascendente Acquario.  Vivo con mia madre,  non per molto perché il mio ragazzo vorrebbe che convivessimo al più presto.  Io lo amo molto,  ma a casa di mia madre ci sto molto bene,  mi sento come se ogni giorno rinascessi un po’ di più in un mondo migliore.  Lei è così bella,  così sensibile e giovane dentro,  e quando mi racconta la vita passata con mio padre è come se vivessi una bella favola.  Purtroppo mio padre morì anni fa in un incidente stradale,  da quel giorno lei vive per me,  abbiamo un’intesa straordinaria ed io non so se riuscirò mai a lasciarla da sola.  Cosa mi consigli?   Non so proprio come fare!  Grazie!

 

Dora anche se molti pensano che si dovrebbe guardare avanti e non indietro,  io credo che sotto a certi aspetti  sia sbagliato.  Nemmeno le cose brutte sono da dimenticare,  si dovrebbe stare allerta,  per non farle ritornare.  La bellezza e tutte le cose che ci fanno stare bene sono sempre un passo avanti, non saranno mai vissute abbastanza perché si deve crescere nella bellezza.  Tu devi coltivare due amori diversi uno dall’altra,  ma con la vostra intelligenza lo si potrà fare benissimo,  è come se vi vedessi già:  la discrezione di lei,  l’educazione di lui,  insomma vivere con lui e con tua madre ti renderà la persona più felice e appagata di questo mondo.  Siete gente del futuro e di altri tempi,  tu e tua madre siete intrise di bontà e bellezza  e questa forza così potente riuscirà a spostare qualsiasi ostacolo,  per vivere nella concretezza e perché no,  anche con  il vostro sognante idealismo. Vi auguro  ancora tantissime cose belle!   Vi ammiro molto!

 

 

Elena Lasagna

 

24/10/2018

 

Sono Alessia di ventidue anni, sono nata sotto il segno dell’Acquario con ascendente Cancro.  Sarebbe una bella illusione pensare che un giorno mia suocera potrà posare le armi e accettarmi per quella che sono,  come sa fare suo figlio.  Come può una persona versatile,  estroversa,  vivere accanto ad una persona  riservata e fredda?  Specialmente nei miei confronti.  Amo mio marito e gli ho fatto la promessa di andare d’accordo con sua madre,  per il bene della famiglia e dell’azienda che si sta riprendendo un po’ adesso dopo tanto tempo.  Cerco di fare il possibile per farmi voler bene anche da lei,  ma capisco che non ne vuole sapere di me,  e se è come penso io credo che della felicità di suo figlio non gliene importa nulla.  Aiutami tu,  io non saprei più che pesci pigliare con quella lì.  Grazie molte!

 

 

Alessia,  anche se sei una persona complessa,  sei anche tanto estroversa e buona. Ci sono molte incomprensioni tra di voi,  questo sarebbe bene non metterle in risalto nei confronti di tuo marito.  Cercate di risolvere le cose   per il bene di tutti .  Dal momento in cui sopraggiungono le divergenze che tra due intellettuali come voi ,  un po’ manipolatrici,   sì,   perché sotto certi aspetti vi somigliate molto e se una di voi due non cede,  ho paura che le vostre strade si divideranno.  Ovviamente tutta questa bufera in famiglia non gioverà al vostro matrimonio.  Il mio consiglio è quello di cercare di evitarla,  e se ti provoca,  ignorala!  Come hai detto tu all’inizio della serata:  sarebbbe un’illusione pensare che tra voi due possa stabilirsi una simpatia spontanea,  tantomeno quell’empatia di cui si ha bisogno nella convivenza tra nuora e suocera. Ma a volte può scoccare una scintilla basata sull’ammirazione:  allora può nascere una collaborazione nel campo del lavoro,  e poi potrebbe nascere un sentimento d’intesa che trasformerà il suo orgoglio in un bene vero come quello che nutre per  suo figlio.    Quindi Alessia,  datti da fare.  Auguri veri!  Fammi sapere.

 

Elena Lasagna

 

 

 

 

 

07.07.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

07/07/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

CUORE

 

 

 

 

Articolo n° 83

Chiedo scusa per l’immagine un po’ sfuocata.

 

 

Sono Susi di trentaquattro anni,  nata sotto il segno del Sagittario con ascendente Toro. Vorrei tanto dire a una signora che conosco,  quello che stanno tramando alle sue spalle i suoi nipoti  specialmente sua nuora,  che è l’ertefice di tutto.  Ero in un locale bar con i separé  e ho sentito la voce di una donna e dei tre ragazzi che conosco di vista,  stavano complottando di come avrebbero spillato del denaro alla loro nonna e cioè alla suocera  della loro madre.  Sono una famiglia di cinque persone:  i genitori e tre figli.  Quando mi viene in mente questa cosa mi prende l’ansia di fare giustizia,  spero che non sia troppo tardi.  Vorrei tanto poter avvisare l’anziana signora,  però non vorrei essere invadente per lei,  e sentirmi dire che non sono affari miei.  Cosa dovrei fare per sentirmi in pace?  Grazie!

 

Se io fossi in te glielo farei sapere al più presto;  certo ci vuole tatto,  tutto il tatto possibile di quell’intelletto di cui tu sei dotata.  Sarai in grado di prepararla in modo che non cada nella  trappola di quei trafficanti.  Tu non dovrai fare altro che raccontare per filo e per segno tutto quello che hai sentito,  (ovviamente non dire che le hanno detto della vecchia rimbambita)  poi lei trarrà le sue conclusioni.  È inutile mettersi alla ricerca delle ragioni che trasformano certe persone in sciacalli come la madre dei ragazzi,  è solo questione di soldi per fare la bella vita.  In quella casa lavorano in cinque,  e sono tutti al lavoro; quindi lì si tratta solo di una mente lacerata dall’odio  per la suocera che li ha auitati molto.  Non nutro nessun rispetto per questo tipo di gente!  Vogliono far credere che amano il prossimo e poi pugnalano alle spalle chi li ama davvero!  Quante verità come questa vi sono!  Se  fossi nella signora anziana farei in modo che ai nipoti e al figlio non restasse un bel nulla!

 

Elena  Lasagna

 

27/07/2018

Sono Mriam,  nata sotto il segno dell’Ariete con ascendente  Pesci.  Sono sposata da quindici anni,  ma sono al limite della sopportazione.  I miei genitori mi dicevano sempre di non sposarlo,  perchè non era qull’uomo che voleva farci credere;  quante scenate e quanto rancore per non averli ascoltati anche perché avevano ragione.  Ora mio padre sta male,  ed io non riesco a trovare il coraggio di andare da lui,  mi vergogno troppo!  Non vorrei che nel vedermi  anticipasse la sua fine.  Cosa devo fare?  Ormai non c’è più tempo e non so decidermi.  Grazie!

 

Io credo che tuo padre sarà felice di vederti,  e credo che ti abbia perdonato da un pezzo.  I genitori si preoccupano sempre per il futuro dei figli perché  vorrebbero il meglio.  Miriam,  non dovresti fare in modo che lui muoia senza prima averti stretto la mano,  altrimenti non te lo perdoneresti mai.  Ora che il suo tempo è finito dagli la possibilità di andarsene in pace, chiedigli scusa e digli che aveva ragione,  ma che col passare del tempo lui ha  messo la testa a posto.  Sei ancora presa da sensazioni che contrastano con la parola “amore”,  agisci in fretta levando la barriera,  quel muro che si ostina a separarvi prendendo la direzione che prenderebbero le persone grandi,  lasciandoti alle spalle tutto il rancore.  Non si può condannare un padre che è arrivato alla fine dei suoi giorni e che tra le altre cose aveva ragione fin dall’inizio.  Il troppo orgoglio è ben lontano dall’amore;  lascia che sia il cuore ad occuparsi di risolvere questa situazione.  Vedrai che sarai felice!

