Archive for febbraio, 2016

28.02.2016

RISPOSTE AI LETTORI NOVANTADUE VENTIDUESIMA PARTE

Author: Elena Lasagna

29/02/2016

 

Che cosa sono i farmaci psicodislettici e a che cosa servono?

Fanno parte di una categoria di psicostimolanti,  e trovano alcune applicazioni altamente specialistiche in psichiatria,  nella psicanalisi,  nella psicoterapia individuale o di gruppo. In complesso la loro importanza clinica è irrilevante,  mentre ha assunto un enorme interesse medico e sociale  il problema connesso con l’impiego voluttuario di queste sostanze.

Queste sostanze,  rivestono grande interesse sotto il profilo tossicologico:  gli psicodislettici   comprendono gli allucinogeni e altri composti capaci di modificare le funzioni nervose superiori  e l’essenza stessa della personalità  senza produrre effetti extra-cerebrali di particolare evidenza.  Tra gli psicodislettici figurano i principi attivi di numerose droghe vegetali da secoli conosciute per le loro proprietà inebrianti; a tali composti si sono aggiunte in questi ultimi vent’anni numerose sostanze ottenute per sintesi. In rapporto alla struttura chimica i farmaci psicodislettici  vengono classificati in quattro categorie: derivati indolici  (LSD) ;  derivati feniletilamminici  (anfetamina mescalina); derivati piperidinici (atropina, scopolamina);  composti non azotati,  tra cui i tetraidrocannabinolici (miristicina,  asarina,  metisticina, Kawaina).  Nell’animale di laboratorio le sostanze psicodislettiche provocano una diminuzione dell’attività motoria spontanea ma, al tempo stesso, un aumento della reattività agli stimoli e aumento dell’aggressività sia difensiva che offensiva.  Nell’uomo vengono elettivamente influenzati il tono affettivo, l’ideazione e la percettibilità,  con conseguenze variabili in rapporto alla dose assunta, a fattori ambientali  e circostanziali e alla costituzione mentale dell’individuo.  Le manifestazioni psichiche sono spesso anticipate da fenomeni periferici sgradevoli,  quali nausea, tremori,  crampi addominali, senso di malessere generale.

Quindi subentrano gli effetti  a carico della sfera affettiva che a volte si concretizzano in uno stato ansioso e a volte in uno stato di esaltazione o di euforia.  La compromissione dei processi ideativi interviene con un succedersi vorticoso e inarrestabile di associazioni di pensiero che assumono per il soggetto contenuti del tutto nuovi rispetto ai suoi ordinari interessi.  L’azione psicodislettica si completa con fenomeni  di disorientamento temporo-spaziale e con la comparsa di alterazioni percettive di tipo allucinatorio che interessano soprattutto la sfera visiva:   le dimensioni degli oggetti,  le prospettive e le distanze vengono profondamente alterate e cambiano di continuo,  così pure i colori, che spesso appaiono più vividi del normale. I suoni sembrano provenire da inconmensurabili distanze oppure sembrano moltiplicati nella loro intensità.  Estremamente comuni sono le distorsioni dell’ immagine corporea,  che riguardano non solo il mondo circostante  ma anche la propria persona;  le figure assumono dimensioni gigantesche,  o molto ridotte,  gli arti appaiono fluttuanti, separati dal corpo,  con forme e dimensioni irreali.  L’individuo conserva la capacità di apprezzare lo stato particolare della sua COSCIENZA ;  sa descrivere le sensazioni provate e può vedere se stesso come un’ entità dissociata dalla propria persona;  questo fenomeno avvicina più di ogni altro la sindrome psicodislettica ai classici processi  di depersonalizzazione.

 

Elena  Lasagna ( dalle mie ricerche sui testi di psichiatria)

 

03/03/2016

 

Qual è il segreto dell’armonia?

Giusy

 

Incominciamo col pensare che tutto quello che esiste nell’universo è presente anche nell’uomo nella stessa misura reciproca. Quindi,  il benessere di ognuno di noi influenza tutto ciò che ci circonda dalla comunità a tutti i corpi celesti che sono fisicamente esistenti. Ecco perché mantenerci in salute non è solo un’esigenza soggettiva ma è un dovere verso la società. Per mantenere una buona armonia bisogna che tutte le nostre energie siano bilanciate tra di loro; se non sono bilanciate possono provocare malesseri fisici e psicologici che potrebbero degenerare in malattie. Le esperienze quotidiane possono minare il loro equilibrio,  che sono: alimentazione,  pensieri,  odori,  rumori,  azioni ed emozioni.  Per evitare che il nostro equilibrio si alteri, dobbiamo tener conto dei segnali di alterazione in modo da porre rimedio modificando il proprio stile di vita.  Se le nostre energie sono in armonia anche la mente lo è: i pensieri positivi generano  salute,  quelli negativi inducono il corpo alla malattia.  Continua…

 

11/03/2016

Il segreto dell’armonia

 

Bisognerebbe considerare la condizione complessiva dell’individuo per aiutarlo a ristabilire la  sua armonia perduta e ridare slancio vitale a tutta la sua esistenza.  Esaminando il paziente si rileva innanzitutto l’aspetto globale:  colorito,  tessuti,  occhi,  unghie,  mani,  lingua ecc. Attraverso la palpazione si misura il polso e si valuta la qualità della pelle e la temperatura; ascoltando i suoni corporei interni,  quindi interrogare il paziente per la raccolta di tutte le sue informazioni sul suo stato di salute,  la personalità e il suo stile di vita.  Il medico indaga le cause,  i sintomi,  i meccanismi di alterazione,  con particolare attenzione alle caratteristiche fisiche e climatiche della regione in cui il paziente vive,  della stagione  dall’età così che una volta classificata la malattia,  o il disturbo o uno squilibrio in corso.  Per mantenere l’armonia con se stessi è molto importante il rispetto per l’igiene personale e dell’ambiente in cui viviamo;  la routine quotidiana prevede pulizia del corpo,  massaggi,  pulizia degli organi dei sensi: bocca,  naso  orecchie,  occhi  ecc. ;  il nostro corpo è come un tempio e tutto dovrebbe essere pulito e organizzato per vivere in armonia con noi stessi e con gli altri.  Ogni pratica va subordinata alla conoscenza della propria costituzione e di eventuali squilibri.  Come ad esempio vedere il nostro rapporto con il cibo: l’alimentazione di tutti noi se consumata in maniera inadeguata come ad esempio seguire le diete perché si vuole raggiungere il peso di un adolescente se si hanno cinquanta- sessant’anni  o anche meno il troppo o il troppo poco può uccidere la vita.  L’unica cosa da fare è quella che suggeriscono i grandi medici  scienziati  dell’alimentazione:

  1.  Assumere pasti regolari e variati,  con cibi compatibili con la propria costituzione,  considerando l’ora e le stagioni;  non possiamo assumere cibi che vengono da dove c’è il sole se qui è inverno come ad esempio le ciliege fresche a febbraio.

  2.  Consumare i pasti lentamente per nutrire i cinque sensi,  apprezzando ogni aspetto del cibo.

  3. Non saltare i pasti per paura d’ingrassare,  ma solo se non se ne sente la necessità.

  4. Distanziare i pasti e mangiare in un luogo tranquillo; non dedicarsi ad altro mentre si è a tavola

  5.  Non si dovrebbe mangiare troppo in fretta né troppo lentamente;  alzarsi da tavola con ancora un po’ di appetito e non sprecare il cibo: è una delle regole molto importanti per il rispetto dell’equilibrio.  Continua…

13/03/2016

      La  purificazione  dell’organismo è una premessa di qualsiasi cura; come non potremmo indossare un abito senza prima lavarci o come non potremmo mai indossare un vestito sporco;  come non potremo mai fare a meno dell’acqua non solo per l’igiene personale ma per alimentarci giornalmente e per depurarci. Anche il massaggio rientra nel quadro per mantenere in perfetta salute l’organismo,  soprattutto per  la salute  e non solo per ciò che riguarda il lato estetico. È stato appurato che un massaggio fatto da mani esperte e non da  chi si dà delle arie previene e cura le malattie. Non solo aiuta a pulire, ad  ammorbidire,  a rinforzare e proteggere la pelle ma è un vero portento per prevenire disturbi di circolazione (ovviamente sommato ad una dieta fatta dal medico scienziato dell’alimentazione. Anche qui perché il massaggio sia un elisir di lunga vita deve essere fatto non solo da persone esperte ma deve essere fatto col cuore,  in rapporto a costituzione, ed esigenze individuali secondo “ricette” di cui medici e persone qualificate ne custodiscono i segreti.

