09.06.2018

RISPOSTE DI GASTRONOMIA SEI

Author: Elena Lasagna

09/06/2018

 

LE MIE RISPOSTE DI

 

GASTRONOMIA SEI

 

 

 

Ogni volta che faccio una frittura di zucchine mi risultano mosce,  flaccide,  non croccanti,  perché?

 

Erica

 

Le zucchine prima di  friggerle dovresti salarle e poi farle riposare per mezz’ora, poi s’infarinano e si friggono in olio bollente,  ma non fumante;  inoltre le zucchine dovrebbero essere di quelle grosse e non giovani,  a meno che tu non faccia delle chips. L’importante è togliere l’acqua che intrattengono,  ecco perché dico che sono migliori quelle grosse;   poi scegliere un olio robusto ma non pesante ma che abbia resistenza.

 

Elena  Lasagna

 

10/06/2018

 

Perché quando devo sgusciare le uova sode mi resta metà dell’albume attaccato al guscio,  hai una soluzione?  Grazie!

 

Alessandra

 

Sì,  l’unica soluzione che conosco è di metterle nell’acqua fredda subito dopo la cottura,  anzi gelata,  vedrai che in pochi secondi riuscirai a pelare l’uovo e ti resterà liscio e intero,  poi prima di servirle lasciale per un po’ di tempo a temperatura ambiente.

 

Elena  Lasagna

 

10/06/2018

 

Ci daresti una dieta da seguire giornalmente non per dimagrire,  ma per restare in salute?  Grazie !

 

La compagnia de fil de fer.

 

Io amo la gente e per questo non darei mai una dieta che il mio medico ha fatto per me!  Ognuno di noi ha un DNA diverso e quindi siamo così diversi gli uni dagli altri che non potrei mai!  A quelli che non hanno problemi di salute e di sovrappeso potrei rilanciare questa frase così antica ma così sapiente come: ”  mangiate di tutto e di tutto un po’ “!

 

Elena  Lasagna

 

Vorrei sapere come si fa una sfoglia perfetta,  quale farina bisognerebbe usare e soprattutto quante uova per ogni cento grammi di farina.  Grazie!

 

Alice

 

Ti dico come la faccio io,  la mia sfoglia è sottile e vellutata,  e uso un uovo intero per cento g di farina per pasta fresca;  oppure un uovo per ogni cento g di semola di grano duro;  o  un uovo  e cinquanta g di semola e cinquanta g di farina  tipo “0”.  Poi a seconda della grossezza delle uova può darsi che dovemo aggiungere o togliere qualche cucchiaio di farine,  ma in questo modo la sfoglia diventerà bella elastica perché c’è un equilibrio tra tuorlo e albume e salute.

 

Elena  Lasagna

 

13/06/2018

 

Che cosa comprende la pulitura del coniglio?  il grasso e la pelle?  Grazie!

 

Alessia

 

Quando si acquista il coniglio già pulito non c’è solo da rifilare il grasso o togliere la pelle,  ma si deve togliere il midollo,  che è un cordone bianco sostenuto,  si fa meglio toglierlo quando il coniglio è già tagliato a tranci,  con uno stecco sottile e robusto s’ infila nella colonna vertebrale e si toglie facendo pressione da una parte o dall’altra con un filo di ferro o di legno o di plastica dura.  Se non si toglierà il midollo il coniglio avrà un sapore di selvatico,  quasi immangiabile.

 

Elena  Lasagna

 

14/06/2018

 

Quando si fa la polenta di mais,  si deve mescolare oppure no?  Grazie!

 

Alessandra

 

Io ho fatto la polenta in molte casseruole diverse, e l’ho sempre tenuta a bada,  all’inizio si mescola bene anche con la frusta,  dopo si mette sulla fiamma piccola e bassa in modo che si cuoccia delicatamente e ogni tanto va girata;  in mezz’ora  o quaranta minuti la giro o almeno quattro volte.

 

Elena  Lasagna

 

14/06/2018

È vero che le polpette si possono cuocere anche nel brodo?  Ma non si spapolano?  Grazie?

 

Alessia

 

Io a volte cuocio nel brodo solo le polpette di carne di manzo,  se vuoi ti scrivo la ricetta:trecento g di carne di manzo macinata,  noce moscata o macis,  un uovo,  aglio e origano tritati,  sale e pepe, uno scalogno,  olio extra vergine d’oliva.  vino bianco o un bicchierino di brandy,  brodo q.b. ,  panco e parmigiano grattugiato.

 

Esecuzione:  mettiamo tutti gli ingredienti sopra elencati in una ciotola,  tranne lo scalogno,  l’olio,   e il vino.  Formiamo un bell’impasto omogeneo,  poi in una padella mettiamo un po’ di olio,  lo scalogno e mettiamo le polpette a rosolare.  Una volta ben dorate le polpette andranno fatte calare nel brodo bollente,  le lasciamo cuocere per qualche secondo e poi le rimettiamo nella padella dove c’è il sughetto della rosolatura. Serviamo ancora calde.  Oppure dopo averle rosolate e sigillate aggiungere un mestolo di brodo e cuocere per qualche minuto;  forse ti troverai meglio con questa seconda ricetta di cottura,  sono semplici entrambe e le polpette rimangono perfette.