 

Elena  Lasagna

 

 

 

 

10/07/2018

 

Sono Lucia di Reggio Emilia,  nata cinquant’anni fa sotto il segno dell’ Ariete con ascendente Capricorno.  Con mio marito sto per separarmi,  ci tengo a dirti che è per colpa sua perché ho scoperto l’ ennesimo tradimento e ora non ne posso più!  Quando vent’anni fa ci sposammo,  lui non aveva nulla,  solo il suo lavoro,  ma ero tanto innamorata che ho sempre creduto che lo fosse anche lui,  invece mi ha sempre sfruttata;  meno male che non abbiamo figli!  Come regalo di nozze i miei genitori ci regalarono la casa,  e quando morì mio padre la mamma mi intestò la casa al mare,   ed io stupida che ho fatto?  Ho intestato anche lui sulla mia eredità  perché me l’ha chiesto! Dopo poco tempo scoprii che nella casa al mare ci portava altre donne e lui s’inventava la scusa che doveva dormire fuori casa per lavoro.  Mi ha sempre ingannata,  e spero che rimanga in mutande!  Riuscirà il giudice a fare in modo che io almeno abbia pieno diritto alla mia eredità,  dal momento che me l’ha estorta con l’inganno?  Grazie!

 

Lui è stato molto irrispettoso nei tuoi confronti e in quelli dei tuoi genitori;  è ed è sempre stato il comune cacciatore di dote.  Un manipolatore incallito che un giudice vero ne terrà conto.  Sono contenta per te che sei stata capace,  hai avuto la forza di fare il punto della situazione  con la tua interiorità,  finalmente a scapito dei suoi sentimenti fasulli.  È tempo che tu dia un calcio al passato e che inizi la tua nuova vita senza quel parassita disonesto.  Con la tua bontà ti sei lasciata convincere in cose che se solo avesse avuto un po’ di sale in testa non si sarebbe mai sognato di farsi intestare anche la casa al mare dei tuoi genitori,  che tra l’altro mi hai raccontato che non ha mai speso nulla di suo per le spese di restauro.  Io credo che un buon giudice una clausola per fregarlo la possa tirar fuori!  Te lo auguro,   perché se non lo facesse non ci sarebbe giustizia. Io credo che il periodo autunnale sia favorevole per iniziare una  nuova vita e una causa come questa;  non pensare che andrà tutto male,  ma abbi fiducia in te,  coraggio e tenacia!  Ho un consiglio:  quando andrete davanti al giuduce diglielo soltanto un giorno prima,  è una cosa mia che poi ti dirò a voce.  Ti auguro tutto il bene possibile,  spero che  tutto si risolverà a scapito di quel disonesto!  Auguri vivissimi!

 

Elena  Lasagna

 

15/07/2018

 

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno sarei venuta a chiedere il tuo aiuto!  Sono Sara di quarantacinque anni,  sì,  quella Sara che conosci da  tempo,  e che non ha mai creduto nella religione e in niente.  Oggi però se sono qui,  è perché ho capito chi sei,  ho molta fiducia in te,  l’ho sempre avuta,  ma il mio orribile orgoglio non mi permetteva di chiederti scusa.  Come saprai mi sono successe cose molto brutte,  disgrazie così lasciano il segno per sempre.  Mi vedi ora che sembro l’ombra di me stessa,  e siccome sono morti della stessa malattia,  non vorrei che anche la più piccola avesse la malattia di suo padre;  non so dirti con esattezza quanti medici abbia passato,  ma per me certe informazioni non sono mai abbastanza,  per sentirmi tranquilla,   per poter riposare qualche ora di notte,  oppure che tu riesca a mettermi in contatto con il cielo,  perché io non saprei da dove comonciare.  Ti chiedo scusa per tutto e ti ringrazio!

 

Sara,  benvenuta,  chi sa chiedere scusa al giorno d’oggi è una persona davvero grande;  hai messo da parte quel fastidioso orgoglio, diciamo pure esagerato che ti teneva imbrattata nella tua forte personalità  ora ne hai acquisito ancora di più,  anzi arrichisce ciò che già ti appartiene.  Ho saputo delle tue grandi perdite,  posso dirti che queste cose toccano il cuore di molti.  So cosa significa vivere nell’incertezza di poter perdere anche l’unico bene rimasto, si ricorre a tutto;  è stata la tua sincerità a farmi  prendere il contatto con te.  Io non so dare false illusioni,  e ancora una volta devi ascoltare i tuoi medici di fiducia,  ma se posso consolarti ho visto casi come il tuo e le persone rimaste non si ammalarono di quella malattia,  i figli hanno  il DNA di entrambi i genitori,  quindi come dicono i medici non devi vivere con questa angoscia,  restate in sintonia con la vita,  e accogliete la voce del cielo con intensità,  ma non dimenticarti  di cercare la luce e di non vivere nel buio totale.  Lasciarsi andare,  vivere con intensità e non perdersi non sono in contraddizione tra di loro,  non lo sono mai state.  Ti faccio gli auguri più sinceri,  e spero che tu possa impossessarti della  tua forte personalità e  agilità di mente che hai sempre avuto,  tutto si risolverà!  Arrivederci!

 

Elena  Lasagna

 

 

 

29.06.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

29/06/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

CUORE

 

 

 

 

N° 82

 

Sono Annalisa di quarantotto anni,  nata sotto il segno dei Pesci con ascendente  Toro.  Sono sposata da quasi trent’anni,  ho due figli e un marito meravigliosi.  So di essere egoista sotto certi aspetti,   ma guai a chi mi tocca la mia famiglia e soprattutto i miei figli.  Li abbiamo educati bene,  frequentano la chiesa ogni domenica,  ecc.  perché non vorrei stancarti.  Ho un pensiero che mi tormenta:  quando si sposeranno i miei figli per me sarà una cosa quasi come assistere ad un funerale,   non per un’eventuale lontananza,  ma  è con chi si sposeranno!  Ci sono persone perfide che cambiano i loro e le loro partner in modo totale come fosse un lavaggio del cervello.  Vorrei tanto che mi dicessi che mi sto sbagliando,  so che sarai sincera.  Grazie!

 

Annalisa,  hai quarantotto anni ma sembra che tu ne abbia 148.  Mentre leggevo la tua lettera,  mi chiedevo dove fosse il problema,  ma ho capito che il problema non è la tua famiglia ma sei tu,  sono loro che avrebbero dovuto scrivermi e preoccuparsi.  Comunque dai,  l’apprensione fa anche parte dell’affettività,  quel timore che la vostra felicità si trasformi in un incubo da un giorno all’altro,  ti fa vivere a metà.  I tuoi figli sono intelligenti molto,  sanno scegliere la persona giusta per la loro felicità,  quindi Annalisa chiudi l’ombrello quando non piove e quando non c’è il sole!  O non riuscirai a vedere bene da lontano!  Quell’apprensione esagerata nei confronti dei tuoi figli come se volessi tappare loro le ali credo che sia fuori posto!  Spero solo che la tua non sia una strategia astuta,  ma una lieta e ingenua sincerità!  Siete una bella famiglia,  conservala così,  i risultati dipendono anche da te!   L’amore è libertà!  Ciao,  buona estate!

 

Elena  Lasagna

 

03/07/2018

 

Sono Maurizia di quarant’anni,  sono nata sotto il segno del Cancro con ascendente Ariete.  Quante volte sento parlare di donne bravissime,  catapultate nelle fauci di uomini bassi di intelletto,  uomini che hanno famiglia e le loro donne non portano nemmeno le suole delle scarpe in confronto a quelle che loro denigrano.  Vorrei tanto che il fato,  chiamalo come vuoi,  possa un giorno fare giustizia per sempre!  Anch’io come te amo molto la giustizia,  ma sembra che su questa Terra c’impieghi un po’ tanto ad arrivare!  Confido in te!  Grazie.