Grazie ai massaggi,   i principi attivi contenuti in prodotti validi ed approvati da un’equipe medica vengono assorbiti mediante il tessuto della pelle e raggiungono gli organi interni ( figuriamoci se i prodotti sono scadenti!  Questi massaggi invece di produrre benefici ed equilibrio saranno più che dannosi.) Il massaggio è anche una filosofia di vita che mette in comunicazione corpo e spirito in una perfetta armonia.

25/03/2016

 

Che cos’è la Glia?

Marta

 

Glia è un termine per dire neuroglìa:  si tratta di un tessuto di sostegno dell’encefalo e del midollo spinale,  costituito da cellule caratteristiche,  fornite di prolungamenti a raggiera,  che  intrecciandosi tra loro,  finiscono con il costituire una rete nelle cui maglie si trovano le cellule nervose e i vasi sanguiferi capillari. Vicino a cellule nervose altamente degenerate le cellule della neuroglìa possono assumere un’altra  forma detta “ameboide”.

Elena  Lasagna

26.02.2016

LE RICETTE DI CASA MIA CENTOOTTANTANOVESIMA PARTE

Author: Elena Lasagna

26/02/2016

 

IN  CUCINA  CON  AMORE  E  CON  FEDERICA

 

FEDERICA    La nostra amica Alessandra finalmente ha raggiunto il suo peso forma,  ma in certi punti localizzati è ancora affetta da cellulite.  Che fare?

ELENA    Negli articoli precedenti ho suggerito come combattere la cellulite. È ovvio che ognuno di noi è diverso in tutto:  ha un metabolismo diverso; ha uno stile di vita diverso; lo stesso vale per l’alimentazione; ed ha un sistema nervoso più o meno irritabile.  Per trarre il massimo di tutto quello che ho suggerito sulla cellulite,  bisognerà farsi uno specchio personale  che permetta di dedicare il tempo necessario per eseguire esercizi mirati,  ginnastica mirata, idromassaggi ( nel caso la cellulite sia localizzata sulle ginocchia: essendo un punto delicato,  in quanto all’inteno del ginocchio passa la vena safena,  non bisogna eccedere in modo energico con i massaggi, si dovrebbe agire con delicatezza; e cosa  c’è meglio dell’acqua?) Nel programma che ho scritto in precedenza ci sono molte alternative che ogni persona: uomini e donne possono adattare al proprio stile di vita. Un’alternativa alla ginnastica mirata e ai massaggi c’è la crioterapia molto efficace sulla cellulite localizzata :  sono bende gelate immerse in sostanze curative e drenanti ;  la ionoforesi:  che consiste nel far assorbire attraverso a cute mediante corrente galvanica le sostanze medicamentose per sciogliere la cellulite; interposte tra la cute e l’elettrodo, chiamata: applicazione dell’elettroforesi.

Buon  Proseguimento!

ELENA   Adesso ti presento una ricetta di un primo piatto fatto con la ricotta e le mele renette,  sono gli gnocchi: hanno un gusto meraviglioso, e sono deliziosi!

 

GNOCCHI  DI  MELE  RENETTE

GNOCCHI DI MELE RENETTE

Ingredienti:  un k di mele renette,  quattro etti di ricotta,  parmigiano,  salsa di pomodoro,  basilico,  origano,  timo,  cannella,  noce moscata,  parmigiano reggiano grattugiato, un uovo,  farina senza glutine q.b. pepe rosa, olio extra vergine d’oliva, cipolla rosata.

Esecuzione: Mettiamo le mele in forno e quando avranno la buccia raggrinzita e al tatto della forchetta saranno cotte, le togliamo dal forno,  le lasciamo intiepidire, e togliamo tutta la polpa. Mettiamo il tutto in una zuppiera grande, aggiungeremo la noce moscata e la cannella, la ricotta stemperata, un uovo, e la farina.  L’impasto va amalgamato ma non lavorato troppo;  mettiamo l’impasto sulla spianatoia, e proseguiamo per gli gnocchi: ( eccoli nella foto sopra).  Lasciamoli riposare per mezz’oretta  nel  frattempo prepareremo il sugo, con la cipolla rosata, un po’ di olio, il pomodoro, lasciamo bollire poi spegneremo la fiamma e aggiungeremo il basilico, il pepe, il timo e l’origano,  quando si sarà intiepidito verseremo l’olio e lo amalgameremo bene.  Scoliamo gli gnocchi, e versiamoli nella casseruola del sugo mescoliamo delicatamente e spolverizziamo col parmigiano!

FEDERICA   Posso dire che bontà?

ELENA   Sì,  si può dire!

 

 

28/02/2016

 

ELENA  So che stai aspettando il dolcetto,  ne ho preparato uno proprio per te! Eccolo,  è un doLce al cioccolato bianco e fondente dolce a forma di zuccotto.

 

ZUCCOTTO AL CIOCCOLATO

 

 

ZUCCOTTO AL CIOCCOLATO BIANCO E FONDENTE

Ingredienti: tre uova,   150 g di zucchero, cento g di burro,  mezzo limone spremuto  e il succo di due mandarini e la buccia grattugiata, 50 g di cioccolato bianco ,  50 g di cioccolato fondente, 120 g di farina per dolci lievitata.

Esecuzione: lasciamo il burro a temperatura ambiente (dovrà essere sciolto e morbido), in un recipiente stretto montiamo gli albumi a neve ferma, montiamo in un altro i tuorli con lo zucchero, poi li incorporiamo alla farina, aggiungeremo il cioccolato bianco spezzettato fine, il succo di limone e la buccia grattugiata dei mandarini: solo la parte colorata;  sempre mescolando uniremo anche il succo di mandarini. Mettiamo la farina adagio adagio , infine incorporiamo gli albumi mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli: altrimenti la torta non si alzerà. Mettere l’impasto in una tortiera a forma di zuccotto imburrata e infarinata,  poi in forno a 170 ° per 35 minuti circa: non aprire il forno prima.  Nel frattempo scioglieremo il cioccolato fondente dolce con un po’ di latte, Ne teniamo un pezzetto per decorare lo zuccotto.

FEDERICA   I DOLCI CHE PARADISO!

 

01/03/2016

 

ELENA   Ti presento uno sformato di riso e una fetta di pesce cotta nel limone e poi alla piastra.

 

 

SFORMATO  DI  RISO  E PESCE AL  LIMONE

 

SFORMATO DI RISO E PESCE AL LIMONE

Ingredienti: riso q.b. sedano, cipolla, carote, basilico, dragoncello, spinaci, zucca,   parmigiano, olio extra vergine d’oliva. Per il pesce: due fette di salmone, o pesce spada, un limone grosso intero, origano, rosmarino e salvia,  vino e brodo,   per il contorno : verdure crude miste,   olio extra vergine d’oliva, un cucchiaio di salsa maionese fresca.