 

Elena  Lasagna

 

15/06/2018

 

Ho acquistato la macchina per fare il gelato,  ma nonostante segua per filo e per segno le ricette il gelato mi rimane liquido.  Come posso rimediare?  Grazie!

 

Elisa due

 

Niente Elisa,  devi soltanto fartela cambiare. Non è possibile che una macchina nuova non riesca a concludere un buon gelato come si deve;  c’è qualcosa che non va,  eventualmente non raggiunge la temperatura ideale,  è successo ad altre persone che la prima macchina fosse difettata poi gliel’hanno rifatta nuova,  ma devi andarci subito!

 

Elena  Lasagna

 

19/06/2018

 

Per gli gnocchi è bene cuocere le patate con la buccia o senza buccia e cuocerle al vapore?  E per il purè?  Grazie!

 

Aldina

 

Per gli gnocchi sarebbe bene cuocere le patate con la buccia,  in poca acqua o al vapore,  e la stessa cosa vale anche per il purè.  Con la buccia rimangono più saporite e asciutte,  di conseguenza più voluminose.

 

Elena  Lasagna

 

25/06/2018

 

Sono Iris,  se c’è una cosa che so fare bene è il sugo per la pasta,  chi viene a mangiare a casa mia mi chiede sempre il bis e non vuole altro.  Io però lo faccio bollire dalla mattina fino a mezzogiorno,  e ci metto anche un bel pezzo di burro.  Ho saputo che il burro e altri grassi cotti fanno male,  allora come posso fare un sugo decente se dovrò cambiare ricetta?  Grazie.

 

Iris,  non devono essere i grassi a dare il sapore,  ma tutto il resto,  anch’io faccio un sugo al pomodoro che dicono sia molto buono,  ma i grassi li metto alla fine,  addirittura dopo aver mantecato la pasta.

 

Elena  Lasagna

 

29/06/2018

 

I succhi di frutta che metti nei cocktails sono fatti con frutta fresca  o sono quelli pronti e conservati che si comprano al supermercato?  Grazie.

 

Lisa

 

I succhi di frutta sono freschissimi,  li ottengo centrifugando frutta, erbe e verdura fresca,  poi faccio anche liquori,  sciroppi,  surgelati e marmellate con frutta sempre fresca.

 

Elena  Lasagna

 

06/07/2018

 

Ho sentito molto parlare di alimenti sbianchiti,  cosa e dove si può applicare questa teoria?  È valida oppure meglio lasciar perdere?  Grazie!

 

Maurizia

 

 

Lo sbianchimento significa immergere in acqua calda le verdure o altro e portarle al punto di ebollizione,  poi toglierle e risciacquarle in acqua e ghiaccio.  Le verdure rimarranno più verdi,  perderanno meno clorofilla,  specialmente i fagiolini ecc.  Anzi non molto tempo fa ho incontrato dei miei parenti,   parlando di cucina che anche loro  sanno cucinare bene,  mi hanno detto che fanno il pesto alla genovese sbianchendo il basilico:  resterà non solo più verde ma anche molto più leggero.  C’è sempre da imparare,  a tutte le età!

 

Elena  Lasagna

12/07/2018

 

Ho fatto gli gnocchi con le zucchine come mi hai detto tu,  ebbene sono riuscite malissimo,  erano molto acquosi,  mollicci,  avrò sbagliato qualche passaggio?

 

Elisa due

 

Probabilmente sì,  ora ti faccio vedere come sono riuscite le mie,  poi ripeterò la ricetta per filo e per segno.

 

Elena  Lasagna

 

ZUCCHINE PER GLI GNOCCHI

 

 

Ingredienti per gli gnocchi di zucchine:  tagliamo a pezzi grossolani una zucchina molto grossa,  togliamo tutto quello che contiene nel centro,  (semi e parti mollicce) poi la saliamo perché esca la sua acqua di vegetazione e dopo circa trenta minuti la metteremo a cuocere lentamente sopra una stufa a legna o in forno;  non dobbiamo aggiungere nulla.  Una volta cotta la zuccona,  la passeremo al passaverdure,  lasciamo raffreddare e la metteremo in frigorifero dentro ad un colapasta;  dopo ventiquattro ore incominceremo a fare gli gnocchi.  Impastiamo la zucchina con un uovo intero,  noce moscata e semola o farina per pasta fresca,  fino a quando avremo ottenuto un impasto omogeneo che non attacchi alle dita.  Facciamo gli gnocchi e li condiremo con burro e salvia,  pecorino e parmigiano.  A me e ad altre signore sono venuti così:  guarda nella foto in basso;  se hai ancora qualche perplessità puoi chiamarmi al solito numero.

 

 

 

E non è tutto: sono di un  gusto leggero e squisito!  Ancora meglio che fatti con le patate.

 

Elena  Lasagna