 

Non vorrei spaventarti,   ma in quanto a giustizia c’è chi è messo ancora peggio di te!  Nel tuo ,  vostro caso,  avete avuto la sfortuna d’incontrare persone molto ignoranti e ottuse,  e vedendo in voi un po’ di leggerezza  vi hanno subito attribuito quello che invece avrebbero dovuto pensare delle loro famiglie  (mogli e figlie).  Sai la leggerezza non è sempre superficialità,  guai a chi dopo aver passato lunghi periodi a lavorare intensamente con responsabilità non sfoggiasse un po’ della sua  allegria!  Ci sono persone allegre,  diciamo gioiose,  belle dentro,  con una profondità che quelli nemmeno sanno che possa esistere.  Il fatto è che l’ottusità non va d’accordo con l’intelligenza e la cultura.  Certe volte ci vuole qualcosa che rompa la routine,  quell’equilibrio che tiene molte persone legate al lavoro in maniera stressante come fossero corde tese;  se non si abbattesse quel muro per uscire da quel sistema ci si ammalerebbe.  Certo,  a quelli non lo potrai mai far capire!  Non sprecarti a pensare a certa gente,  non sei nata per farti limitare da certi babbei che non sanno nemmeno l’alfabeto della vita! Ascolta solo la tua coscienza,  continua la tua strada con determinazione,  sei combattiva è una delle tue caratteristiche,  non hai bisogno di premurose protezioni!  Il tempo ti  arrecherà giustizia perché a vincere sarà il tuo buonsenso.  Auguri di una bella vita!

 

Elena  Lasagna

 

Sono Aldo di cinquantacinque anni,  sono nato sotto il segno dei Pesci con ascendente Cancro.  Da circa tre anni sono disoccupato,  ormai ho perso la speranza di poter un giorno andare in pensione.  Ho cercato lavoro ovunque,  in questo lasso di tempo ho accettato tutti lavoretti e lavoracci che mi sono capitati perché ne avevo e ne ho bisogno per tirare avanti.  Ho chiesto ovunque,  ma sembra che uno della mia età non faccia piacere a nessuno.  Vorrei tanto che mi accendessi uno spiraglio di speranza,  sono stanco di questi rifiuti, non vorrei cadere in basso,  anche perché alla mia età si è molto vulnerabili  specialmente se ci sitrova nella mia situazione.  Grazie!

 

Capisco come ci si può sentire a essere rifiutati per anni,  ma forse non sai che a cinquantacinque anni si è ancora giovani e forti.  Non arrenderti e non accettare strade traverse da cui non ne uscirai più.  La tua situazione è non delle migliori,  ma sei anche tu che ti piangi addosso,  quindi,  rivoluziona la tua mente,  sii positivo  e vedrai che perderai il senso della tristezza.  Dopo l’estate in certe aziende ci sarà una ripresa significativa,  dovrai mostrarti pieno di energia per affrontare tutto senza abbatterti.  Per conquistare un posto di lavoro serve determinazione e  un’aria diversa da quella che tieni adesso;  sii più forte!  Ci vuole temperamento,  non c’è tempo per demoralizzarsi.  Prima di fine anno gli ostacoli si faranno da parte per fare spazio ad interessanti opportunità;  via le ombre e la timidezza,  con un’identità diversa  sono certa che non esisterà più l’irraggiungibile.  Auguri di buon proseguimento e di una vera occupazione.

 

Elena  Lasagna

 

05/07/2018

 

Sono Amedea di trent’anni,  nata sotto il segno dei Gemelli con ascendente Acquario. Io non so perché molte persone vedono il mondo e le cose a modo loro e non com’ è veramente.  Abito in un palazzo di ventiquattro famiglie, da non molto ho dei nuovi dirimpettai;  non si sa da dove arrivino nel senso che sono ottusi e lugubri dentro, indietro almeno due secoli.  L’altro giorno la moglie ha sgridato il marito dicendogli:  non devi guardare le donne in faccia,  potrebbero farti il malocchio!  Appena arrivati qua,  ho incrociato lo sguardo del marito,  lui  ha fatto un cenno di saluto,  io gli ho chiesto qualcosa come dare loro il benvenuto;  e fino a qui ci siamo.  Il giorno successivo ho cercato di salutare la moglie ma si girò dall’altra parte,  poi quando incrociai la figlia mi guardò con uno sguardo intimidatorio;  adesso però mi sono stancata,   ora il saluto se lo pigliano…  Tu cosa pensi di quella gente?  Può diventare pericolosa!  Grazie!

 

Conosci questo proverbio? :  male non fare e paura non avere!  Però hai ragione tu i veri matti sono sempre stati fuori!  Tu possiedi una dote straordinaria,  molto rara,  hai la capacità di vedere le cose e la gente come sono realmente;  sei anche sincera, oculata ed estroversa.  Certo,  non meritavi dei vicini così stronzi!  Ad ogni modo lascia perdere,  non hai bisogno di comunicare con quei tirapiedi:  l’uomo bugiardo e le donne invidiose!  La gente così incallita non cambierà mai!  Continua a frequentare le persone di sempre,  sarà sicuramente più costruttivo per te e per loro.  Le vostre idee si intrecciano in una vita di cultura con enigmi di gente molto intelligente,  e con la loro semplicità mirano a diventare sempre più grandi!  Vi auguro una felice estate,  se occorre graffiante,  ironica e che dia quella carica per riprendere il lavoro con più  gioia e  con più energia!  Ciao!

 

Elena  Lasagna

 

06/07/2018

 

Sono Milena,  nata ventisette anni fa sotto il segno del Capricorno con ascendente Acquario.  Dal momento che non riesco a trovare lavoro per ciò che ho studiato e che mi sono laureata,  approfitto della proposta che mi ha fatto mio padre:  mi mette a disposizione un appezzamento di terreno per diventare un’imprenditrice agricola.  Lo adibirò a coltivazione ortofrutticola.  Il fatto è che noi  non sappiamo nulla di agricoltura,  ma conosco dei contadini che lo fanno e sono lieti di darmi una mano.  Dovrei sapere tutto su ogni tipologia di verdure e su ogni tipologia di frutta,  conoscere bene tutto ciò che riguarda questa professione.  Io ci metterò tutto l’impegno possibile,  ma riuscirò a concludere qualcosa prima delle coltivazioni della prossima primavera?  Grazie!

 

 

Io credo proprio di sì.  È una bella svolta quella che stai dando alla tua vita,  brava!  Gli insegnamenti dei contadini sono molto preziosi,  ne sanno una più del diavolo:  conoscono la terra come conoscono loro stessi,  sanno che cosa è meglio per questo e per quello ecc.  Il loro è un mondo dove non solo vige una completa sapienza per il rispetto della terra,  ma anche per quel che riguarda tutto ciò che c’è da sapere.  Coltivare la terra a ortofrutta è un lavoro molto affascinante,  che dà molte soddisffazioni,  ma ovviamente anche tante delusioni  sto parlando di calamità naturali  se non si corre ai ripari con delle vere protezioni si rischia di lavorare per il nulla.  Per tutto questo occorre impegnare una certa cifra  per la protezione delle piante fruttifere e per le coltivazioni adibite a orto.  L’amore che nasce per portare avanti una professione difficile e di sacrificio come l’imprenditrice agricola ti insegnerà molto,  ciò che più conta è farlo con amore e non demoralizzarsi al primo inconveniente,  poi anche il cielo ti darà una mano.  Sei una donna coraggiosa che al giorno d’oggi sa proporsi un modello di vita che si sa non è facile,  ma io credo che tu riesca!  L’amore abbatte tutti gli ostacoli! Grazie a te per avermi permesso di scrivere questa tua bellissima impresa!  In bocca alla fortuna e che non muoia mai!

 

Elena  Lasagna

 

 

 

14.06.2018

TU E IL 2018/19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

14/06/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

 

CUORE

 

 

art. n° 81 ( foto estate 2017)

 

Sono Cinzia di diciannove anni,  sono nata sotto il segno del Cancro con ascedendente Leone.  Cosa pensi di me se ti dico che non mi sposerò fino a quando non avrò incontrato un uomo con almeno queste quattro virtù teorizzate da Platone (prudenza, giustizia, fortezza e temperanza).  Sperando sempre che ne abbia altre,  tutte quelle che spaziano dall’ecologia ai diritti umani ecc.  Secondo me un uomo e una donna senza i valori non sono nessuno.  Non importa che siano famosi o meno,  oppure uomini e donne di potere o di chiesa,  ma per me ciascun uomo sulla terra dovrebbe essere dotato di tutte le virtù di cui ci ha suggerito il cielo.  Ti prego non dirmi anche tu che sono noiosa!  Dimmi tutto quello che vuoi ma non quello.  Grazie!