Esecuzione:  dopo avere pulito e tagliato le verdure a piccoli pezzetti,  le rosoliamo in poco olio, dopo qualche minuto metteremo il riso e continuiamo a rosolare;  sfumiamo col vino,  aggiungiamo il brodo poco  a poco. A cottura al dente lo mantechiamo con una noce di formaggio da fondere,  poi metteremo il parmigiano grattugiato.  Per il pesce: mettiamo il pesce nella spremuta di limone per un’oretta, dopo di che lo togliamo e lo pennelliamo con l’olio,  lo mettiamo sulla piastra per qualche attimo,  lo giriamo e lo rigiriamo di nuovo,  poi lo togliamo e ci cospargeremo un trito di erbe e una pennellata di maionese fresca. Serviremo il pesce,  il riso e le verdure fresche condite con vinaigrette.

FEDERICA   Questo piatto oltre ad essere buono,  sa di salute!

03/03/2016

 

ELENA   Oggi ti mostro le crocchette di riso e orzo al forno,  guadale!

 

CROCCHETTE  DI  RISO  E  ORZO

 

 

CROCCHETTE DI RISO E ORZO

Ingredienti: riso e orzo q.b. spezie miste,  rosmarino,  ricotta,  farina di grano tenero e farina di mais macinata fine, un uovo,  pangrattato fine, parmigiano reggiano grattugiato, uova fresche.  Per il contorno:carciofi, zucca al forno;  per decorare il piatto: un raviolo e fettuccine conditi al sugo di erbe a pomodoro.

Esecuzione: facciamo i carciofi in casseruola ripieni di pangrattato, erbe e formaggio; il giorno prima mettiamo a cuocere riso e orzo nel brodo vegetale molto saporito, lo condiremo con le spezie miste e le erbe che preferiamo, lo cuociamo al dente, (deve risultare senza liquidi)  poi  lo lasceremo riposare e il giorno dopo sarà ideale per amalgamarlo con un po’ di ricotta. Facciamo delle polpettone, le passiamo nelle farine, nelle uova sbattute, infine nel pangrattato, le metteremo in forno sulla carta stagnola unta,  le giriamo,  le cuoceremo a 170° per 12 minuti ed eccole nella foto sopra. Abbiamo la zucca al forno, i carciofi e la pasta fresca.

FEDERICA   Non potrei mai pensare di digiunare,  e tu?

ELENA  Io ribadisco che poco di tutto e di tutto un po’ non ha mai fatto male a nessuno!

 

04/03/2016

 

ELENA    Oggi ti presento il dolcetto della settimana:  le linguacce

 

LE  LINGUACCE

 

 

LE LINGUACCE

 

Ingredienti: cioccolato fondente 100 g,  180 g di zucchero, 200 g di panna, 180 g di latte, 5 g di cacao amaro,  230 g di banane mature ma non nere,  150 g di zucchero,  170 g di latte,  due cucchiai di succo di limone,  100 g di panna fresca.

 Esecuzione: in poco latte facciamo sciogliere a bagnomaria il cioccolato, aggiungiamo poi lo zucchero, il cacao, e lavoriamo il composto con una frusta; versiamo a filo il latte e la panna, amalgamiamo e versiamo nel cestello del gelato già a temperatura ideale. Dopo trenta minuti il gelato sarà pronto si conserva per 30 minuti nel freezer e si prosegue per il gelato di banane. Frulliamo la polpa delle banane con lo zucchero aggiungendo subito il succo di limone, poi misceliamo al frullato la panna e il latte;  mettiamo nel cestello freddo del gelato e dopo 35 minuti anche questa delizia sarà pronta. Lasciamo riposare nel freezer anche questo per circa mezz’ora poi, faremo le coppette, decorandole con una banana tagliata in quattro parti e spolverizzata di cacao e filini d’arancia candita.

FEDERICA   Che meraviglia,  hai anticipato l’estate!

ELENA   Prova questo dolce, sentirai che bontà!  In cucina ci sentiamo lunedì. Ciao ciao!

22.02.2016

RISPOSTE AI LETTORI CENTODICIOTTO

Author: Elena Lasagna

22/02/2016

 

Ti dispiace quando muoiono dei  grandi personaggi?

Linda

 

Sì,  molto,  ma non più del nonno di Mario che faceva il fornaio!

 

Elena  Lasagna

 

23/02/2016

Pensi che  F. Sorgato abbia avuto complici nell’omicidio e nell’occultamento del corpo di Isabella Noventa?

 

Dott.  Robert

No,  io credo che l’abbia ammazzata lui e abbia da solo occultato il suo cadavere, senza l’aiuto di  altri, poi con una scusa qualsiasi abbia inscenato insieme all’altra sua amica la comparsa  fasulla della signora Isabella nella piazza; forse la Cacco non sapeva nemmeno che la rivale fosse morta. Credo anche che sempre lui abbia premeditato tutto per quella sera!

Elena  Lasagna

 

24/02/2016

 

Tutti gli omicidi per me sono orribili ma questo della prof. Gloria Rosboch è davvero unico per la sua crudeltà!  Quei tre sono dei diavoli in persona specialmente il giovane, ma di che pasta sarà mai fatto?

Ines

 

Io credo che  questi ragazzi che vanno a sfociare nel crimine se avessero avuto una famiglia diversa,  almeno nel percorso della loro adolescenza li avrebbe portati da tutt’altra parte. È inutile dire che questo è più delinquente di altri, e viceversa, o che questo è nato delinquente,  io non la penso così! I veri colpevoli sono le famiglie, la società che in ogni suo esempio vige la legge della giungla. C’è l’ispirazione alla criminalità perché sembra che il punto più forte che deve raggiungere un vero uomo sia il successo,  il denaro,  e il sesso facile! Poi le pene non adeguate per chi uccide, questo è un’altro incentivo alla delinquenza.  Nessuna regola,  nessun capo a cui ubbidire,  questi ragazzi crescono nell’insensibilità,  a loro non interessa la sofferenza altrui,  la miseria,  la malattia,  né tantomeno chi lavora in condizioni disumane per la sopravvivenza. Sono problemi che a loro non toccano minimamente.  Ho sentito una madre dire: mio figlio è “sgarapato” è un’espressione gergale che significa ” scaltro”,  si è comprato lo scuter da solo,  con i suoi risparmi! Ma non ti sei mai chiesta  dico io,  come ha guadagnato quei soldi?

I figli accusano l’indifferenza, la superficialità della stessa famiglia e della società,  questo li rende fragili fin dall’infanzia, all’adolescenza e forse per sempre. Scatta in loro un meccanismo di malumore: covano rancore e risentimento,  sono tutte frustrazioni che iniziano nella tenera età e vanno fino alla vita di relazione.  Crescono senza conoscere i valori  e la loro bellezza,  senza comprendere nel profondo ciò che è bene e ciò che è male, diventando così delinquenti a poco a poco rovinandosi la vita senza nemmeno accorgersene.  A differenza di quelli che sono stati seguiti e amati nella misura giusta fin dalla più tenera età,  ora sanno apprezzare la vita, lottano ogni giorno per smascherare chi cerca di togliere la loro libertà;  vivono secondo i canoni dettati dal buon senso che vi sono stati impartiti, ed ora possono camminare senza sbagliare,  raccogliendo  frutti sani. Ecco cosa poteva diventare Gabriele Defilippi! Sono i valori a salvare i giovani dalla delinquenza! Senza i veri principi si ottiene solo l’apparenza che dopo poco tempo tutto si trasforma o svanisce lasciando loro l’amaro in bocca per sempre!

 

Elena  Lasagna

 

28/02/2016

Tu credi a quelle persone nulla tenenti che dicono di essere innamorate di gente che ha una posizione, una casa e i soldi?

Dott.  Robert

Credo a una su un migliaio!

28/02/2016

 

Ora che hai scoperto chi è quella gente cosa provi?

Dott.  Robert

Stavo meglio prima anche se ho sempre avuto il dubbio,   perché le persone che si sentono arrivate dentro non si comporterebbero mai così!  Queste per me non valgono più di una cicca! Per ora è un capitolo chiuso, il tempo farà scacco matto, come negli altri casi.