 

No,  non ti dico che sei noiosa perché non lo sei,  ma sei semplicemente una che ha ben riposto i suoi  diciannove anni!  Sei avanti molto e sei stanca di saltafossi e pagliacci sia uomini che donne.  Hai tanto sale in zucca da vendere!  Sì,  sei proiettata in avanti perché hai capito il senso vero della vita:  se non si è persone vere non si è nessuno!  Perché si è solo dei pagliacci con la maschera che non contano un tubo.  Per essere delle persone vere bisogna per forza possedere delle virtù.  Il dialogo con te offre molti spunti di riflessione,  sono  impronte che avvolgono le persone in un’atmosfera fatta di speranza di un futuro più libero,  con più forza senza falsità,  che permetta agli uomini di liberarsi da cose che offuscano non solo l’immagine ma tutto il profondo;  perché è solo un’ illusione che in qualche modo prima o poi fa rimanere sospesi e annientati.  Grazie a te e a tutte le persone belle come te.

 

Elena  Lasagna

 

18/06/2018

 

Sono Ines di cinquantacinque anni,  nata sotto il segno dell’Acquario con ascendente Cancro.  Soffro molto di nostalgia ,  la soffro in maniera traumatica,  come se non avessi più nulla a che fare con questo mondo. Ho persone care che non ricambiano i miei sentimenti come vorrei,  e uno di questi è mio figlio;  come può un figlio pensare solo al lavoro e alla sua famiglia,  e le madri,  per loro non esistono più? L’ho cresciuto con dei valori solidi,  ma sembra che lui li abbia smarriti.  Darei tutto ciò che ho per stare vicino a mio figlio e alla sua famiglia,  starei in un angolo in disparte per non disturbarli perché so cosa significa educazione  ma almeno l’avrei davanti agli occhi.  Vorrei tanto che questa tortura finisse,  perché la nostalgia è come una malattia,  piano piano ti distrugge.  Grazie!

 

Ines capisco la tua sofferenza, la tua nostalgia di una vita felice insieme,  ma non ritorna più! Lui si è fatto la sua vita,  com’è giusto che sia!  Sembra come se tu avessi più di cento anni,  e poi neanche perché a quell’età si trovano persone giovani dentro e ancora speranzose di vivere con tutti.  Io so che tuo figlio è un bravo ragazzo,  anzi,  un uomo, e s’interessa a te,  ma anche lui non può trascurare il lavoro,  ha due bambini,  quindi accetta questa sua nuova vita,  l’importante è volersi bene.  La felicità non va cercata con ossessione, ovviamente il sentirti così giù di tono è anche dovuto al fatto che non coltivi interessi di nessun genere,  e resti concentrata sul passato.  Sii attenta a non rifiutare l’amicizia o la compagnia di persone che fanno parte di quell’ordine rassicurante e concreto. Riprendi il contatto con la realtà, allarga i confini della tua mente e impedisci il ristagnare  di tutto quello che si chiama nostalgia,  di quello che è stato molto tempo fa,  accetta che sia  un bel ricordo!  In agosto tuo figlio ti porterà  a passare le vacanze con loro,    ma quando le vacanze saranno finite,  non cadere in depressione e voler restare ancora insieme a loro;  le tue non sono riflessioni profonde,  ma sono diventate ossessioni.  Vivi la tua vita consapevole che siamo nel ventesimo secolo,  sii felice ora!  Ringrazia il cielo che invece tuo figlio ti vuole bene davvero e non come dici tu che pensa solo al lavoro e al denaro,  non è da lui!

 

Elena  Lasagna

 

22/06/2018

 

Ciao,  sono Federica di quarantacinque anni,  nata sotto il segno dei Gemelli con ascendente Toro.  Ho avuto un’amica per trent’anni,  poi mi sono allontanata perché ho capito che non aveva rispetto per la mia lealtà;  lei non è mai stata una vera amica.  Fino a quando io tiravo avanti a stenti,  lei era piena di complimenti,  attenzioni e gentilezze,  quando il progresso ha sfiorato anche la mia soglia,  allora non era più d’accordo su niente e sono incominciati i veri guai per me e la grande menzogna per lei.  Invece di quella donna responsabile e attenta come si fa con le vere amiche,  lei s’inventò tante di quelle falsità su di me che ad un certo punto non sapeva più chi fosse e nemmeno chi fossi io.  In questi anni non è mai stata capace di cercare un po’ di verità nel profondo del suo cuore,  ed ora che il fato l’ha gettata in un baratro,  io non ne gioisco,  e mi dispiace per lei che non vive con la pulizia dentro l’anima.  Comunque nel mio profondo ho dedotto che se questa amicizia è naufragata io non riesco a darmi una colpa se non quella di essermi migliorata,  nel senso di cresciuta interiormente e di non avere rifiutato fin da subito la sua amicizia.  Avevo dei dubbi per ciò che riguardava la sua amicizia,  ma poi mi sono detta:  ma basta!  “Non essere così dubbiosa,  potresti perdere un’amicizia molto importante”!  Invece conosci già la storia.  In tutti questi anni di silenzio,  come avrà potuto tenersi dentro tutta quella scena con quelle menzogne?  Che ottusità!  Allora non mi sbagliavo!  Adesso che non si sente bene qualcuno mi ha suggerito che vuole vedermi,  io non so se riuscirò mai ad andare a trovarla,  dovrebbe chiamarmi e dirmelo di persona!  Non si nega un favore nemmeno ad un delinquente in punto di morte,  potrei fare uno sforzo.  Tu cosa mi suggerisci?   Quali alternative adottare?  Ti ringrazio.

 

Federica, posso immaginare come ci si sente quando qualcuno ti pugnala alle spalle.  Però se non risolvi la questione il passato riemergerà sempre ad aprire quelle ferite ancora socchiuse.  La riflessione ha un grande valore,  spesso risolve e raggiunge il punto più profondo dell’analisi.  Se non sei sicura che questa persona ti abbia detto la verità,  tu non andare,  ma lascia che sia lei a chiamarti o qualcuno della sua famiglia.  Fino ad ora non ti sei lasciata distrarre dal banale,  continua così:  le cose troppo facili non sono mai state segno di solidità e di forza.  L’importante è non lasciarsi ingannare da chi è ipocrita,  o ti ritroveresti al punto di partenza.

 

Elena  Lasagna

 

 

18.05.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

17/05/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

CUORE

 

Articolo n° 80  Foto di Carla e Davide.

 

Sono Arianna,  nata trentadue anni fa sotto il segno del Cancro con ascendente Sagittario.  Nella vita credo che tutti, anche i tipi più detestabili abbiano un briciolo di cuore davanti alle disgrazie altrui.  Io credevo che il mio ragazzo fosse una persona vera,  ma sono così delusa che mi sembra di aver vissuto per niente.  Un mese fa morì il fratello di suo padre,  e siccome andavano d’accordo ed erano anche amici,  io credevo che gli volesse bene,  invece,  se sapessi quello che è uscito dalla sua bocca!  Poi invece di andare al funerale in aiuto a suo padre e alla famiglia,  lui sparì per un giorno intero;  nessuno sapeva dove fosse finito.  Ormai non voglio più saperlo dove si era cacciato,  ma so per certo che non lo voglio più!  Mi fa schifo al solo pensiero di passare altro tempo con lui,  perché ora so che sarebbe tempo sprecato.  Vorrei tanto sapere se troverò la persona giusta,  ho già un’età che mi sconforta.  Grazie!

 

Arianna,  si dice sempre che chi cerca trova,  ma in questo caso meglio non cercare,  perché penso che l’amore vero prima o poi cercherà te.  Non smarrire mai lo sguardo e i pensieri sul reale,  perché l’invisibile momento fortunato diventerà molto passionale e luminoso, che non potrai non vederlo e non sentirlo,   lasciati trasportare dal vento!  Nel frattempo mantieni l’impegno che hai con te stessa,  quello di lasciarlo!  Rifiuta quella freddezza interiore che impedisce di amare davvero,  ma sa solo mortificare!  Ci sarà un’aria nuova che respirerai bene, e ti condurrà con abilità a prendere azione,  basta con le titubanze,   lascialo al suo povero destino.  Hai bisogno di una persona che ti faccia sentire al centro di te stessa!  E da lì uscirà tutta quella luce che ti accompagnerà nella scelta definitiva.  Auguri di una bellissima vita!

 

Elena  Lasagna

 

24/05/2018

 

Sono  … ho trentadue anni e sono nata sotto il segno dell’Ariete con ascendente Gemelli. Tempo fa mio nonno voleva vendere una vecchia cascina circondata da terreno fertile, le offerte degli acquirenti erano poco giudizievoli,  volevano pagarlo poco e niente;  mio nonno si arrabbiò e me lo regalò.  Oggi vale una fortuna,  e adesso che le cose si sono capovolte mi invoglia a venderlo;  me l’hanno chiesto in molti,  ma non riesco a decidermi,  sembra che se ne vada un pezzo di me,  della mia famiglia.  Tu cosa faresti?  Grazie!

 

Io?  Io non venderei mai niente,  figurati la cascina dei nonni!  A meno che non fossi sull’orlo del precipizio e dovessi saldare debiti su debiti;  ma anche in quel caso penserei bene di trovare una soluzione diversa. Quel terreno potrebbe diventare una bella tenuta:  elegante,  rustica,  anche un agriturismo,  o un’oasi bellissima circondata da alberi, come vuoi tu,  c’è spazio da vendere, ma comunque sia,   lì troverai sempre l’anima della tua famiglia.  Però mi raccomando,  non lasciarti influenzare dai miei progetti,  non vorrei che ti scappasse l’acquirente e poi sentirmi in colpa.  Dipende tutto da te:  l’intelligenza rasenta il buon senso,  raccogli i messaggi sottili senza pensare a prima e a poi,  ma soprattutto senza lasciarti toccare da smanie fuori tempo e fuori luogo.  Ci sono momenti nella vita che sembrano rintanati in chissà quale spazio,  che ci frenano o ci fanno agire in fretta,   qui non è il caso di mettere in moto quella smania che esige una risposta immediata.  Vorrei che questo tuo gioiello un giorno risplendesse più di mille diamanti!  Non voglio spingermi oltre…  Auguri di un futuro splendido!

 

Elena  Lasagna

 

29/05/2018

 

Sono Michela,  ho quarantaquattro anni e sono nata sotto il segno dell’Acquario con ascendente Ariete.  Da molti giorni mi sto chiedendo perché una persona in agonia invece di confessare le sue malefatte e scusarsi continui a mentire?  O è un demone o non è in possesso delle sue facoltà mentali,  anche se i medici mi confermarono il contrario.  Come si spiega che uno che sa di essere in fin di vita possa continuare a mentire davanti a…?  Non lo farebbe nemmeno il più disumano degli uomini!  A te è mai capitato di sentire una cosa del genere?

 

No Michela,  a me non è mai capitato di sentire una cosa così,  tu pensi che sia un demone?  Può essere,  ma ricorda che la grande ignoranza e ottusità rende l’uomo cattivo e non apre mai le sue porte.  Tempo fa qualcuno che conoscevo benissimo,  prima della sua fine mi mandò a chiamare perché pentito mi voleva confessare quello che avevano progettato lui e i suoi complici nei miei riguardi, e anche se in passato lui fu molto crudele,  sul letto di morte mi porse le sue scuse e mi rivelò i nomi dei complici.  Io gli diedi il mio perdono per farlo trapassare con serenità. Ne rimasi davvero sbalordita,  mano a mano che passavano i secondi notai che sul suo volto si era come accesa una luce,  in una succesione senza limiti,  vidi il suo tapasso come una cosa incredibile.  In quanto al tuo caso non credo che quella persona fosse un demone, c’è gente ancora così sporca di menzogne che non riesce a distinguere non dico il bene dal male,  ma la realtà  dalla menzogna,  quindi per lui forse fu una cosa naturale.  Il peccato per questa gente non comporta mai né l’inferno né la dannazione,  perché non hanno la coscienza;  lo so che certe cose fanno male,  ma lascialo al suo destino!  Tu sei una di spessore autentico ed hai la fortuna di avere una lealtà difficile da trovare,  non cambiare mai! Auguri di felicità!

 

Elena  Lasagna

 

08/06/2018

 

Sono Luciana di ventinove anni, sono del Capricorno con ascendente Sagittario.  Mi hanno sempre detto che questi due segni sono incompatibili tra di loro,  io ho sposato un Sagittario,  abbiamo due bambini bellissimi e sani,  e siamo stati felici come pochi fino a una settimana fa quando dalla sua bocca è uscita una frase che mi dà ancora molto sconforto.  Dice che quest’anno vuole fare le ferie senza la famiglia;  io non lo riconosco più,  come fa una persona a rifiutare il tempo più bello dell’anno insieme ai suoi bambini?  Ora hanno un’età che sono così teneri!  Non so più a che santo appellarmi,  io credo che ci sia di mezzo un’altra donna,  cosa posso pensare?  Ti prego dimmi la verità?  Grazie!

 

Una donna sente quando c’è qualcosa che fa pensare al tradimento,  ma non sarebbe giusto accusarlo senza prove.  È triste quando qualcuno offende l’intelligenza specie se quel qualcuno è una persona della famiglia.  Non è vero che se una persona sa di essere intelligente non lo voglia apparire davanti agli altri:  qui ferisce l’amor proprio.  Però in amore anche l’assoluto può diventare relativo. Le incertezze fanno vivere a metà e tirare avanti con questi dubbi è come l’inferno sulla terra perché si rischia di scivolare in una vita di sopravvivenza.  In questo periodo devi farti forte, e aspettare.  Non è detto che se vuole stare solo lui debba per forza avere un’altra donna!  Se un uomo vuole tradire lo fa e poi non lo dà a vedere,  io credo che lui stia attraversando un periodo buio,  e che abbia bisogno di riflettere,  e quale occasione migliore se non le vacanze in solitudine?  Potrebbe anche volere metterti alla prova,  per vedere se lo ami ancora come una volta,  può essere che lui non si senta sicuro dei tuoi sentimenti.  Io non lo aggredirei e lo lascerei fare,  cerca di essere comprensiva anche perché è un uomo responsabile un po’ introverso e ne fa volentieri a meno di dare spiegazioni sul suo stato d’animo perché pensa che la tua intelligenza  faccia in modo che alcune questioni  raggiungano il punto dell’equilibrio e della ragione.  Io sono fiduciosa,  e ti faccio i miei più grandi auguri di felicità,  ci vediamo dopo le vacanze, ciao!

 

Elena  Lasagna

 

12/06/2018

 

Sono Beatrice,  ho trent’anni e sono nata sotto il segno dei Pesci con ascendente Scorpione.  Quando succedevano certe cose ad altre persone,  mi rattristavo e speravo che non  capitasse mai a me anche perché mi sentivo fortunata,  perché io e mio marito siamo sempre stati una coppia vincente e felice.  Lui così preciso,  leale,  brillante e scrupoloso!  Macché leale e leale,  se l’ho trovato in atteggiamenti sconci con la badante di sua nonna!  Ha dieci anni più di lui,  moldava e abbindolatrice,  sì,  perché quelle donne prima fanno il loro disegno e poi vengono in Italia a portare a termine i loro progetti che non sono altro  che legati al vile denaro e a null’altro!  La sua amica è nella stessa situazione:   ha fatto divorziare una coppia giovane come noi e adesso che si è presa tutto lo ha lasciato per un altro del suo stesso paese.  Non voglio che mio marito si rovini la vita e rovini la nostra specialmente quella dei nostri bambini.  Nella mia vita ciò che più conta è fare felice la mia famiglia,  se fossi certa che lei è la donna giusta lo lascerei andare,  ma so per certo che non è da lui,  è solamente un abbaglio!  Vuoi aiutarmi prima che vada con lei in Moldavia?  Grazie!