Elena  Lasagna

 

28/02/2016

 

Dici che Freddy Sorgato per amore della povera Isabella parlerà e dirà dove ha nascosto il corpo?

Dott.  Robert

Come tu sai,  parlare d’amore per qualcuno a questi assassini è un po’ difficile da credere, se parlerà è perché glielo faranno dire a tutti i costi , se vorranno ci riusciranno.

Elena  Lasagna

 

02/03/2016

 

Oltre a quello che già sappiamo,  che cos’è che ti turba ancora di questo mondo?

 

Dott.  Robert

 

È da molto che questa cosa turba i miei pensieri,  specialmente quando penso a tutti quegli innocenti che pagano per il resto del mondo. Lo dico con tutto il cuore!  Siamo già arrivati al ventunesimo secolo,  dove ci si aspettava un inizio meno caotico e meno distruttivo,  ma tutto questo non è avvenuto,  anzi  peggiora di giorno in giorno.  È il frutto della crudeltà degli uomini di potere che non fanno cessare le guerre e restano indifferenti a intere popolazioni compresi i bambini che vengono privati  delle loro abitazioni e dei loro diritti più umani.  Fino ad ora in certi paesi hanno indottrinato i popoli per dare loro la libertà attraverso false moralità scritte nelle loro crudeli trame che portano all’abbandono e alla morte. Ed è qui che ritorno a scrivere che se cominciassero ad usare tutto il denaro destinato alle armi, si potrebbe non solo nutrire tutti gli sfollati di guerra ma anche a ricostruire le loro case  con la restituzione dei loro diritti! Ecco perché non invidierò mai gli uomini di potere!  Si dovrebbe insegnare quali sono i valori morali, non quelli della falsità! Ogni  uomo o donna che sia, ha il  diritto di dare ai loro figli un’educazione vera nelle proprie famiglie,  per camminare sul terreno umano e culturale nel quale sviluppare la loro intelligenza ai fini di un’educazione nella ricchezza dell’anima. Mi fermo qui,  tanto chi vuol capire capisca!

Elena  Lasagna

 

03/03/2016

 

Secondo te che pena merita  Freddy Sorgato?

Dott.  Robert

 

Se per giustizia significa considerare il valore di una vita umana che è stata sottratta  per volontà di una mente criminale,  allora io darei l’ergastolo.  anzi per le sue menzogne  causa di perdita di un’altra vita umana quella del poliziotto sub,   allora per  me ne merita due di ergastoli ; ridurrei un quarto di pena dei due ergastoli  solo se nella confessione rivela dove ha nascosto il corpo della malcapitata signora Isabella Noventa.

Elena  Lasagna

 

06/03/2016

 

Rispondo a quello che mi ha detto  Francesca ieri sera:  << se voglio mantenermi in salute a me non me ne può fregare di meno di tutto il resto! >>

Ed io le ho risposto:   << Non mi meraviglio se quando chiedi aiuto scappano tutti! >>

Elena  Lasagna

 

06/03/2016

 

Perché certi uomini incolpano, disprezzano,  disonorano le donne? Cambieranno mai?

Giulia  G.

 

Certi uomini non cambieranno mai!  Speriamo che non ne nascano più!

Elena  Lasagna

 

06/03/2016

 

Una persona che dice che gli altri non capiscono niente e cerca sempre di confondere la verità chiaccherando blà blà blà e non ti lascia spazio non è che per caso sia un …..

Virginia

 

Virginia,  a volte,  anzi,  spesso chi ti dice così è perché vorrebbe riscattarsi per sentirsi al tuo livello!  Ma non è così che si diventa migliori!  Un conto è chiaccherare, un conto è parlare e ammettere la verità!

Elena Lasagna

 

06/03/2016

Che cosa consideri il cancro del mondo?

Dott.  Robert

 

Nella mia vita mi sono adattata a molte cose ma non mi adatterò mai alla corruzione! E ovviamente alla menzogna dei ladri! Cercherò  di proteggere sempre quelli che sono i miei diritti!

Elena  Lasagna

 

10/03/2016

 

Hai creduto quando hai sentito che Daniele Potenzoni si trovava a Bari?

Dott.  Robert

 

No,  non ho creduto  nemmeno per un attimo,  anche se avrei sperato che fosse vero.  Come non ho mai creduto agli avvistamenti di Roberta Ragusa,  di Marianna Cendron, e di tutte le altre persone scomparse comprese la signora Isabella Noventa e la prof Gloria Rosboch erano tutte false piste messe in atto dagli assassini per sviare le indagini. Sapessi quante volte vorrei credere a tutte quelle maschere ” belle fuori e sporche dentro “che ogni giorno ci presenta la vita! Ma sono solo delle teste mascherate che poi si riveleranno da sé. Quello che è molto strano è che a volte mi sento colpevole io per loro.

Elena  Lasagna

 

21.02.2016

ASCOLTERO’ LA TUA PAROLA

Author: Elena Lasagna

21/02/2016

ASCOLTERÓ  LA  TUA  PAROLA

 

ASCOLTERO'LA TUA PAROLA

 

Sulla  spiaggia spunteranno i fiori

 

La verità è scritta nelle pagine del tempo

 

Una preghiera per la terra degli angeli

 

La guerra è nel cuore degli uomini che non sanno

 

Venti caldi e freddi  distruggeranno ancora

 

Gli umili sanno leggere tra i fiori  e sanno ascoltare la parola di Dio

 

tra le dune del deserto e sulle acque dello sconfinato mare

 

trascinando il canto dei bimbi e dei giusti

 

che insieme agli angeli vagano nel vento,

 

porteranno amore che durerà nel tempo come azzurri sogni

 

e come la dorata luce dell’aurora.

 

Spunteranno nuovi fiori!

 

Elena  Lasagna 03/04/  2011 Per l’album ” cielo stellato”

17.02.2016

LE RICETTE DI CASA MIA CENTOOTTANTOTTESIMA PARTE

Author: Elena Lasagna

 

18/02/2016

 

IN  CUCINA  CON   AMORE E CON  FEDERICA

 

ELENA   Per la salute del nostro corpo contro la cellulite è necessario sconfiggere l’ansia,  l’insonnia,  e la stanchezza. Questi tre elementi insieme costituiscono l’abbattimento degli anticorpi. Contro l’ansia ho già scritto che bisognerà imparare a rilassarsi con una buona disciplina e un esercizio costante. Contro l’insonnia ci sono sostanze nutritive per favorire il sonno: come le vitamine del gruppo “B e D e Calcio.  Le vitamine del gruppo B hanno un effetto calmante sul sistema nervoso, ed è anche molto utile una tisana ai fiori di tiglio e miele; effetto sonno assicurato. Anche il bagno caldo prima di coricarsi è molto efficace: allenta la tensione, calma i nervi, e poi è anche un trattamento di bellezza e di pulizia che la mente e il corpo percepiscono come un vero e proprio trattamento contro la stanchezza.  Ci sono dei sali da bagno che agiscono in modo fantastico contro lo stress,  poi ci si sente rinati.  Mentre si è immersi nella vasca è necessario liberare la mente dai pensieri,  cercando di sostituirli con quelli che possono dare gioia.

FEDERICA   Sai che nei supermercati non si trovano più le tisane a erbe singole come il tiglio, la sola melissa, ecc.

ELENA  Forse non hai guardato bene?  Ora passiamo alle nostre ricette.

 

Crespelle  di mozzarella e spezie

 

 

crespelle di mozzarella e spezie

 

 

Ingredienti: uova,  farina senza glutine,  latte,   spezie miste, salvia, mozzarella, peperoncino, limone grattugiato, parmigiano , zenzero, pinoli.  Per il contorno:  peperoni verdi e rossi, cipolle,  funghi porcini e champignons,  vino bianco , pomodoro, olio extra vergine d’oliva.