 

Io adesso non posso fare tanto  perché prima dobbiamo aspettare che ritorni in sé.  Se la segue direi di lasciarlo fare,  così capirai finalmente se ti ama o no.  In quella terra lontana non c’è niente che possa farlo vivere come qui da noi,  se non tornerà sarà perché è davvero innamorato di lei.  Io però non credo che lo sia,  e non credo nemmeno che parta con lei.  Prima o poi capirà che è stata tutta una menzogna,  perché certe donne si presentano come persone educate,  così essenziali, per bene mentre invece hanno già programmato tutto.  In loro si celano sorprese tra le righe che poi ciò che affiora è solo una luce fioca che va spegnendosi sempre di più.  Quando tuo marito capirà che è stato solo un abbaglio ti chiederà scusa e tutto ritornerà meglio di prima.  L’estate ti darà modo di riconquistarlo,  fagli capire che anche tu sei capace di trovarti un altro e punta tutto su di te!  Mi raccomando:  niente scenate di nessun tipo,  ma cerca di essere brillante,  sciolta e determinata e usa tutto il tatto che puoi!  Hai tutti i numeri per vincere. Questo che dovrai portare a termine è un grande compito,  fatti aiutare dai tuoi genitori per i bambini perché ti servirà tutto il tempo per concentrarti su di voi due!  Sarò dalla vostra parte sempre!  Auguri di cuore,  fammi sapere.

 

Elena  Lasagna

 

 

 

 

 

 

19.04.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

19/04/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

CUORE

 

 

 

Art.  n° 79

 

Sono Elia,  ho quarantanove anni e sono nata sotto il segno del Toro con ascendente Scorpione.  Hai ragione tu quando dici che “se qualcuno ti farà del male poi gli si ritorcerà contro!”  Io credo di essere una persona sincera,  non commetto cafonate per conto terzi,  ma se devo dire qualcosa a qualcuno sono sempre diretta.  Tempo fa una persona cercò di separarci da mio marito,  così,  solo per gioco e per male; al pensiero di quello che ho passato mi vengono i brividi.  Adesso però è lei ad essere lasciata dal marito,  cosa potrei fare?  Con quella vulnerabilità che si ritrova potrei anche vincere la mia battaglia,  ma non riesco a colpire le persone in questo stato, però sono sicura che se abbassassi la guardia lei mi attaccherebbe senza pietà!  Ecco perché non so come fare,  ti confesso che vorrei farle quello che ha fatto a me!  Cosa mi rispondi?  Grazie!

 

È lo so,   anche la pazienza ha dei limiti!  Ovviamente non possiamo aspettarci che quella abbia acquisito buon senso o abbia una coscienza,  ma di certe persone non bisognerebbe mai avere timore,  perché non valgono nulla!  Capisco che in qualche modo tu abbia soggezione,   sembra quasi che tu non ti conosca abbastanza.  Se osservi la realtà,  sentirai che quell’astio che provi si trasformerà in calore e sensibilità che terrai per le persone che valgono davvero.  Usa l’intelligenza e l’arma dell’ironia!   Capisco che è difficile cancellare quelle cose orribili che ti  hanno ferito ma così ti fanno sembrare una ribelle o addirittura cattiva, non usare colpi di testa ma metti in luce quella padronanza di te che nascondi da tempo.  L’arma che devi usare è proprio questa,  così se verrà all’attacco ti troverà pronta su tutti i fronti ma non attaccare per prima!  Tu sei una vincente!  Ci incontreremo fra qualche mese,  sono certa che avrai da raccontarmi cose positive.  In bocca al lupo! Ciao.

 

Elena  Lasagna

 

27/04/2018

 

Sono Rosalba di cinquantadue anni,  nata sotto il segno dell’Ariete con ascendente Scorpione.  Due giorni fa abbiamo festeggiato il giorno della liberazione,  per me ha avuto doppio valore perché mio figlio si è lasciato con la sua ragazza.  Non considerarmi un mostro se la penso così,  ma chi è quella madre che sarebbe felice che suo figlio sposasse una buona a nulla,  nel senso di viziata e maleducata;  se le andava di andare a ballare il venerdi sera da sola senza mio figlio,  lei non si risparmiava nulla,  neanche di fare la scapptella in un altro letto.  Ha poco più di vent’anni ed ha già passato molti letti,  ma dove sono i principi dell’essere umano?  Bisogna distinguersi dagli animali!  Mi dispiace molto credimi!  Ma non dico niente altro perché mi vergogno per lei.  Io non riesco a capire se lui sta soffrendo oppure se si sente di avere fatto la cosa giusta,  spero solo che non ritorni indietro perché per me sarebbe un grande dolore per questo vorrei tanto che mi aiutassi!  Grazie!

 

Io credo che tuo figlio sappia bene quello che sta facendo,  credimi non sta soffrendo affatto.  Qui se c’è qualcuno che può fare qualcosa per te e tuo figlio quella sei tu:  trattandolo come una persona adulta.  Guarda che lui è affascinato dalla volubilità di lei,  non hai ancora capito che stanno giocando?  Questi tira e molla che stanno facendo da un po’ di tempo non è amore né per lei e nemmeno per lui,  a loro piace lasciarsi catturare ma nessuno dei due fa sul serio.  Ora si sarà stancato  credo che ora stia cambiando direzione ma questo non mette in discussione il suo bisogno di stabilità e di felicità.  Lui si è stancato di vivere una sintesi tra bisogno di ricerca,  avventura e conquista impetuosa;  sta riprendendo contatto con la sua realtà,  che non è quella che ha vissuto,  ma non ti sei accorta che il suo mondo è diverso,  che allarga i confini della mente e sente il bisogno di amore vero,  che lo illumini e che sia per sempre?  Quindi mammina non temere per tuo figlio,  è in ottime mani:  le sue e il suo cervello!  Vivi nella piena espressione della tua natura,  perché tuo figlio ha molto da insegnarti.  Ciao.

 

Elena  Lasagna

 

02/05/2018

 

Sono Maria di settantatre anni,  nata sotto il segno del Capricorno con ascendente Toro.  Abitiamo in un paese della bassa, e ogni anno a fine ottobre io e mio marito ci trasferiamo in Liguria perché lui soffre di asma.  Due mesi fa,  quando siamo ritornati,  ho notato che i nostri confini che ci separano dai vicini, erano stati spostati di venticinque cm per trecento metri in lunghezza.  Non essendoci il muretto di cinta,  ma solo dei paletti in cemento per fissare la rete di confine,  hanno pensato di farci questo scherzetto.  Dal momento che non sono rimbambita ed ho anche molta memoria, avevo memorizzato bene come era il territorio prima e dopo.  Ho preso la mappa della casa dove ho anche segnato la perimetria e l’area di tutto il terreno,  sono andata dal mio geometra che conosco da sempre e l’ho fatta misurare.  Avevo ragione io,  all’inizio i miei vicini mi hanno dato della rincoglionita,  ora invece le cose sono andate al posto giusto,  ma non riesco a passarci sopra.  Io mi chiedo che cosa avranno mai in testa certe persone,  che non riescono a considerare gli altri?  Come si fa ad arrivare a certe meschinità?  E come si fa a non pensare che gli altri potevano benissimo accorgersi di questa lurido tentativo di impossessarsi di un terreno già misurato? Non lo so proprio,   spiegami come si può arrivare a tanto?  Grazie!

 

Maria,  lo sai meglio di me come gira il mondo:  c’è gente meravigliosa e onesta e c’è anche gente spazzatura,  perché rubare essendo benestanti io credo che non abbiano abbastanza cervello.  Sei ancora una donna energica,  leale, con la testa al posto giusto,  ecco perché non riesci ad accettare queste meschinità. Queste trame sottili elaborate per egoismo si ritorceranno sempre nei confronti di chi le ha designate,  o  messe in atto,  e queste persone diventeranno marionette sui fili,  da manovrare a tuo vantaggio.  Anche in questo mondo malato basterà tenere gli occhi bene aperti che nulla sarà perduto perché questa gente innetta si combatte facilmente.  Ora solo tu potrai decidere se denunciarli o meno, poi cerca di stare bene anche per tuo marito.  Se io fossi in te li denuncerei senza paura,  così ti libererai di rancori e pensieri di impotenza,  e non ti sentirai più vittima ma una leonessa che usa i suoi artigli per proteggere  ciò che le appartiene.  Poi farei un muretto di cinta  che determini una volta per tutte le due proprietà.  Così gli sciocchi che vorrebbero vincere da una donna intelligente e attenta,  saranno obbligati a risarcire in denaro non solo le spese che hai dovuto accollarti,  ma dovranno risarcirti dei danni morali subiti per umiliazione e scompenso nella vita di tutti i giorni. Continua così fino oltre cent’anni!  Ciao!