 

Esecuzione:  Sbattiamo le uova, aggiungiamo le spezie,  il limone grattugiato, il latte e la farina q.b.  Facciamo le crespelle e le stendiamo sopra il piano lavoro, nel frattempo faremo il ripieno.  Mescoliamo la mozzarella tritata, aggiungiamo lo zenzero, il parmigiano, un pizzico di peperoncino, i pinoli centrifugati nel mixer. Formiamo le crespelle, poi le adageremo nella teglia da forno cospargeremo una manciata di pangrattato e parmigiano, un po’ di latte e le cuoceremo in forno a 175° per 15 minuti. Nel frattempo abbiamo fatto una salsa con i peperoni sbollentati, pelati e poi tagliati a fettine insieme alla cipolla , la salvia il pomodoro, li abbiamo conditi con il vino, un pizzico di peperoncino, poi, li abbiamo portati a cottura al dente e conditi con l’olio. A parte abbiamo trifolato i funghi e li abbiamo mescolati ala salsa. Ecco il piatto!

FEDERICA   Buone le crespelle!

 

 

19/02/2016

 

 

ELENA    Oggi ti presento un piatto di pesce:  le capesante.

 

CAPESANTE  MARINATE

 

 

CAPESANTE MARINATE

 

 

Ingredienti : capesante q.b.,  burro fresco,  limone,  avocado, parmigiano reggiano, pepe,  peperoncino, alloro, succo  fresco di agrumi,  vino bianco, scalogno, uno spicchio di aglio, avocado, prezzemolo.

Esecuzione:  mettiamo a marinare le capesante,  nel frattempo stufiamo le melanzane: le tagliamo a piccoli pezzetti,  affettiamo lo scalogno, tritiamo l’aglio e prezzemolo,  mettiamo una foglia di alloro, peperoncino, e il vino bianco.  Lasciamo cuocere e a cottura ultimata mettiamo il pepe, il parmigiano e un giro di olio. Adesso passiamo alle capesante, dopo averle marinate con il succo di agrumi e l’olio, le mettiamo per qualche minuto al forno, le togliamo e lasciamo colare una noce di burro e limone. Serviamo  sopra un letto di melanzane e qualche fettina di avocado condita. Eccone una nella foto sopra.

FEDERICA   Fatte così non le ho mai mangiate,  ma saranno buone sicuramente!  Presto ci farai il dolce?

ELENA   E  perché no!  ciao!

 

20 /02/2016

 

ELENA  IL DOLCE?  Sempre che non abbia i valori alti della glicemia.  Ho un dolce buonissimo,  si tratta di una torta alle mandorle con la crema mou.

 

TORTA  DI  MANDORLE  AL  MOU

 

 

 

Torta alle mandorle e crema mou

 

Ingredienti:  400 g di farina doppio zero,  50 g di farina di nocciole,  50 g di farina di mais,  120 g di mandorle ,  280 g di zucchero, tre uova,  una bustina di lievito per dolci, 220 g di burro fresco, una bustina di lievito per dolci, una bacca di vaniglia 100 g di cioccolato fondente.  Per la crema mou: latte q.b.,  100 g di panna, 100 g di zucchero semolato,  un cucchiaino di rum per dolci.

 

Esecuzione:  uniamo le farine, il lievito, lo zucchero e mescoliamole insieme;  poi,  lavoriamo le uova a crema con la vaniglia, li incorporiamo alle farine (compresa quella delle mandorle passate al mixer) uniamo anche il burro sciolto a temperatura ambiente, facciamo un impasto omogeneo e morbido; inforniamo a 165° per trenta minuti.  Lasciamo raffreddare il dolce e mettiamo la colata di cioccolato precedentemente fuso con un po’ di latte,  reso scorrevole e liscio.  Prima di servire le fette della torta facciamo il caramello e lo diluiremo con la panna, Eccolo nella foto sopra.

FEDERICA   Non ho la glicemia alta, però solo a vederlo sento che mi si alza di molto!

ELENA   Beh,  ma se ti si alza solo a vederla allora sarebbe meglio che tu non la mangiassi!

FEDERICA   È vero che i grandi cervelli non sanno cucinare?

ELENA   I grandi cervelli sanno cucinare bene se hanno passione per la cucina,  chi non sa cucinare o non ha questa passione, o è perché si danno arie da intellettuali ma non lo sono!

23/02/2016

 

ELENA   Cuciniamo un bel piatto di pasta,  i fusilli all’ananas, sono deliziosi!

 

 

FUSILLI  ALL’ANANAS  E  SALMONE

 

 

 

fusilli all'ananas

 

Ingredienti: fusilli q.b.,  ananas, succo di limone e un po’ di buccia grattugiata,  noce moscata,  salmone al forno tagliato fine, burro, scalogno,  pepe,  rosmarino, cerfoglio,  spezie, parmigiano grattugiato.

 

Esecuzione: mettiamo la pasta nell’acqua bollente, e nel frattempo prepariamo il salmone già fatto al forno con spezie, rosmarino e cerfoglio. Poi tagliamo l’ananas a piccoli pezzetti,  scoliamo la pasta al dente, la condiamo con i pezzetti di salmone e il burro fresco, li mescoliamo bene, spruzziamo un po’ di succo di limone e una grattugiata di scorza e di noce moscata;  amalgamiamo bene, mettiamo il parmigiano grattugiato infine serviamo con i pezzetti di ananas. È davvero gustosa,  il contrasto di acido e dolce dà al piatto un carattere particolare e gradevole.

FEDERICA   Sì,  è piaciuta molto anche a me!

 

24/02/2016

 

ELENA   Una fettina di arista  cucinata bene non fa male a nessuno!

 

ARISTA  DI  MAIALE  AL  FORNO

 

 

ARISTA AL FORNO

Ingredienti:  Arista q.b., avocado,  cavolo cappuccio,  olio extra vergine d’oliva,  pepe,  pane grattugiato,  salvia,  alloro,  estragone,  aglio,  latte,  vino bianco , brodo,  crin, spezie miste.

Esecuzione:  rosoliamo la carne, sfumiamo col vino, mettiamo la salvia,  l’aglio , una foglia di alloro, l’estragone, sale q. b. e un pizzico di spezie.  Versiamo il brodo che serve per la cottura, e a cottura al dente spegneremo la fiamma,  lasciamo raffreddare la carne, la mettiamo sulla carta da forno dopo averla passata col pennello e impanata. Versiamo un p’ di latte e lasceremo cuocere per 10 minuti a temperatura di 180°.  Togliamo dal forno,  lasciamo intiepidire e taglieremo le fette che poi adageremo sopra un letto di fettine sottili di avocado e crauti di cavolo cappuccio. Servire la carne con il suo sugo.

 

25/02/2016

 

ELENA    Mi sono ricordata di una ricetta che ho fatto a casa di Linda un po’ di tempo fa,  sono le scaloppine di S. Pietro,  erano così buone hanno chiesto il bis.

 

SCALOPPINE  DI  S.  PIETRO

 

Ingredienti:  filetti q.b., limone,  olive,  capperi, scalogni, un po’ di sugo al pomodoro,  vino bianco, pangrattato fine,  una noce di burro, olio extra vergine d’oliva, pecorino grattugiato, salvia, pepe verde,  salsa vinaigrette.  Per il contorno: patate, zucchine e melanzane sott’olio. Parmigiano grattugiato.

 

Esecuzione: adagiamo i filetti di pesce nella salsa per circa un’ora,  poi li impaniamo, li pennelliamo con l’olio, e salvia e li mettiamo in forno a 170 ° per 10 minuti. Li togliamo dal forno e stendiamo sui filetti ancora caldi un velo di pecorino grattugiato. Adesso prendiamo la giardiniera che abbiamo preparato in precedenza con i capperi, le olive, il pomodoro,  lo scalogno, e le melanzane, il parmigiano. Adagiamo i filetti sul piatto da portata e tutt’intorno mettiamo la salsa giardiniera, raccogliamo  le zucchine e le patate dalla friggitrice, le mettiamo sull’assorbente e le serviremo con le scaloppine.

FEDERICA   La prossima volta però invitate anche me!  Sono sfacciata?

ELENA    Moltissimo!  A domani,  ciao!

 

C’è maschilismo anche nella chiesa: Bisogna ricordare che il capo della chiesa è il tabernacolo e l’eucarestia, non la Madonna. Ma che dichiarazioni maschiliste da parte dei preti! Che importanza può avere tutto questo se una persona ha la fede cristiana? Tutti sanno che il creatore è “Dio ” E che la Vergine intercede tramite Lui!

Elena  Lasagna

09.02.2016

TU E IL 2016-17 COSA VUOI SAPERE?

Author: admin-ele

09/02/2016

 

IL  TUO  2016-17  FATTO  CON  IL  CUORE

 

 

 

TU E IL 2016-17 COSA VUOI SAPERE 40

 

Mi chiamo Melissa , nel mese di maggio compio trent’anni, sono nata sotto il segno dei Gemelli con ascendente Capricorno. Sono arrivata al punto di essere stata confusa per la mia perseveranza.  Ho aspettato per anni una persona senza concedermi ad altri uomini;  mi dicevano che ero testarda e che non sarei mai arrivata al punto di incontrare la persona della mia vita,  ma che sarei caduta in un labirinto da cui non ne sarei mai uscita.  Ebbene, si sbagliavano di grosso, perché presto ci sposeremo e aspettiamo un figlio;  lui è ancora più felice di me.  Ti confesso che ho paura di svegliarmi e accorgermi che è solo un bellissimo sogno.  Cosa ne pensi?  Fammi gli auguri,  grazie!

 

Melissa,  non è solo un bellissimo sogno,  la perseveranza porta sempre a grandi risultati:  a differenza della testardaggine che è ottusità e non guarda in faccia nessuno.  Sei una persona di grande valore,  non ti sei fatta condizionare da coloro che hanno solo frivolezze, sia nel campo del lavoro che in quello sentimentale. Complimenti!  Hai saputo tenere duro senza darti a facili passioni da strapazzo. I pianeti ti offrono gioia e amicizia vera,  non confonderla con quel velo di pessimismo che ogni tanto scende e ti annebbia la mente, d’altro canto ti capisco: dopo avere incontrato sulla tua strada molta gente perfida e di poco valore,  perché falsa,  può succedere che potresti rifiutare anche chi ti vuole bene davvero incondizionatamente come i tuoi amici. Non apprezzi la socialità superficiale,  anche se sei dominata dal pianeta Mercurio il tuo stile è tutt’altra cosa.  Ami le persone cristalline senza ombre che sanno emanare gioia e calore,  anche perché tutto il resto non conta più di tanto.  Hai una personalità ben distinta:  trasmette completezza!  Ho incontrato molte persone con una bella  e grande personalità,  ma tu non sei da meno. Per tutto ciò che sei veramente non posso che augurarti tanta felicità e vedrai che anche il cielo ti assisterà!  Auguri per un bellissimo 2017 e per tutti gli altri anni a venire. Grazie a te per quello che mi hai ispirato!

Elena  Lasagna

 

 17/02/2016

Sono Lisa nata trentasette anni fa sotto il segno del Sagittario con ascendente Capricorno. Dopo avere viaggiato molto,  mio marito ed io siamo giunti ad una conclusione: vorremmo diventare genitori affidatari o adottivi. Qual è la via più breve? Quali altri requisiti servono oltre che essere persone per bene? Ci sono limiti di età?  Grazie!

 

Si può dare la propria disponibilità all’affidamento sia che tu sia nubile, o che abbia altri figli, non esistono limiti di età.  Diversa invece è l’adozione,  che bisogna rispondere a requisiti importanti imposti dalla legge.  Il primo passo per l’affido è di rivolgersi al servizio di affidamento familiare del proprio comune di residenza o della U.S.L della provincia che in seguito provvederanno ad accertare la vostra idoneità con incontri di psicologi, e assistenti sociali.  Queste cose esigono molta pazienza,  fino a mettervi a dura prova; comunque ho fiducia nella tua perseveranza,  anche perché accogliere o adottare un bambino dovrebbe essere un gesto d’amore e non un tappa buchi per colmare il vuoti di molte persone.  Gli affidi sono spesso a lungo termine, come spero voi sappiate il fine dell’affido è che un domani il bambino ritorni nella sua famiglia d’origine. I genitori affidatari dovrebbero preparare il bambino per l’ingresso e anche per il rientro;  soprattutto il bambino dovrebbe sapere la verità: il perché viene affidato ad altri genitori, senza riserve, perché la sua sensibilità non venga offesa o minacciata da dubbi per non creare in lui un senso di sfiducia generale ( nei vostri confronti e in quello del prossimo).  Da ricordare particolarmente in caso di affido il vostro compito è determinato. Io spero che tu , voi possiate realizzare questo bellissimo sogno.  Sei una persona speciale,  hai coraggio,  sei generosa,  ma è ancora presto perché questo vostro desiderio venga esaudito:  ci saranno ritardi,  impedimenti che cancelleranno i vostri programmi innovativi,  ma io credo che nel 2017 sarete in grado di accogliere il vostro bambino,  perché questo desiderio sarà appagato.  Auguri di cuore!

Elena  Lasagna

 

22/02/2016

 

Sono Mara nata quarantadue anni fa sotto il segno dell’Ariete con ascendente Sagittario.  Ho perso mia madre da tre mesi,  non riesco a colmare il vuoto che mi ha lasciato e il dolore è più forte che mai. La notte non dormo, di giorno mi reco al cimitero per avere un po’ di sollievo; lei era tutto per me e ora che l’ho persa non so come andare avanti.  Dici che riuscirò a dimenticare per sopravvivere? Grazie!

Mara,  non devi dimenticarla!  Liberati da questa forte emozione del dolore per la sua perdita e con il tempo riuscirai a riempire il vuoto con i suoi ricordi.  Quando viene a mancare una persona che abbiamo amato molto,  loro non ci lasciano, sono sempre più vivi di prima dentro di noi, e tutto ritornerà più bilanciato tra te e la vita. È vero sul momento sembra che niente più esista si perde la soglia della realtà,  il dolore non trova confini e inizia una fase buia come se  dentro di noi fosse perennemente notte, tutto sembra spento e non ci si accorge nemmeno delle persone che ci amano e che sono sempre vicino a noi per aiutarci.  Ma quando ci accorgiamo di quanto li abbiamo amati,  allora ci accorgeremo che loro non ci hanno mai abbandonati, e che sono ben custoditi nel più profondo del cuore e dell’anima;  allora tutto si risveglia,  la vita riprende i suoi colori e quelle nuvole nere davanti a noi non minacciano più il temporale.  Si trasformeranno in cielo sereno, i fiori riprendono i colori, il nostro spirito vitale ci dà coraggio,  riappare la luce e tutto si veste di bellezza;  l’incertezza cede il posto all’amore vero che abbiamo dentro e che proviamo più forte che mai ancora più di prima.  Ogni volta che ci soffermeremo a ricordarli non ci sarà più dolore,  anzi,  saranno il nostro mezzo di sostegno, per sopportare i nostri guai, e le avversie che incontreremo sulla nostra strada;  quando tutto ci sembra imbrigliato senza via d’uscita,  il loro amore riemergerà dal nostro profondo e ci guiderà . Questo è il potenziale che conserviamo nello scrigno del nostro cuore,  dell’anima e della  mente. Rilassa la tua anima per fare spazio alla profondità del suo amore e tutto ritornerà come prima: amerai tua madre ancora di più e sarai felice! I miei auguri più belli!