 

Elena  Lasagna

 

10/05/2018

 

Sono Arianna nata trentotto anni fa sotto il segno della Vergine con ascendente Gemelli.  Ho semprre avuto fin da piccola una grande volontà di aiutare il prossimo, se c’è qualcuno  che soffre,  io soffro con loro  specialmente se mi sento impotente davanti a certe situazioni.  Ho sempre pensato che chi è intelligente deve essere per forza buono.  Forse sto sbagliando da sempre perché a volte prendo delle cantonate da non crederci.  Non mi aspetto nulla da nessuno,  ma solo un po’ di educazione,  è chiedere troppo?  È un periodo che mi sento a terra perché certe persone a volte mi offendono;  è anche vero che sono diventata suscettibile e permalosa,  ma ciò che faccio lo faccio sempre col cuore.

 

Ci sono molte persone come te che credono che intelligenza  sia uguale a bontà,  ma credo che sia un assioma da sfatare.  Ci sono persone intelligenti,  che sono cattive e in mezzo a loro ci sono anche dei delinquenti,  che hanno delle menti sottili!  E anche se tutto viene a galla,  loro passano quasi tutta la loro vita fuori dal carcere.  Poi c’è da dire che quando una persona è consapevole delle proprie qualità,  con certi imbecilli si diventa permalosi e suscettibili per dover sopportare le loro manovre pesanti.  È vero che davanti a Dio siamo tutti uguali,  ma se si potesse fare a meno di certa gente!…Tu hai più meriti che colpe,  e capisco che certe cose sono davvero insopportabili al punto di desiderare…  A volte ci vorrebbe una persona che ascolti, un punto di riferimento,  qualcuno o qualcuna con molta esperienza di vita,  come ad esempio per me lo sono stati il dott. Robert e Linda.  Sei una bellissima persona,  carica di semplicità e di grande dignità!  Non preoccuparti se quando ti fai in quattro per gli altri,  certa gente ti ringrazia mostrando la sua maleducazione,  continua per la tua strada perché a questo mondo non ci sono solo quelli,  ma c’è anche gente meravigliosa che sa dare molte soddisfazioni. Buon proseguimento.

 

Elena  Lasagna

 

 

 

 

 

 

19.03.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

19/03/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

CUORE

 

Sono Marco di ventidue anni,  nato sotto il segno del Cancro con ascendente Acquario.  Sono in lite con i miei genitori perché non appoggiano la mia decisione,  anzi si oppongono con tutte le loro forze.  Da un po’ di tempo sento che la mia vita ha un senso solo se vado in seminario per diventare un sacerdote,  è da molto tempo che voglio farlo,  e l’ho capito perfettamente quando sono ritornato da Medjugorje.  I miei genitori sono credenti e praticanti,  però ora non ne sono molto sicuro,  perché se avessero una fede vera mi capirebbero. Usano la scusa che questa mia vocazione è una cosa passeggera,  ma una cosa passeggera non insiste per anni;  è che loro mi vogliono sposato con dei figli.  Vorrei tanto che mi dicessi che il loro dolore che provano per la mia decisione non li porterà alla rovina,  ma io devo percorrere la mia strada,  non potrei fare altrimenti.  Grazie!

 

Non riesco a capire perché certi genitori non accettino le scelte dei loro figli,  tra l’altro maggiorenni!  E pensare che frequentano la chiesa!  La tua è una scelta meravigliosa,  perché hai la vocazione vera. Questa posizione insegna a capire la ragione di essere di passioni e sentimenti,  bisogna comprendere la loro logica interna che per loro è la strada della vita.   Si avvicina la svolta,  non lasciar trasformare il tuo equilibrio!  Le vostre idee contrastanti non faranno in tempo a fare di loro due persone sconfitte,  la fede li aiuterà.  Non pensare al loro risentimento,  liberati di questa monotonia con una rapida soluzione e tutto poi sarà indolore,  le tue idee saranno limpide e il tuo benessere psicofisico rifiorirà.  Se trasformerai l’ insofferenza in azione,  poi passione,  e razionalità sarà un tutt’uno con lo spirito libero,  attivo e capace di concludere.  Il tuo profondo equilibrio farà sì che l’intelligenza e la sensibilità risolva anche questa situazione familiare un po’ incompresa.  Con tutta la mia stima.

 

Elena  Lasagna

 

26/03/2018

 

Sono Lisa di ventinove anni,  nata sotto il segno del Capricorno con ascendente Acquario.  Sono preoccupata per i miei genitori, hanno lavorato una vita per crescere e per dare istruzione ai loro figli e   adesso che si trovano in difficoltà nessuno chiede loro se hanno bisogno oppure come tirano avanti.  Io cerco di aiutarli,  ma con uno stipendio solo e una bambina piccola,  faccio fatica a trovare una cifra che possa bastare per tirare avanti.  Per questo hanno deciso di abbandonare l’Italia,  perché con l’affitto e le tasse alte non riescono a vivere e nemmeno a curarsi come si dovrebbe.  Ho altri due fratelli ma loro non ne vogliono sapere. Vorrei tanto trovare una soluzione pur di non vederli andare via,   sono anziani  e per tutto quello che hanno fatto per noi, non si  meritano di finire così!  Grazie!

 

Lisa,  tu e i tuoi genitori dovreste collaborare, cercati un lavoro e lascia che della bambina se ne occupi tua mamma.  Hanno la fortuna di non avere disturbi o malattie gravi,  e poi non si sentirebbero umiliati nel ricevere un aiuto da te.  Oppure potrebbero andare a vivere in Spagna,  o nei paesi dell’Est,  in Grecia,  e in altri ancora;  ma non in Inghilterra,  perché là è come qua da noi.  Anche là come in altri paesi europei non manca chi si immerge negli affari sfruttando i più deboli;  solo per farti un esempio,  una catapecchia senza riscaldamento e senza alcun confort chiedono una cifra pari a cinquecento euro di affitto.  Comunque l’unica soluzione per la tua famiglia sarebbe quella di rimboccarti le maniche,  di cogliere le occasioni e afferrare ciò che il paese può offrirti.  Poi vedrai che anche i tuoi fratelli vedendo che tu fai  molto,  non resteranno ad osservare da lontano a rimpinzarsi di benessere senza dare una mano a chi li ha messi al mondo.  La forza dell’amore piega anche i soggetti più egoisti!  Ma non si sa mai.  L’intelligenza è anche provare sentimenti profondi per i propri genitori e fratelli,  perché dove non c’è cervello non c’è essere che valga più di una bestia.  Esiste un punto di equilibrio su cui fare leva,  senza faticare né perdere nulla,  anzi,  ci si accorgerà che poi ci si sente più liberi e più felici perché migliori.  Ci sono buone speranze che il tuo sogno si avveri,  ma devi fare il primo passo!  Auguri infiniti.

 

Elena  Lasagna

 

08/04/2018

 

Sono Gisella di quarantun anni,  nata sotto il segno del Sagittario con ascendente Acquario.  Sono separata e vivo con mio figlio di quindici anni.  È un ragazzo intelligente,   leale e buono,  ma non gnocco,  frequenta ragazzi più grandi di lui,  si sono sempre comportati bene, non mi hanno mai dato problemi o preoccupazioni fino all’ottobre scorso quando mio figlio baciò la ragazza di uno di loro,  è vero ha sbagliato,  ma sappiamo  come sono a quell’età le cotte,  non si ragiona più.   Se non fosse stato per il suo migliore amico lui oggi non sarebbe più tra di noi.  Il branco lo presero,  lo legarono e gli fecero bere una bottiglia di grappa,  poi gli misero del nastro sulla bocca e lo  calpestarono.  Ad un certo punto il suo amico si accorse che mio figlio non era più alla festa,  chiese dove fosse andato e loro risposero che era andato a casa,  ma non ci credette,  forse aveva sentito qualcosa di strano,  e il suo intuito lo portò dritto al capanno, lo trovò svenuto dove il padre di uno dei ragazzi teneva gli attrezzi da gardino.  Riuscì a farlo rinvenire e poi mi chiamò,  io avrei chiamato i carabinieri,  ma la sua famiglia  era in montagna,  mio figlio mi pregò di non dire nulla perché appunto mi raccontò di avere sbagliato nei confronti del suo amico,  io però da allora non mi so dare pace,  perché con tutta quella violenza avrebbero potuto ucciderlo.  I loro  genitori sono tutte brave persone,  mi hanno sempre dato una mano, davvero non so come procedere per avere pace.  Grazie!