Elena  Lasagna

 

01/03/2016

 

Sono Marina nata sotto il segno della Bilancia con ascendente Acquario.  Ho un bambino di due anni, e spesso mi chiedo cosa ne sarà di lui fra vent’anni,  nel senso che se andiamo avanti di questo passo cambieranno anche le leggi della natura. Mio marito mi accusa di essere un po’ dittatrice, vorrei sapere come la pensi tu? Grazie!

 Io amo profondamente la democrazia, e odio la dittatura, e anche se a volte sono così arrabbiata da non riconoscermi il mio motto è ” vivi e lascia vivere”, ma quando si tratta di vedere cose fuori senno,  allora sono io la prima a dire : ” ma cosa state facendo?  Ebbene,  sinceramente io sono contro l’utero in affitto a persone dello stesso sesso,  come sono contro all’adozione che rappresentano la madre e il padre sempre dello stesso sesso.  La coscienza è portavoce di pensieri sani che non sanno cadere nell’egoismo.  Queste teorie inaudite superano certi stili di vita improntati contro le leggi della natura stessa,  e non sono gesti coraggiosi di chi ama davvero!  Non può esserci empatia con il sentire  ciò che ha bisogno un bambino,  mi fa dedurre che queste persone non siano in armonia con se stesse, anzi,  sono ben lontane.  Tutto questo è davvero sconcertante! La ricchezza dell’amore non può privare un bambino della propria madre naturale e nemmeno privare un bambino dai suoi veri genitori:  uomo e donna come madre natura ci ha creati!  Dobbiamo portare rispetto a queste leggi perché Lei ci ha dato tanto! Questo non è sentimento vero, non è un gesto generoso ma sono atti che generano profonda insicurezza,  sulle nuove generazioni;  non rafforzano le basi dei veri principi che contraddistinguono l’eccellente visione di un mondo improntato sulle leggi della Natura e di Dio!  Un giorno potrebbe essere sorprendente come nell’io profondo di vostro figlio possa avvenire un verticale distacco tra voi e il suo mondo se guarda con gli occhi della realtà!  Marina non sei una dittatice, è che quando è troppo non se ne può più! Speriamo bene!

 

Elena  Lasagna

 

 

 

 

IN  CUCINA  CON  AMORE  E  CON  FEDERICA

 

ELENA   Anche in questo articolo riprendiamo dall ‘argomento ” Cellulite “.  Parliamo ancora di  stress,   e tensione.  Quale fatica più grande  che tenere il passo  con il complicato andamento del mondo di oggi?  Oltre a tutte le ragioni d’inquietudine, specialmente le donne che hanno il lavoro e la famiglia da mandare avanti: cercare di far quadrare il bilancio ecc.  Tutto questo può essere una delle peggiori cause di tensione. Poiché lo stress e la tensione sono sicuramente  causa di cellulite,  dovremmo cercare un momento nella giornata da dedicare a questa patologia: rilassando il nostro corpo e la mente creando così un muro tra noi e lo stress non solo per la cellulite ma per tutti gli altri organi!  Molte donne purtroppo  diranno dentro sé :  si fa presto a dire mandiamo via lo stress, ma io ho cose molto più importanti che pensare a rilassarmi! Non riesco a trovare il tempo!  È vero, però poi quando ci si riduce con la depressione s’incomincia a prendere psicofarmaci come se fosse un qualcosa dove ritroviamo sollievo ma in realtà poi, ci accorgiamo che se ci fossimo dedicate di più a noi stesse forse non avremmo la cellulite e nemmeno la depressione.  Ecco perché ritengo sia molto importante rilassarsi  e lasciarsi andare un po’ tutti i giorni. La verità però è che l’arte del rilassamento bisogna impararla: e il miglior modo per rilassare lo spirito consiste nel cominciare a rilassare il corpo.  Continua nel prossimo articolo.  Oggi propongo una ricetta che contiene sostanze che aiutano i nostri nervi: le vitamine del gruppo “B” e il calcio.

 

 

AGNOLOTTI DI  LEGUMI

 

AGNOLOTTI DI LEGUMI E PORCINI (2)

 

Ingredienti:  fagioli borlotti e ceci stufati,   ricotta,  o funghi porcini stufati, uova,  farina di semola di grano duro,  olio extra vergine d’oliva,  pangrattato fine e parmigiano, prezzemolo,  salvia,  dragoncello, pepe nero,  alloro,  rafano,  zucca, topinambur,  una noce di burro, vino bianco,  carciofi, brodo di carne, crema di formaggio, melissa.

 

Esecuzione: per prima cosa facciamo lo stufato di legumi: con il vino, il brodo, il rafano lo scalogno, il dragoncello. A cottura avvenuta devono risultare senza liquidi e ben cotti. Aggiungeremo la ricotta o i funghi trifolati e amalgamati con un po’ di pangrattato e parmigiano. Facciamo gli agnolotti impastando la sfoglia con la semola e le uova, poi metteremo il ripieno e una volta finiti li lasceremo riposare per un po’. Nel frattempo cucineremo la zucca e i ttopinambur al forno o al vapore per fare il ripieno dei carciofi.  Una volta sbollentati i carciofi li pennelliamo con l’olio, li riempiremo poi andranno in forno per completare la cottura, ancora bollenti ci verseremo  sopra un po’ di formaggio fuso.Buttiamo gli agnolotti nel brodo bollente, li scoliamo e li condiremo con olio,   salvia e pepe nero, qualche fogliolina di melissa ,  e prezzemolo.

 

ELENA   Questo piatto che sia fatto con legumi e porcini o legumi e ricotta è un toccasana, ed è anche molto ma molto buono.

 

 

 

SFORMATO  DI  UOVA  E  RICOTTA

 

 

sformato di uova e ricotta

 

ELENA    Anche questo piatto è molto salubre ma se mangiato troppo spesso, come si suol dire il troppo storpia! È una ricetta ricca di sali minerali, vitamine.

Ingredienti: uova q.b. ricotta vaccina, pepe, porri, parmigiano reggiano grattugiato,  olio extra vergine d’oliva,  verdure miste come: patate, peperoni,  carote, pomodori, pepe, peperoncino.

Esecuzione:  sbattiamo ben bene le uova fino a farle diventare un’unica crema.  Tagliamo i porri a fettine sottili, li facciamo rosolare appena in una padella unta con olio  e li uniamo al composto di uova, uniamo anche il parmigiano e  la ricotta stemperata, qualche aroma gradito. Mettiamo a cuocere in una casseruola adatta per frittate alte e la serviremo con le verdure miste.

FEDERICA   Ti è venuta bene, è bella alta  ma dev’essere una cosa!  Mi  ricordo anche questa!

 

SOTTO  COSCIA  DI  ANATRA

 

 

sotto coscia di anatra

 

 

Ingredienti   sotto cosce q.b.,  salsa di soia, scalogno o erba cipollina, vino, uva rosata caramellata,  saccottini di pasta sfoglia ripieni di verdure miste, finocchi, parmigiano reggiano, brodo vegetale, pepe, alloro, salvia, spezie, olio extra vergine d’oliva, pasta sfoglia cerfoglio.

 

Esecuzione: puliamo e disossiamo la carne, la facciamo dorare senza grassi o in una noce di burro;  sfumiamo col vino, aggiungiamo un po’ di brodo e la salsa di soia. Una volta cotta la carne servire con i saccottini di pasta sfoglia ripieni di verdure al forno e finocchi gratinati.

 

FEDERICA   Provo a immaginare il sapore!

 

ELENA  Adesso ti presento in anticipo dei dolcetti  gustosi e leggeri per onorare la festa di S. Valentino.  Sono i miei bignè.

 

BIGNÈ  MULTIGUSTI

 

 

BIGNE AI MILLE GUSTI

 Ingredienti  per i bignè: 50 g di burro fresco, acqua q.b, 150 g di farina lievitata o farina doppio zero, se occorre lievito secco, un cucchiaio di liquore,  quattro uova.  Per le creme: latte, tuorli, zucchero q.b., mandarini succo,  fragole succo, cioccolato fondente e crema di nocciola, zucchero a velo con vaniglia.