 

Secondo me Gisella dovresti denunciare quei malviventi.  Anche se tuo figlio ha sbgliato nei confronti di uno dei suoi amici,  non è questo il comportamento di ragazzi normali,  in fin dei conti c’era anche lei che lo baciava, perché prendersela solo con lui!  Quei ragazzi sono dei viziati e a dir poco delinquenti.  Cosa importa se siete amici con i loro genitori?  Non si possono accettare compromessi di questo tipo,  è in gioco la vita di tuo figlio!  Non sono tesori da celare e tenere dentro se stessi,  questi ragazzi sono mediocri,  senza alcun scrupolo,  anche perché così facendo tu e tuo figlio diventerete le loro marionette.  Quando vorrai reagire non sarà mai presto per liberarvi di questo peso che col passare del tempo vi deprime sempre più!  Come dico spesso anche ad altre persone: ” trasforma la sofferenza in azione!” Liberati di quella espressione triste e cupa che hai sul volto da sei mesi;  lasciati andare e fa riemergere il tuo spirito esuberante,  poi ti sentirai come nuova, leggera, ma orgogliosa di te perché sarai stata capace di concludere una situazione importante perché pericolosa.  È tempo di ricominciare a vivere!  Fammi sapere ciao!

 

Elena  Lasagna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

15.02.2018

TU E IL 2018-19 COSA VUOI SAPERE?

Author: Elena Lasagna

15/02/2018

 

IL TUO 2018-19 FATTO CON IL

 

CUORE

 

 

 

Sono io Donatella,  nata quarantacinque anni fa sotto il segno del Cancro con ascendente Pesci.  Io non so se a questo mondo ci sia dolore più grande della perdita di una figlia giovane, è una cosa che va oltre ai confini della norma,  della realtà,  di ciò che è vero e non ci credi,  perché avviene un distacco tra il corpo e la mente che non riesci più a farla entrare e riprendere il suo posto di sempre.  Ci vuole una potenza combattiva che io non trovo più,  mi sento più morta che viva,  forse perché è l’unico modo per sentirmi vicino a lei.  Per capire se  sta bene,  sentire se ha freddo;  in quel luogo non si sa se sia per sempre o se è vero che in qualche modo si ritorni.  Io vivo come se giorno e notte fossero un tutt’uno,  e spero solo che questo non accada mai a nessun altro.  Grazie!

 

Perdere una figlia giovane è  come per un bambino perdere un genitore.  Tutti noi abbiamo perduto qualcuno che amiamo molto e anche dopo tanto tempo  il dolore resta incancellabile.  In qualche modo bisogna aggrapparsi ancora di più alla vita,  per se stessi e col tempo tutta questa nebbia fredda si farà da parte,  perché loro da lassù ci amano e non vorrebbero vederci così,  hanno bisogno di trovare la pace.  La qualità della vita può decisamente migliorare se s’incomincia a pensare davvero anche a se stessi,  addirittura il tempo  non è sempre nemico,  darà ancora la possibilità di essere non dico felici ma sereni. Bisogna liberare la vitalità,  per raggiungere l’equilibrio interiore,  mettere in primo piano la creatività e realizzare i propri sogni nel cassetto.  La buona sintonia con te stessa guarisce la mente e la qualità del quotidiano migliorerà sempre di più. Inizia da lì,  auguri di cuore!

 

Elena  Lasagna

 

20/02/2018

 

Sono Dina ho cinquant’anni e sono nata sotto il segno dell’Ariete con ascendente Capricorno.  Confessarti questa cosa mi sembra di chiedere l’elemosina,  ma non mi sembra giusto quello che io e mia madre stiamo vivendo.  Secondo noi è una vera ingiustizia,  perché  mia madre riconosciuta invalida al 100%  e bisognosa di cure costose percepisce una pensione di trecento euro mensili.  Com’è possibile?  Quando in giro ci sono ancora falsi ciechi che non solo hanno una pensione adeguata,  ma hanno anche una quota di accompagnamento per i loro familiari.  Quante ingiustizie ci sono a questo mondo!  Dici che avrò giustizia o devo arrendermi?  Grazie di cuore!

 

Dina,   ci sono cose che fanno rabbrividire,  e la  realtà che stai vivendo è una di queste. Ci sono percorsi confusi,  impraticabili,  che se presi con leggerezza non se ne uscirà mai.  Quindi è giusto prendere questa cosa di petto e afferrare la situazione per portarla nel posto giusto.  Il tuo medico dovrebbe rimboccarsi le maniche e mandare la cartella clinica di tua madre dove verrà ascoltato e ci saranno di nuovo indagini per verificare una volta per tutte la situazione molto precaria.  Posso immaginare i disagi che si sommano!  Un malato non dovrebbe avere anche di queste preoccupazioni.  Personalmente non riesco ad accettare queste cose! Possibile che nessuno se ne sia accorto di questa cosa fuori posto?  Controllano tutti  gli ammalati o lo fanno a giorni alterni?  Il mio consiglio è quello di non rassegnarti,  vedrai che non resterà solo un sogno quello di poter vivere con dignità,  è un vostro diritto!  Troppi disagi per una persona che soffre già per la sua malattia!  Combatti per tua madre senza mai provare sentimento di delusione,  e sono certa che presto verrà anche quel momento!  Auguri bellissimi!

 

Elena  Lasagna

 

05/03/2018

 

Sono G.  nata ventotto anni fa sotto il segno del Leone con ascendente Gemelli.  Convivo da più di tre anni con un uomo di circa quarant’anni,  lo credevo una persona meravigliosa fino a quando non ho avuto bisogno di una mano.  Se si ama davvero una persona si desidera la sua felicità o perlomeno la sua realizzazione,  ebbene ho capito che invece di darmi una piccola mano a salire,  lui mi ha dato una grossa spinta a scendere.  Il mio problema è che con la gente sono troppo ottimista,   invece ci sono persone malate che vorrebbero schiacciare anche la loro madre!  Vorrei tanto incontrare la persona giusta per convivere una vita serena con rispetto reciproco  e lealtà che non sia distruttiva nei confronti degli altri e di se stesso.  Ci riuscirò?  Grazie!  Ho bisogno di sapere.

 

In questo periodo è importante l’autocontrollo che di solito a te non manca mai,  ma sono sicura che su di lui non ti stai sbagliando.  La tentazione di sapere se troverai l’uomo della tua vita è grande, e ti capisco perché  scoprire certe cose si resta un po’ scossi,  amareggiati,  ma se stai attenta quando arriverà lo riconoscerai,  abbi fiducia in te stessa. Sei attratta dal proibito,  ma non per questo potresti mettere in pericolo il vero amore.  Per te la pace,  la felicità sono sempre stati minacciati da esigenze di questo tipo,  vivere la quotidianità con un amore sbagliato non è facile,  quindi dovresti prima lasciarlo e poi iniziare un nuovo periodo,  il sentimento vero crea un clima speciale e va tenuto sotto controllo.  Meno egocentrismo,  più obbiettività ti servirebbero per capire la tua vera priorità e bada bene che anche se credi che sia il lavoro,  ti sbagli di grosso,  perché per una come te  vivere senza un autentico amore su cui contare è pericoloso,  ti inaridisce l’anima e tu sei una persona solare che non può permetterselo.  I miei sono veri auguri,  so che ce la farai!

 

Elena  Lasagna