Esecuzione dei bignè:  sciogliere il burro con un poco di acqua in una casseruola di piccole dimensioni. Una volta raggiunta l’ebollizione togliere subito dal fuoco e gettarvi la farina,  mescolare energicamente, aggiungere il liquore, poi  rimettere la casseruola sul fuoco e  mescolando  fino ad ottenere una palla che si stacca dalle pareti della casseruola. Lasciare intiepidire aggiungere le uova una ad una, fino a formare un composto omogeneo.  mettere l’impasto in un sacco per dolci e dosare i bignè sopra la teglia ricoperta di carda da forno. infornare per 12 minuti a 160°. Dopo averli fatti raffreddare proseguiremo con la farcitura: con la crema al cioccolato e nocciola, con la crema al mandarino, con quella di fragole e con la crema pasticcera .  Eccoli nella foto.

 

FEDERICA   Sono davvero belli e molto buoni!

 

ELENA   Che ne diresti se facciamo altri dolcetti per la festa degli innamorati?

 

FEDERICA    Magari!

 

TORTINE  DI  S.  VALENTINO

 

 

TORTINE PER LA FESTA DI S. VALENTINO

 

Ingredienti:  250 g di zucchero, 150 g di burro,  una bacca di vaniglia, quattro tuorli e tre albumi, 250 g di fecola,  una bustina di lievito per dolci;  crema al cocco, crema di latte di mandorle,  gelatina all’arancia, cioccolato fondente, zucchero q.b.,  latte q.b., cocco liofilizzato.

Esecuzione:  montare a spuma il burro con lo zucchero,  aggiungere i tuorli uno ad uno, e sempre mescolando incorporare piano piano la fecola e la vaniglia;  aggiungere per ultimi gli albumi montati a neve  amalgamando con cura.  Mettere il composto nelle formine imburrate  e infarinate, infornare a 160 °per 15-20 minuti.  Lasciare raffreddare i tortini, poi farcire con la gelatina di arance, la crema di cocco  e la crema di mandorle;  decorare con il cioccolato fuso, cocco liofilizzato e le rimanenti creme.

FEDERICA   Solo a vederle le mangerei subito!

ELENA    AUGURI !

11/02/2016

 

ELENA   Dopo un periodo di  astinenza dal cibo grasso vogliamo ritornare per una volta al cibo d’inverno?

 

FEDERICA   Se non ci sono problemi di colesterolo allora si può fare e riprendiamo per un giorno il carnevale.

 

ELENA    Allora ti propongo una ricetta che piace a molti.  Guardala!

 

COTECHINO E CRAUTI  INVOLTINI DI LONZA  E FAGIOLI

 

 

COTECHINO E INVOLTINI

04.02.2016

I MIEI PROVERBI E MODI DI DIRE TRE

Author: admin-ele

04/02/2016

 

Mia   nonna diceva:  i veri signori

 

sono quelli che servono gli altri,

 

 non quelli che si fanno servire;

 

 da questi ultimi viene colto solo

 

ciò che appare!  E io aggiungo: si vede   dalla coda

 

di paglia che usano per  difendersi!

 

05/02/2016

 

Nel punto più profondo del tuo cuore brilla

 

la scintilla divina.

 

07/02/2016

 

Noi siamo la nostra libertà!

 

09/02/2016

 

 

 

La vera  intelligenza  è quella di non sottovalutare

 

mai il tuo prossimo.

 

10/02/2016

 

 

Che differenza c’è tra il cuore e la mente?

 

 

 

Il  cuore perdona,  la mente no.

 

 

10/02/2016

 

L’odio è un ospite inopportuno che non tratterrei

mai a cena.

 

11/02/2016

 

 

Se  giudicate il vero gentiluomo da quello che fa

 

 

o dice in pubblico,  sarà meglio tacere;

 

 

  prima guardate quello che fa o dice in privato!

 

11/02/2016

 

 

Di questo passo i bambini nasceranno davvero

 

sotto i cavoli?

 

11/02/2016

 

 

Qualcuno mi ha detto:  restiamo uniti!

 

 

 Io ho risposto:  ma di cosa hai paura?

 

15/02/2016

 

I disegni che lasciano le nuvole non sono

 

 

allucinazioni ma è pura fantasia di chi li sa cogliere.

 

16/02/2016

 

Trovo che sia più onesto arrivare con la propria bicicletta

 

che non con una macchina non tua e  senza la patente!

 

16/02/2016

Ho fatto più di un proverbio,  che dicono:  anche andare contro vento puoi arrivare dove vuoi;  però c’è n’è uno già molto bello è un proverbio che si usa molto in queste regioni ed è:   “Tutte le strade portano a Roma “.  E poi ma tu di che ti preoccupi?  Non dirmi che ti sta a cuore il mio successo? Balle! Il fatto che tu e i tuoi scagnozzi me lo ricordiate spesso,  significa che è esattamente il contrario di quello che mi volete far credere! Ma di che avete paura? Io non sto cercando nessuna via:  quando la sera vado a passeggiare prendo una strada e vado dove mi porta il vento, a volte esattamente il contrario ma arrivo sempre a casa! Spero tanto che non mi rompiate più le …..

 

17/02/2016

 

 Confondi il diavolo con l’angelo?

 

 

O non ti conosci o non sei un angelo!

 

17/02/2016

La persona idiota spruzza il suo veleno

 

prendendo in giro il prossimo,  così  senza motivo!

 

18/02/2016

 

Nel  silenzio puoi cogliere la bellezza delle Sue parole!

 

19/02/2016

Solo quando ci  sentiremo arrivati dentro di noi,

 

saremo all’inizio della nostra vera carriera.

 

20/02/2016

 

Se non ami il lavoro non ami la vita!

 

21/02/2016

 

La poesia regna nell’alto dei cieli!

 

22/02/2016

 

Puoi  fare ciò che vuoi ma arriverai sempre al punto di partenza!

 

23/02/2016

Non avere fiducia in se stessi fa male a te stesso,

 

 

 averne troppa fa male agli altri!

 

24/02/2016

 

La vera sapienza è quella che impariamo giorno

 

dopo giorno dentro di noi!

 

25/02/2016

 

La menzogna si sgretola da tutte le parti!

 

26/02/2016

 

I ladri hanno il pensiero debole!

 

27/02/2016

 

Prima di snobbare qualcuno pensaci dieci volte,

 

  se è più forte di te datti una botta in testa

 

 o picchiala contro un muro,  ma fallo

 

forte e che sia la volta buona!

 

28/02/2016

Il motto del balordo è:  Morte tua vita mia!

 

29/02/2016

 

Un’eccessiva dimostrazione di felicità  potrebbe

 

 

celare il grande vuoto del tuo cuore!

 

01/03/2016

 

Nel vero amore non c’è traccia di egoismo!

 

02/03/2016

 

La coscienza è portavoce di pensieri sani che

 

non sanno cadere nell’egoismo!

03/03/2016

 

Se non ami ciò che la luce rende chiaro e limpido

 

 hai l’anima buia!

 

04/03/2016

 

Se non accetti l’intelligenza di qualcuno ti sentirai

 

 

solo anche in mezzo a tanta gente!

 

05/03/2016

 

Essere ladri incalliti non rispecchia certo un modello

 

d’intelligenza come credete voi!

 

  E se due più due fa quattro io so chi siete!

 

06/03/2016

Maggiore è la lealtà   maggiori saranno le

 

 

probabilità che il gioco  faccia di te  un  vincente!

 

07/03/2016

 

Addossare le tue colpe a qualcun altro ti

 

rende ancor più piccolo dentro di ciò che sei!

08/03/2016

 

Essere amico  di chi  vive nella menzogna

 

non sei migliore di  lui!